lagazzetta spazio pubblicità

Anno 1°

domenica, 19 novembre 2017 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Ce n'è anche per Cecco a cena


Ce n'è anche per Cecco a cena

Siamo in guerra

mercoledì, 15 novembre 2017, 00:37

di aldo grandi

Non è una esagerazione né, tantomeno, una boutade. Siamo in guerra, una guerra non dichiarata, subdola, strisciante, un conflitto dove non si sparano, fortunatamente, colpi di cannone, di fucile o di pistola, ma qualcosa che, sia pure senza ferire a morte, fa molto male, ma, soprattutto, distrugge forse anche di più perché pur lasciando in vita, finisce per minare, smembrare, devastare, annientare ogni capacità di resistenza dell'individuo. Loro hanno deciso. I signori del Nuovo Ordine Mondiale, i colletti bianchi inamidati giacca e cravatta, i servi di quel sistema che un giorno volevano abbattere e nel quale, adesso, sono immersi fino all'ultimo dei pochi capelli rimasti, vogliono ridurre all'uniformità l'intero genere umano sotto la bandiera di una eguaglianza fittizia prodotto dell'annientamento sistematico e pianificato di ogni differenza. Ci uccidono giorno dopo giorno, mese dopo mese, anno dopo anno e per farci digerire meglio il nostri funerale ci infliggono, complice una casta di giornalisti e intellettuali prezzolati e pagati per la loro obbedienza assoluta, i sensi di colpa più disparati al fine di farci sentire non solo peggiori, ma anche peccatori senza speranza, esseri umani mortificati nel loro desiderio di sentirsi sovrani laddove la stessa Costituzione, ormai bollita, assegna loro questa prerogativa. Nelle aule di (in)giustizia, in Tv, sui giornali, nell'Ideologia imperante madre del Pensiero Unico Dominante chi non si adegua... 


Ce n'è anche per Cecco a cena

37 carabinieri indagati? Perdonateci, ma noi stiamo con loro

mercoledì, 8 novembre 2017, 00:06

di aldo grandi

Chi scrive ha pensato molto prima di affrontare questo tema. Dopo aver pubblicato alcuni articoli sulla vicenda dei 37 carabinieri, compresi sottufficiali e ufficiali, sono accadute cose che ci hanno fatto pensare e, anche, sospettare. Poi, la razionalità, la fiducia nelle istituzioni, il desiderio di non esporre una brava collaboratrice ad eventuali conseguenze di carattere giudiziario, hanno fatto sì che ogni nostra perplessità, ogni nostro dubbio, ogni nostra ragionevole incazzatura, lasciassero il posto ad un silenzio consapevole. Oggi, giorno di (dis)grazia 8 novembre 2017, tutta questa riflessione ha sentito il bisogno di scrivere ciò che pensa di questa storia. Innanzitutto la cosa che più dispiace è il silenzio dell'istituzione Arma dei carabinieri. Da Roma non si è levata una parola di reazione, di sdegno, di difesa dei propri militari, nemmeno si trattasse di delinquenti della peggiore risma, da abbandonare e prendere a calci nel culo. Al punto che, chissà come, chissà perché, chissà da chi, essi sono stati sputtanati, massacrati, devastati nella loro privacy senza nemmeno tenere conto delle conseguenze che tutto ciò avrebbe prodotto nelle famiglie e nella loro vita affettiva. Carne da macello. 37 persone indagate per capi di imputazione gravissimi, messi al bando come appestati nemmeno degni di essere tenuti nel limbo dell'incertezza fino a sentenza pronunciata. Leggendo le notizie sugli organi di più o meno inalberata (dis)informazione, un cittadino qualunque apprende che in pochissime stazioni situate in un territorio circoscritto...


Ce n'è anche per Cecco a cena

Carrarese, peccato di presunzione pagato a caro prezzo

domenica, 29 ottobre 2017, 23:14

di aldo grandi

Al Porta Elisa lo scenario dei tifosi gialloblù ha lasciato di stucco parecchi supporters lucchesi. Una curva ospiti con alcune centinaia di persone che non hanno mai smesso di sostenere i propri beniamini, che hanno gridato e sbeffeggiato i padroni di casa danzando e gongolando prima sul gol del vantaggio e, quindi, su quello del raddoppio, quando, ormai, nessuno, tantomeno noi, avremmo scommesso un penny sulle chance di rimonta della squadra allenata da Giovanni Lopez, apparsa titubante, timorosa, senza grinta. Addirittura micidiali le accelerazioni del reparto offensivo della Carrarese, con Tavano e Coralli, subentrato a gara iniziata, in grado di impensierire la retroguardia rossonera ogniqualvolta si presentavano in area. Se il primo tempo fosse terminato sul 3 a 0 nessuno avrebbe avuto alcunché da ridire, invece si è andati nello spogliatoio sul 2 a 1 e quello che è accaduto nella ripresa assomiglia più a un incubo che alla realtà. L'atteggiamento mentale dei ragazzi di Silvio Baldini non è sembrato quello giusto e si è visto subito che la Lucchese aveva una marcia psicologica in più...


Ce n'è anche per Cecco a cena

Anziani dovete morire!

domenica, 22 ottobre 2017, 15:38

di aldo grandi

Al pari del grido lanciato, all'indomani dell'8 settembre 1943, sull'isola di Cefalonia, dal generale Hubert Lanz con cui venne data esecuzione all'ordine di Hitler di non fare prigionieri tra gli italiani traditori, così le parole del ministro dell'economia Pier Carlo Padoan hanno sostanzialmente definito il problema degli anziani o vecchi che dir si voglia nel nostro paese. Campano in troppi e troppo a lungo e l'Inps, l'istituto di previdenza sociale adibito al pagamento delle pensioni, non ce la fa più a sostenere il costo. Sarà forse per questo anzi, proprio per questo così almeno sostengono i politicanti da strapazzo del nostro SS (sfasciato stivale), che è necessario importare milioni di africani per ingravidare le donne italiane e aumentare le nascite. Viene in mente, al sottoscritto, la conversazione avuta giorni fa con il sindaco di Altopascio Sara D'Ambrosio. Tra una parola e l'altra, in un clima sicuramente amichevole e, perché no?, anche piacevole, se ne è uscita dicendo che in Italia l'età media è aumentata sensibilmente e che, quindi, per non invecchiare troppo, è necessario far arrivare giovani virgulti dall'estero. Una bestemmia, ma, soprattutto, una concezione materialista della storia secondo cui un recipiente mezzo vuoto basterà riempirlo, di cosa non importa, e tornerà ad essere mezzo pieno o, addirittura, colmo. Come se un popolo fosse solo una somma algebrica e non, al contrario, una entità complessa, spesso contraddittoria, ma, sinceramente, antropologicamente antica e meritevole di cure e rispetto. Perdonateci, saremo anche maschilisti e retrogradi, ma l'idea di far venire milioni di clandestini, di ogni colore e religione, soltanto per copulare con le donne italiane, non solo ci fa orrore, ma ci illumina sulle barbarie di questa Sinistra cancerogena...


Franco Mare


prenota


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Banca dinamica Carismi


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Ultime notizie brevi


lagazzetta spazio pubblicità


domenica, 19 novembre 2017, 15:40

Percepita scossa di terremoto a Carrara

Percepita scossa di terremoto a Carrara, epicentro Fornovo di Taro (Parma), 4.4 scala Richter , che si è propagata dall'alta Toscana fino a Genova. 


sabato, 18 novembre 2017, 15:58

"Piano Lupo", ancora nessun risarcimento: Coldiretti scrive nuovamente all'assessore regionale

Ancora niente risarcimenti per i greggi dimezzati dai predatori che decine di aziende del comprensorio apuo-lunigianese stanno aspettando da mesi, ancora nessun via libero al Piano Lupo "fermo" in sede di Conferenza Stato-Regioni.


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


venerdì, 17 novembre 2017, 17:35

I Socialisti di Carrara ricordano Enzo Isoppi

I Socialisti di Carrara si uniscono al cordoglio della famiglia per la scomparsa di Enzo Isoppi, leader storico dei Repubblicani di Carrara, ed esprimono agli amici repubblicani carraresi i sentimenti di vicinanza che nascono da ideali comuni e condivisi con un rappresentante autorevole del mondo laico, per tanti anni amministratore...


venerdì, 17 novembre 2017, 15:42

Temperature in diminuzione, Gaia ricorda di proteggere i contatori dal gelo

Per ora c'è il sole che rende più mite il clima, ma nei prossimi giorni in Toscana è prevista una diminuzione delle temperature che potrebbe portare gelo, specie nelle zone montane e durante le ore notturne. GAIA S.p.A.


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


venerdì, 17 novembre 2017, 15:01

A Pontremoli la premiazione del concorso fotografico “Lo scatto di un cammino, il cammino in uno scatto” ed inaugurazione della mostra fotografica “Via Francigena tra passato e presente”

Mancano ormai poche ore alla tanto attesa premiazione del Concorso Fotografico “Lo scatto di un cammino, il cammino in uno scatto”, ideato dal Comune di Pontremoli in collaborazione con l’Associazione Lunicafoto e con gli organizzatori del graditissimo “TourDay”.


venerdì, 17 novembre 2017, 11:45

Antibiotici, le iniziative di Regione e Ars per un uso prudente e corretto

Antibiotici, anche Regione Toscana e Agenzia regionale di sanità (ARS) hanno messo in campo azioni concrete in occasione della Settimana mondiale per l'uso prudente degli antibiotici, che l'Organizzazione mondiale di sanità (OMS), l'Organizzazione delle Nazioni Unite per l'alimentazione e l'agricoltura (FAO) e l'Organizzazione mondiale della sanità animale (OIE) promuovono dal 13...


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


venerdì, 17 novembre 2017, 09:46

PISSL e Ingegneria mineraria di Massa, Carrara e Lunigiana: cambia il numero di telefono

Attivato un nuovo contatto telefonico per il Servizio di Igiene, Prevenzione e Sicurezza nei luoghi di lavoro e del Servizio di Ingegneria mineraria dell'Azienda USL Toscana nord ovest per l'ambito territoriale di Massa, Carrara e Lunigiana.Il nuovo numero da comporre è: 0585-657901.Dal lunedì al venerdì dalle ore 8:30 alle ore 14:30...


venerdì, 17 novembre 2017, 09:22

Toscana al primo posto tra le regioni benchmark 2018 per la sanità

La Toscana è al primo posto tra le Regioni benchmark 2018 per la sanità. Le Regioni benchmark sono quelle prese a riferimento ai fini dell'erogazione dei finanziamenti del Fondo sanitario nazionale. La classifica viene stilata da una struttura tecnica del Ministero della salute, incaricata di valutare le migliori performance regionali...


venerdì, 17 novembre 2017, 09:21

Al centro commerciale La Prada arriva Babbo Natale

Sabato 18 novembre dalle ore 16,00 al centro commerciale La Prada ad Avenza arriva Babbo Natale, aspetta tutti i bambini per ricevere letterine e disegni o per un selfie insieme, seguirà caccia al tesoro, giochi ed animazione.


venerdì, 17 novembre 2017, 09:09

CISADep, incontro al ministero della salute

Il Coordinemento Italiano Sanità Aree Disagiate e Periferiche (CISADeP) costituitosi esattamente un anno fa, raggruppa circa cinquanta comitati che si battono per il diritto alla salute nelle aree periferiche e disagiate di tutte le Regioni Italiane.