lagazzetta spazio pubblicità

Anno 1°

venerdì, 26 maggio 2017 - Recte agere nihil timere

FacebookTwitterYouTubeFeed RSS degli articoli

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Ce n'è anche per Cecco a cena


Ce n'è anche per Cecco a cena

Anarchici fuori dal mondo

giovedì, 25 maggio 2017, 00:56

di aldo grandi

Dispiace assistere a certe cazzate. Troppa considerazione abbiamo per la storia del movimento anarchico italiano e carrarino in particolare, per non poterci dichiarare delusi anche se non sorpresi dall'atteggiamento avuto stamani nei confronti di Giorgia Meloni di Fratelli d'Italia piovuta a Carrara per sostenere il proprio candidato a sindaco. Giorgia Meloni noi l'abbiamo incontrata a casa di Donna Assunta, una sera del settembre 2015 dopo che, alla Camera dei deputati, davanti a lei così come a tutti i parlamentari della destra italiana accorsi a celebrare l'anniversario della nascita di Giorgio Almirante e premiare la nostra biografia tutt'altro che apologetica, osammo dire che non solo ci faceva pena per non dire peggio la padrona di casa, Laura Boldrini, ma che nutrivamo da sempre un sano e proverbiale disprezzo verso tutta la classe politica italiana indistintamente. Quella sera, a onor del vero, chiedemmo una intervista alla Meloni la quale ci rispose, sorprendendoci, che ce l'avrebbe sì data, ma se non avessimo manifestato lo stesso disprezzo anche nei suoi confronti. Al di là di questo aneddoto, la Meloni, che allora non era ancora la leader di Fratelli d'Italia, è salita a Carrara per manifestare il proprio pensiero e l'aver cercato di impedirlo dimostra che la tolleranza, che dovrebbe essere, com'è sempre stato, un tratto distintivo del movimento anarchico, non alberga più da queste parti che il fascismo, quello vero, conobbero realmente più nella sua dabbenaggine, stoltezza e prevaricazione che nella violenza sistematica, almeno fino a dopo l'8 settembre 1943...


Ce n'è anche per Cecco a cena

Una presa per il culo

venerdì, 12 maggio 2017, 02:17

di aldo grandi

A noi, lo diciamo senza alcuna volontà diffamatoria né denigratoria, questa storia tutta interna al Partito democratico ci sembra una grande presa per il culo e non tanto nei nostri confronti, operatori disorientati di una informazione che, ormai, fa fatica a raccapezzarsi in mezzo a un casino simile. Ma verso i simpatizzanti e gli iscritti di un partito, appunto il Pd, che oggi è lontano anni luce da quel Pci che, decenni fa, aveva nella trasparenza, nell'onestà intellettuale, nella difesa del buonsenso e delle classi meno abbienti, nella lotta contro il capitale fine a se stesso, una sorta di vangelo inattaccabile. Oggi non solo il partito sue erede, il Pd di Puffo Renzi, si è schierato con il peggior esempio di capitalismo speculativo ed omogeneizzante - Gentiloni ex contestatore che accoglie Soros con tutti gli onori è roba da analisi - ma, ad esempio a Carrara, finisce per perdere ogni credibilità frantumato da lotte fratricide e intestine che la dicono lunga sul senso di unità e di coesione esistenti in una forza politica che vorrebbe continuare (sic!) a governare la città. Infiliamoci, poi, anche il tribunale di Massa che un giorno dice una cosa e quello successivo un'altra con l'effetto di creare ancora più confusione e disorientare ancora di più non soltanto chi è legato ai destini del partito, ma anche a coloro i quali cominciano a domandarsi quali sono i criteri di riferimento in base ai quali i giudici scelgono. A nostro avviso nel Pd carrarino c'è stato un braccio di ferro, né più né meno di come è avvenuto, ad esempio, anche a Lucca, con la differenza che a Lucca Tambellini e i suoi se la sono fatta sotto di fronte ai diktat di Dario Parrini - sì, quello che ci ha denunciato all'ordine dei giornalisti - segretario regionale e renziano di... bronzo...


Ce n'è anche per Cecco a cena

Daniela Tommasini, gratuito attacco alla Gazzetta

sabato, 6 maggio 2017, 10:01

di aldo grandi

Non è la prima volta che, per motivi squisitamente di cronaca, il nostro giornale si trova a dover ricevere richieste di precisazioni e repliche da parte della dirigente dei servizi sociali del comune di Carrara Daniela Tommasini. E non è nemmeno la prima volta che la stessa attacca il nostro giornale e, più o meno indirettamente, la giornalista Vinicia Tesconi. Il sottoscritto, che conosce la passione e la serietà professionale, il puntiglio e la dedizione della collega, ha sempre sostenuto il suo diritto a raccontare ciò che accade nella città di Carrara, senza divieti né condizionamenti di alcun tipo salvo quello relativo al controllo, scrupoloso, delle fonti. Bene, per rispetto e osservanza alla legge sulla stampa che prevede la pubblicazione della rettifica o richiesta di precisazione entro i tre giorni dal ricevimento e nelle medesime forme con cui è stata data la notiia originale, chi scrive ha voluto pubblicare la risposta della dirigente Tommasini, senza alcun commento in calce riconoscendole il diritto di replica. C'è, tuttavia, un passo, della lettera della Tommasini che è assolutamente inaccettabile ed è quando attacca in maniera veemente e palese l'autrice dell'articolo contestato, ossia Vinicia Tesconi. Ecco le parole usate dalla dirigente comunale: Molti giornalisti iscritti all’Ordine sono persone corrette ed altri invece tendono, per ragioni a volte inspiegabili ed oscure, a travisare e strumentalizzare le notizie. E’ spiacevole leggere commenti che calpestano con disinvoltura la dignità e la moralità dei singoli o addirittura di un intero Settore...


Ce n'è anche per Cecco a cena

Dove osano i giornalisti: inizia il 2 maggio il convegno. Ingresso libero, un regalo dalla Gazzetta

lunedì, 1 maggio 2017, 10:31

di aldo grandi

Ci siamo. Il 2 maggio, martedì, alle 16, prenderà il via, a Lucca, il primo dei due convegni organizzati dalle Gazzette dal titolo Dove osano i giornalisti. Titolo volutamente provocatorio, visto che, spesso, si fa a fatica a capire se, questi giornalisti, poi, osano davvero oppure preferiscono starsene, tranquilli e protetti, quei pochi che lo sono, all'interno dei loro orticelli. Mai come in questi anni la professione del giornalista è in crisi, sbattuta tra le onde di una crisi economica e tecnocologica che non solo non accenna a finire, ma che, inevitabilmente, avrà come epilogo la rivoluzione totale di un mestiere che l'ordine professionale sta disperatamente cercando di mantenere fermo all'epoca in cui le cose andavano molto, ma molto meglio. Da un lato, quindi, l'impossibilità di essere assunti con contratti insostenibili per le aziende siano esse più grandi o anche e soprattutto più piccole. Dall'altro una oggettiva trasformazione tecnologica che rende pressoché già vecchio quello che fino a ieri era considerato eternamente procrastinabile. La carta stampata sta andando a picco, i quotidiani e i giornali perdono copie e, ovviamente, pubblicità e non si conosce ancora il modo per veicolare ciò che si guadagnava prima nei nuovi strumenti di comunicazione del web. A tutto ciò si devono aggiungere il tentativo, reiterato, della politica di condizionare l'informazione con l'avvento di un Pensiero Unico mirante a tutto omogeneizzare e l'incapacità, oggettiva oltreché soggettiva...


Franco Mare


prenota


Alberto Bonfigli


Banca dinamica Carismi


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Ultime notizie brevi


lagazzetta spazio pubblicità


venerdì, 26 maggio 2017, 20:01

De Pasquale ad Avenza con i suoi assessori per incontrare e ascoltare i cittadini

Per tutta la giornata di domani, sabato 27 maggio, dalle ore 9 alle 18, il Movimento 5 Stelle di Carrara sarà presente con un gazebo nel parcheggio antistante il supermercato Coop di Avenza per far conoscere agli elettori il proprio programma e tutti i candidati in lizza per le amministrative...


venerdì, 26 maggio 2017, 20:00

Confartigianato all'assessore regionale all'ambiente: "Sbloccare in fretta le aree della zona industriale"

Il presidente della Confartigianato Imprese Massa-Carrara, Sergio Chericoni,  ha partecipato, invitato, all'incontro organizzato dal candidato sindaco Andrea Zanetti sulle problematiche legate al dissesto idrogeologico del nostro comune, tema centrale nei dibattiti politici e  nei programmi elettorali dei vari candidati.    


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


venerdì, 26 maggio 2017, 19:57

Domani sabato 27 maggio inaugurazione della sede del Comitato Elettorale

Gli appuntamenti del mattino: alle 10 la candidata a sindaco Ilaria Paladini sarà al cimitero di Turigliano per omaggiare con un mazzo di fiori il monumento in onore del comandante partigiano Alessandro Brucellaria detto "Memo"; 


venerdì, 26 maggio 2017, 19:55

Domani sabato 27 maggio alle 18,30 la parlamentare europea Eleonora Forenza a Carrara

Domani sabato 27 maggio la europarlamentare Eleonora Forenza (gruppo GUE – Sinistra Europea) interverrà ad una iniziativa organizzata dalla lista presso la sede dell'Autorità Portuale di Carrara in viale C. Colombo, 6, ore 18,30. All'appuntamento interverranno la candidata sindaca Ilaria Paladini e il candidato sindaco di La Spezia (la Spezia Bene Comune) Massimo Lombardi, introdurrà Piero Marchini. 


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


venerdì, 26 maggio 2017, 19:44

Al cinema Garibaldi di Carrara arriva The Beatles: Sgt Pepper & Beyond, la pellicola che racconta i 12 mesi cruciali della carriera dei Fab Four

Dal 30 maggio al 2 giugno al cinema Garibaldi di Carrara un evento celebra il 50° anniversario dell'uscita dell'album forse più importante nella storia della musica rock: arriva The Beatles: Sgt Pepper & Beyond, la pellicola che racconta i 12 mesi cruciali della carriera dei Fab Four.


venerdì, 26 maggio 2017, 01:07

Mercoledì sera il consiglio comunale di Massa ha votato per aderire alla rinegoziazione dei mutui con cassa depositi e prestiti

Mercoledì sera il consiglio comunale ha votato per aderire alla rinegoziazione dei mutui con cassa depositi e prestiti: un'operazione che a condizioni di equivalenza finanziaria (cioè senza aumentare i costi del comune) consente di recuperare quasi 400.000 euro per il 2017 e di ridurre la spesa per i mutui di...


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara