lagazzetta spazio pubblicità

Anno 1°

giovedì, 30 marzo 2017 - Recte agere nihil timere

FacebookTwitterYouTubeFeed RSS degli articoli

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Ce n'è anche per Cecco a cena


Ce n'è anche per Cecco a cena

Due giovani aggrediti? Ma sono della Lega Nord, chisse ne frega

sabato, 25 marzo 2017, 17:28

di aldo grandi

Fa piacere l'ondata di sdegno suscitata, almeno superficialmente, dall'aggressione patita questa notte da due esponenti della Lega Nord che si erano prodigati per fermare atti di vandalismo posti in essere da tre bastardi, presumibilmente ubriachi - ma ci sembra strano, perché chi è ubriaco non riesce a colpire - i quali, disturbati nella loro quotidiana azione di buona condotta, hanno reagito pestandoli. Fa piacere, ma, a nostro avviso essa è molto epidermica e per un motivo molto semplice: si tratta, in sostanza, di due leghisti, razza reietta secondo i sostenitori del politically correct e del Pensiero Unico e lo abbiamo visto a Napoli dove un sindaco, vergogna d'Italia, ha non solo tollerato, ma, addirittura, incitato alla resistenza contro il diritto sacrosanto di un cittadino come Matteo Salvini di manifestare la propria opinione. Viviamo, purtroppo e da almeno 50 anni, in una Italia che di italiano non ha più nulla, progressivamente svuotata di ogni senso di appartenenza e di identità, arrivando, addirittura, a privilegiare i diritti dello straniero rispetto a quelli, ben più forti e antropologiamente naturali, della nostra gente. E' mezzo secolo che la violenza rossa è preferita e compresa molto più di ogni altro colore. Le Brigate Rosse e le altre formazioni combattenti della estrema sinistra hanno vissuto e si sono nutrite di un'area di contiguità che le ha allevate iporcitamente e senza vergogna...


Ce n'è anche per Cecco a cena

Il Pd e la grande cazzata

sabato, 18 marzo 2017, 15:48

di aldo grandi

Saremo sinceri. E anche spietati. Di cazzate, nella nostra vita professionale vissuta, anche e nostro malgrado, in mezzo a politici e politicanti sciocchi, presuntuosi, parassiti e inutili, ne abbiamo sentite tante, ma raramente grosse come quella emersa all'interno del Partito democratico di Carrara dove il commissario Gianni Anselmi se ne è uscito fuori come i dolori annunciando che, a suo avviso, il candidato a sindaco della città non dovrebbe avere più di sessant'anni ossia ne dovrebbe avere di meno. Già, ma, tanto per proseguire nella ridicola questione, quanti? 59?, 58?, bastano 365 giorni in meno del limite per sentirsi migliori e più adatti? Stronzate. Ma stronzate così rilevanti da mettere paura per la assoluta mancanza di contenuti cui fanno riferimento. Basterebbe il buonsenso per dimostrare, da solo, che il Partito democratico non soltanto ha preso non un granchio, ma, per dirla alla lbronica, un favollo di dimensioni colossali, ma che sta facendo di tutto per perdere una consultazione amministrativa che ha già perduto. Questa allucinante sortita di Anselmi altro non è che una testimonianza di impotenza, incapacità, inettitudine, incongruenza. Si va, ormai, in pensione a quasi settant'anni - il sottoscritto, giornalista professionista e libero professionista - a 67 ad esempio e se per pagare tasse e imposte siamo ancora buoni, non lo siamo per amministrare una città?...


Ce n'è anche per Cecco a cena

8 Marzo, dov'è la festa?

mercoledì, 8 marzo 2017, 09:11

di aldo grandi

Negli anni Ottanta, quando chi scrive era poco più di uno studente universitario e poco meno di un aspirante giornalista, nel corso di una inchiesta tra i giovani e le giovani che avevano vissuto la loro gioventù durante il fascismo, capitò di incontrare, per intervistarla, la senatrice Tullia Romagnoli figlia di Ettore, uno dei più conosciuti grecisti italiani, all'epoca presidente dell'istituto Italo-Africano con sede ai Parioli. Durante la lunga chiacchierata, il sottoscritto ebbe a domandarle, visto il racconto autobiografico, se non aspirasse a diventare ambasciatrice. Lei, punta sul vivo, rispose, ricorda ancora l'autore di queste poche righe: "Mi scusi, vorrei fare, casomai, l'ambasciatore, non l'ambasciatrice" che, se male non ricorda questo umile guitto di provincia, era considerata la moglie dell'ambasciatore. In questo Evo in cui le parole, all'insegna del Pensiero Unico dominante e grazie alla Laura Bodrini e alle sue scolarette, viene sistematicamente massacrato in nome di una presunta emancipazione non solo femminile, ma, pare, di tutte le minoranze qualunque esse siano, le parole di Tullia Romagnoli suonano come una presa di posizione realmente competitiva e autocosciente. Sembra, infatti, che l'uguaglianza tra uomo e donna debba maturare nelle persone non in base ad un concreto agire quotidiano frutto del buonsenso, ma...


Ce n'è anche per Cecco a cena

E le... (Cinque) stelle non stanno a guardare

giovedì, 2 marzo 2017, 01:24

di aldo grandi

Dopo l'incredibile e assurdo oltreché inconcepibile atto di autolesionismo del segretario regionale del Pd Dario Parrini nei confronti del partito cui egli stesso appartiene, a Carrara, soltanto il movimento Cinque Stelle può perdere queste elezioni amministrative. Attenzione, non è soltanto una previsione dovuta al suicidio politico degli ex comunisti, ma la conseguenza diretta di un atteggiamento mutato e decisamente solido e omogeneo, almeno all'apparenza, del movimento grillino. Noi che, ormai, questo mestiere facciamo da oltre 25 anni, siamo abituati a passare, titolare, pubblicare, centinaia di comunicati inviatici da improvvisati addetti stampa, ipotetici portaborse e uomini di fiducia, azzardati personaggi la cui competenza è direttamente proporzionale alla loro ignoranza. Ebbene, negli ultimi due mesi, l'ufficio stampa del candidato a sindaco del Movimento 5 Stelle sta predisponendo comunicati stampa ai limiti della perfezione, della serie li prendi, li infili in pagina e si pubblicano da soli: non un errore di grammatica, non una maiuscola in eccesso, una punteggiatura niente male, frasi brevi e facili da comprendere anche per quella che, una volta, era denominata la casalinga di Voghera...


Franco Mare


prenota


Alberto Bonfigli


Banca dinamica Carismi


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Ultime notizie brevi


lagazzetta spazio pubblicità


mercoledì, 29 marzo 2017, 15:58

Giornata dedicata alla pulizia del borgo di Sassalbo

Prendersi cura dell'Appennino inizia da gesti semplici, come ritrovarsi tutti insieme per ripulire un paese e compiere piccoli lavori di manutenzione del verde. E' il caso di Sassalbo che sabato 1 Aprile vedrà impegnati in una giornata dedicata alla pulizia del borgo tanti cittadini, su iniziativa del Parco Nazionale, del...


mercoledì, 29 marzo 2017, 15:55

La protesta degli autisti degli scuolabus di Aulla e Fivizzano: "Orari spezzati e cartellini timbrati sei volte al giorno"

In tutto sono sedici ed hanno un orario di lavoro che li costringe ad iniziare e interrompere la loro attività ben tre volte al giorno. Sono gli autisti degli scuolabus di Aulla e di Fivizzano che dovendo adeguarsi agli orari di entrata e di uscita delle varie scuole del territorio...


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


mercoledì, 29 marzo 2017, 15:54

Rottura insanabile tra Pd e Psi ad Aulla.Il socialista Longinotti annuncia: "Sceglieremo il candidato in autonomia"

La scelta del Pd aullese di designare un proprio candidato sindaco rifiutando le primarie di coalizione ha determinato la rottura definitiva tra il partito Democratico e i socialisti. Il segretario del comitato di zona del Psi Giovanni Longinotti, ha confermato che, nonostante i tentativi fatti dal suo partito per riaprire...


mercoledì, 29 marzo 2017, 15:53

I dubbi della Lega Nord di Fivizzano sulla gestione delle concessioni alle cave del Sagro

Il comune di Fivizzano sapeva che la ditta Aleph Escavazioni che ha escavato  nella Cava Vittoria 20000 metri cubi di materiale lapideo non previsti dalla concessione ottenuta ed ha creato un ravaneto di  terre residue tra Cava Vittoria e Cava Valcontrada  senza avere l’autorizzazione,  non possedeva più dal 2015 la...


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


mercoledì, 29 marzo 2017, 15:53

Energia elettrica, mercato libero ultimo anno per sconti e tutele

BOLLETTE dell'energia elettrica, dal primo gennaio del prossimo anno tutti i cittadini entreranno nel grande 'calderone' del mercato libero fatto di regole, contratti e servizi diversi. Un labirinto di offerte in cui è difficile muoversi, soprattutto se non si è esperti del settore.


martedì, 28 marzo 2017, 16:54

Un progetto per promuovere il benessere delle persone affette da psicosi

"Triathlon – indipendenza, benessere, integrazione nella psicosi". E' questo il titolo dell'incontro in programma domani (29 marzo 2017) a partire dalle ore 15 nell'auditorium dell'ospedale Apuane .


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara