lagazzetta spazio pubblicità

Anno 1°

domenica, 19 novembre 2017 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Ce n'è anche per Cecco a cena

Il Pd e la grande cazzata

sabato, 18 marzo 2017, 15:48

di aldo grandi

Saremo sinceri. E anche spietati. Di cazzate, nella nostra vita professionale vissuta, anche e nostro malgrado, in mezzo a politici e politicanti sciocchi, presuntuosi, parassiti e inutili, ne abbiamo sentite tante, ma raramente grosse come quella emersa all'interno del Partito democratico di Carrara dove il commissario Gianni Anselmi se ne è uscito fuori come i dolori annunciando che, a suo avviso, il candidato a sindaco della città non dovrebbe avere più di sessant'anni ossia ne dovrebbe avere di meno. Già, ma, tanto per proseguire nella ridicola questione, quanti? 59?, 58?, bastano 365 giorni in meno del limite per sentirsi migliori e più adatti? Stronzate. Ma stronzate così rilevanti da mettere paura per la assoluta mancanza di contenuti cui fanno riferimento. Basterebbe il buonsenso per dimostrare, da solo, che il Partito democratico non soltanto ha preso non un granchio, ma, per dirla alla lbronica, un favollo di dimensioni colossali, ma che sta facendo di tutto per perdere una consultazione amministrativa che ha già perduto. Questa allucinante sortita di Anselmi altro non è che una testimonianza di impotenza, incapacità, inettitudine, incongruenza. Si va, ormai, in pensione a quasi settant'anni - il sottoscritto, giornalista professionista e libero professionista - a 67 ad esempio e se per pagare tasse e imposte siamo ancora buoni, non lo siamo per amministrare una città?

E questo signor Anselmi, commissario anche lui come quell'altro, il suo superiore Dario Parrini - li devono produrre in serie a Firenze - non si capisce bene con quale tasso di intelligenza abbia prodotto questa uscita da mettersi le mani nei capelli se non, addirittura, da un'altra parte tanto per fare gli scongiuri. 

In un mondo economico e produttivo globalizzato dove si è vecchi ancora prima di essere giovani e dove il Pensiero Unico dominante della Boldrini, dei Renzi, del partito che fu (sic!) di Enrico Berlinguer ma anche di Togliatti e di una generazione straordinaria in fatto di grinta e capacità di resistere all'età, vorrebbe sostituire gli italiani con i clandestini provenienti dal terzo, quarto, quinto e, magari, anche sesto mondo, in fondo sono proprio gli Over qualche cosa a poter tentare di salvare il salvabile alla luce del loro passato, della loro coscienza e identità non di classe, ma nazionale e di contenuti. 

Dia retta Anselmi, salga sul pennone più alto che c'è a Carrara e, poi, provi un tuffo carpiato con coefficiente di difficoltà pari al grado di intelligenza della sua trovata. Ci sta anche che, una volta al suolo, non si sia fatto nemmeno un graffio. 


Questo articolo è stato letto volte.


Franco Mare


prenota


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Banca dinamica Carismi


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Altri articoli in Ce n'è anche per Cecco a cena


lagazzetta spazio pubblicità


mercoledì, 15 novembre 2017, 00:37

Siamo in guerra

Non è una esagerazione né, tantomeno, una boutade. Siamo in guerra, una guerra non dichiarata, subdola, strisciante, un conflitto dove non si sparano, fortunatamente, colpi di cannone, di fucile o di pistola, ma qualcosa che, sia pure senza ferire a morte, fa molto male, ma, soprattutto, distrugge forse anche di più...


mercoledì, 8 novembre 2017, 00:06

37 carabinieri indagati? Perdonateci, ma noi stiamo con loro

Chi scrive ha pensato molto prima di affrontare questo tema. Dopo aver pubblicato alcuni articoli sulla vicenda dei 37 carabinieri, compresi sottufficiali e ufficiali, sono accadute cose che ci hanno fatto pensare e, anche, sospettare. Poi, la razionalità, la fiducia nelle istituzioni, il desiderio di non esporre una brava collaboratrice...


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


domenica, 29 ottobre 2017, 23:14

Carrarese, peccato di presunzione pagato a caro prezzo

Al Porta Elisa lo scenario dei tifosi gialloblù ha lasciato di stucco parecchi supporters lucchesi. Una curva ospiti con alcune centinaia di persone che non hanno mai smesso di sostenere i propri beniamini, che hanno gridato e sbeffeggiato i padroni di casa danzando e gongolando prima sul gol del vantaggio...


domenica, 22 ottobre 2017, 15:38

Anziani dovete morire!

Al pari del grido lanciato, all'indomani dell'8 settembre 1943, sull'isola di Cefalonia, dal generale Hubert Lanz con cui venne data esecuzione all'ordine di Hitler di non fare prigionieri tra gli italiani traditori, così le parole del ministro dell'economia Pier Carlo Padoan hanno sostanzialmente definito il problema degli anziani o vecchi...


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


venerdì, 13 ottobre 2017, 21:06

Bella ciao in consiglio comunale, quando al ridicolo non c'è mai fine

Si può accedere, nell'anno di (dis)grazia 2017, nell'aula di un consiglio comunale cantando a squarciagola una canzone, Bella ciao, degna, storicamente e non solo, di miglior storia e di miglior sorte? No, non si può. A meno che non si sia dei nostalgici senza speranza, dei residuati bellici e resistenziali,...


venerdì, 6 ottobre 2017, 21:58

Molestie sessuali, ormai una consuetudine per chi sa di poter restare impunito

Leggete il resoconto dell'articolo della collega Vinicia Tesconi sul caso di molestie sessuali avvenuto nel pomeriggio alla stazione ferroviaria di Carrara-Avenza. Una ragazza di 21 anni, dalle, si desume, belle gambe, al momento di salire sul treno accompagnata da un amico, è stata ripetutamente palpeggiata da un nordafricano, una risorsa...


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara