lagazzetta spazio pubblicità

Anno 1°

martedì, 25 luglio 2017 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Ce n'è anche per Cecco a cena


Ce n'è anche per Cecco a cena

Laura Boldrini, un male incurabile

domenica, 23 luglio 2017, 20:37

di aldo grandi

No ragazzi, niente violenza, niente guerra civile, niente bastoni, coltelli, ramazze contro chi sta distruggendo, anno dopo anno, la nostra identità nazionale, culturale, storica, religiosa, financo sessuale. Nessuna violenza può essere giustificata per ribellarsi a chi, invece di difendere il proprio e il nostro territorio, ha fatto entrare cani e porci con la conseguenza che, ormai, ovunque regnano degrado e anarchia, odio e insofferenza, rabbia e miseria civile ancor prima che economica. Nonostante i teorici del diritto alla resistenza e all'opposizione, da San Tommaso in poi, da John Locke ai filosofi che si opponevano all'assolutismo, abbiano tutte le ragioni di questo mondo, la nostra civiltà non può accettare di scendere sul terreno della violenza. A meno che... Già, a meno che non sia attaccato l'inalienabile diritto alla protezione di se stessi, della propria famiglia, dei propri beni, del proprio territorio, della propria sovranità in sostanza, del popolo. Mai come in quest'epoca derelitta e devastata, c'è stato un sentimento di disprezzo così forte per un personaggio il cui spessore politico è inversamente proporzionale alla rabbia e all'odio che suscita nelle masse degli italiani. Laura Boldrini, presidente del Transatlantico, una sorta di Schettino in gonnella che sta trascinando il Paese contro gli scogli di una inesistente e ipotetica, ma, purtroppo reale isola del Giglio africana, non vuole abdicare...


Ce n'è anche per Cecco a cena

Per quanto tempo ancora Stazzema sarà solo la città della strage nazifascista?

domenica, 16 luglio 2017, 19:55

di aldo grandi

Noi non conosciamo e lo abbiamo già più volte detto, il sindaco di Stazzema Maurizio Verona e, quindi, non possiamo dare un giudizio sulla persona. Leggiamo, però, le sue dichiarazioni o, se meglio vogliamo dire, esternazioni ed esse, sovente, ci lasciano non solo interdetti, ma basiti. Nemmeno conosciamo, a dire il vero, la sua cultura storica, ma se essa è pari a quella che manifesta con le sue opinioni, allora, realmente, c'è di che domandarsi quale sia il senso di ciò che dice, ma, soprattutto, di ciò che pensa. Maurizio Verona non è il sindaco di una strage, ma il sindaco di una città che ha il diritto e lo hanno, in primis, le nuove generazioni e anche quelle che le hanno precedute, di guardare avanti e di farlo senza, ogni volta, dover ripercorrere il suo tragico passato. La strage di Sant'Anna di Stazzema opera dei nazisti e dei loro servi sciocchi saloini, è lì a dimostrare non soltanto le atrocità di un regime, ma anche l'impossibilità di un suo rigurgito. La memoria storica, se tale deve essere, non ha bisogno, a ogni piè sospinto e sull'onda di strumentalizzazioni politiche, di essere rammentata. Essa è, quasi, per definizione e non dovrebbero esserci né se né ma in proposito. Anche perché, se così fosse, la Germania della signora Merkel dovrebbe essere ancora ferma alla caduta di Berlino...


Ce n'è anche per Cecco a cena

Immigrazione, i Grillini di fronte alla prova del fuoco

sabato, 8 luglio 2017, 21:51

di aldo grandi

Hanno vinto le elezioni a Carrara, è vero, ma riusciranno a comprendere quali sono le reali esigenze di coloro che li hanno votati e, soprattutto, di quelli che non hanno votato l'avversario ormai putrefatto, ossia il Partito democratico dei commissari regionali alla Dario Parrini, responsabili di aver trasformato il partito che fu di Enrico Berlinguer, complice Matteo Renzi, nel partito più antitaliano, antinazionale, usurpatore e inutile che si sia mai visto? E' una bella domanda che, purtroppo e in altre circostanze analoghe non ha trovato risposta o, se l'ha trovata, è stata di natura negativa. Non basta, infatti, essere per la negazione in assoluto dell'esistente, per il disprezzo di tutto ciò che, effettivamente, fa schifo. E' necessario anche saper comprendere per non correre il rischio di essere solo un movimento giacobino senza spessore e senza futuro. Già a Torino, ma anche in altre località dove i Cinque Stelle hanno vinto, non si è riusciti a capire che cosa vogliano i suoi rappresentanti, un giorno persi dietro a qualcosa e l'altro smarriti di fronte al suo opposto. Prendiamo il tema più scottante e devastante del momento: i clandestini che sbarcano a decine di migliaia sulle nostre coste...


Ce n'è anche per Cecco a cena

Dario Parrini vattene a casa: la colpa della batosta è soltanto tua e di Matteo Renzi

mercoledì, 28 giugno 2017, 22:10

di aldo grandi

In una qualsiasi azienda che avesse il profitto o, comunque, il risultato come indice di misurazione del diritto di un dirigente alla permanenza al vertice, Dario Parrini, potentissimo segretario regionale di quel che resta del Pd dopo le elezioni amministrative regionali di domenica, sarebbe spedito a casa a calci nel culo. Ma se a capo di questa fantomatica società c'è un segretario di partito che risponde al nome di Matteo Renzi, il Gianfranco Fini della sinistra, fallito il 4 dicembre e, adesso, anche il 25 giugno e responsabile del crollo, come si può pensare che ciò possa accadere. Eppure è evidente a tutti quelli che non hanno gli occhi, le orecchie, le narici foderate dal prosciutto dell'ideologia quali sono le responsabilità della sconfitta. Un partito, il Pd, che da essere partito della maggioranza degli italiani onesti, è divenuto il partito delle minoranze, dai clandestini ai gay ai transessuali, dai bisex ai sostenitori della teoria Gender, dai carcerati ai criminali che commettono reati, dai banchieri ai bancari che siedono ai vertici degli istituti di credito andati a puttane grazie alle amicizie politiche anche di colore rosso. Ma non era la questione morale il cavallo di battaglia del partito che fu di Enrico Berlinguer?...


Franco Mare


prenota


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Banca dinamica Carismi


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Ultime notizie brevi


lagazzetta spazio pubblicità


lunedì, 24 luglio 2017, 22:23

Domenica 30 luglio a Carrara andrà in scena il secondo grande appuntamento dell'Accademia Metropolitan Fashion Mode

Nella bellissima cornice di Piazza Alberica a Carrara, domenica 30 luglio, andrà in scena il secondo grande appuntamento dell'Accademia Metropolitan Fashion Mode, che presenta l'evento Marble Stars. La conduzione è stata affidata al noto attore napoletano Edoardo Velo diventato popolare grazie alla soap opera in onda su Canale 5, Vivere, dove dal...


lunedì, 24 luglio 2017, 17:21

Marina di Massa: Sabato l'inaugurazione della mostra “La devozione popolare"

Sabato 29 luglio alle ore 21, si inaugurerà la mostra dal titolo “LA DEVOZIONE POPOLARE”. La mostra è organizzata con reperti provenienti dal Museo Etnologico delle Apuane e verrà allestita presso i locali dell'ex chiesa dei Servi a Marina di Massa, e rimarrà aperta fino al 06 agosto con l'orario...


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


lunedì, 24 luglio 2017, 17:20

Massa: nuovo orario apertura museo Gigi Guadagnucci

Il  Museo Gigi Guadagnicci alla Rinchiostra per il periodo 28 luglio 27 agosto resterà aperto, sempre ad ingresso libero,  nei giorni Venerdì, Sabato e Domenica, in orario  19,30 - 23.Per informazioni: 0585 - 490279 - 049732


domenica, 23 luglio 2017, 14:53

L’associazione Apuamater organizza, per il periodo 28-29 settembre, una gita a Vigevano e Pavia

La scelta di tali località è motivata dal fatto che, dal 29 agosto al 3 dicembre, si terrà nel Castello di Pavia la straordinaria mostra “ I Longobardi, un popolo che ha cambiato la storia” un progetto espositivo incentrato sulla civiltà longobarda, esaminata nei suoi molti aspetti culturali tradizionali e...


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


sabato, 22 luglio 2017, 19:35

Al via la quarta edizione del Premio L'Obelisco a Marina di Massa

Nella splendida cornice di villa Cuturi a Marina di Massa, venerdi 4 agosto si terrà la quarta edizione del Premio L'Obelisco, un premio, nato da una idea e su iniziativa di Franco Frediani e subito condiviso e patrocinato dall'Amministrazione comunale, che ha come scopo principale quello di esprimere la riconoscenza...


sabato, 22 luglio 2017, 18:26

L’ufficio Siae riapre i battenti all’interno del comune di Pontremoli

L’ufficio Siae riapre i battenti all’interno del comune di Pontremoli. A partire da martedì 4 luglio scorso infatti, basta accedere al primo piano del palazzo comunale di Piazza della Repubblica per ricevere informazioni su pagamenti o per procedere direttamente alle varie pratiche.


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


venerdì, 21 luglio 2017, 16:14

Pontremoli: conto alla rovescia per“Ensemble Le Musiche”

È iniziato il conto alla rovescia per il Concerto che domani sera verrà ospitato all’interno del Teatro La Rosa di Pontremoli: “Ensemble Le Musiche”. Alle 21.00 la brezza tipica delle serate estive pontremolesi verrà allietata dalle sinfonie che i giovani strumentisti selezionati tra i componenti dei “Berliner Philarmoniker” o appartenenti...


venerdì, 21 luglio 2017, 16:13

Pontremoli: un inizio scoppiettante per gli “incontri nei salotti d’europa”

Gli “Incontri nei Salotti d’Europa” sono cominciati con il botto. Grande presenza in Piazza della Repubblica per il primo appuntamento degli “Incontri nei Salotti d’Europa” nella serata di mercoledì, quando la voce di Walter Nudo ha incantato tutti coloro che non sono voluti mancare a questa importante data.


venerdì, 21 luglio 2017, 16:12

Sabato 22 e domenica 23 "Amori a la Piazza" commedia dialettale con il Gruppo Folkloristico Montignoso

Una serata, anzi due, all'insegna del divertimento grazie alla commedia dialettale "Amori a la Piazza" portata in scena dal Gruppo Folkloristico Montignoso e patrocinata dal comune di Montignoso.


venerdì, 21 luglio 2017, 16:11

L'ANFFAS cambia sede

Da lunedì 24 luglio il Centro di Riabilitazione ANFFAS sarà trasferito da via Piave,  nella nuova sede, situata a Pian del Castellaro.