Anno 1°

giovedì, 30 marzo 2017 - Recte agere nihil timere

FacebookTwitterYouTubeFeed RSS degli articoli

lagazzetta spazio pubblicità

Economia

Centinaia strutture da recuperare tra la Lunigiana e la costa, ecco gli incentivi

venerdì, 17 febbraio 2017, 16:32

Incentivi per il recupero di fabbricati rurali abbandonati nelle aree rurali. Sono casolari, granai, stalle ed annessi che attraverso una speciale legge regionale volta a tutelare il paesaggio e al tempo stesso combattere l'abbandono ed il degrado nelle campagne potranno tornare a vivere nuovamente. Sono alcune centinaia e si trovano su tutto il territorio della provincia di Massa Carrara secondo un primo monitoraggio di Coldiretti che applaude alla nuova normativa. “E’ una legge intelligente che permette il recupero ed una nuova valorizzazione del patrimonio edilizio rurale della Lunigiana e delle aree rurali della provincia. – commenta Vincenzo Tongiani, Presidente Coldiretti Massa Carrara – L’obiettivo è recuperare volumetrie già esistenti senza consumare ulteriore suolo. Stiamo parlando di edifici abbandonati e non utilizzati che con questa opportunità potranno essere ristrutturati e valorizzati. Per gli immobili non sottoposti a vincolo di restauro conservativo – fa sapere Tongiani – è previsto un graduale e progressivo aumento volumetrico in virtù dell’efficientemente energetico e della sicurezza sismica”. La filosofia degli incentivi punta a ristrutturazioni green, e quindi al risparmio energetico, senza dimenticare il rischio sismico. Inoltre, la legge per il recupero degli edifici rurali abbandonati prevede delle riduzioni degli oneri comunali. L’eccezione la costituiscono quegli immobili che sono ubicati in aree a rischio idraulico o geomorfologico elevato, si parla di aree in cui l’insediamento è da scoraggiare. “Secondo un nostro censimento – spiega Maurizio Fantini, Direttore Coldiretti Massa Carrara – sono decine, in ogni comune, i casolari abbandonati. Stiamo parlando di strutture che costerebbe troppo ristrutturate, ammodernare e manutentare. Gli incentivi spingono nella direzione di recuperare e valorizzare immobili improduttivi, mettere in modo investimenti e rilanciare l’agricoltura nelle aree rurali del nostro territorio”.

Nel frattempo Coldiretti informa che è ancora possibile regolarizzare i fabbricati rurali nel catasto terreni nonostante sia scaduto il termine. “L’Agenzia delle Entrate – prosegue Fantini – ha stabilito la possibilità di regolarizzare la posizione e sanar così una situazione molto diffusa anche sul nostro territorio”. I proprietari dei fabbricati potranno presentare una dichiarazione di aggiornamento con la possibilità di usufruire dell’istituto del ravvedimento operoso. A tale scopo l’Agenzia delle Entrate ha reso disponibile sul proprio sito l’elenco dei fabbricati rurali che risultano ancora censiti al Catasto Terreni e provvederà ad inviare una specifica comunicazione ai soggetti interessati al fine di consentire la regolarizzazione. “I proprietari – conclude il Direttore – potranno regolarizzare la loro posizione e provvedere autonomamente all’iscrizione del fabbricato nl catasto edilizio urbano”. 


Questo articolo è stato letto 126 volte.


Franco Mare


prenota


Alberto Bonfigli


Banca dinamica Carismi


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Altri articoli in Economia


carispezia


mercoledì, 29 marzo 2017, 17:04

Convegno di Confindustria e ANCE sul codice dei contratti pubblici tra novità e criticità da approfondire

Ad un anno dalla entrata in vigore del nuovo codice dei contratti pubblici, e nell’attesa di approvazione del c.d. decreto correttivo, sono ancora molteplici gli aspetti critici per i quali è necessario un approfondimento


mercoledì, 29 marzo 2017, 16:14

Al via Seatec - Compotec 2017 con l'augurio del sottosegretario Cosimo Ferri

Inaugurazione dell'edizione numero 15 di Seatec e numero 9 di Compotec, due eventi unici nel panorama fieristico italiano all'insegna dell'ottimismo. Al taglio del nastro l'assessore allo sviluppo del comune di Carrara Giuseppina Andreazzoli 


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


martedì, 28 marzo 2017, 16:51

Marmo: nel 2016 export italiano in calo dopo sette anni di costante crescita

Nel 2016, il settore lapideo italiano ha esportato 3 milioni 751 mila 894 tonnellate di pietra ornamentale registrando un calo del 5,6 per cento in quantità e del 3,6 per cento in valore rispetto al 2015


martedì, 28 marzo 2017, 15:29

Edifici scolastici superiori Carrara: nel 2016 spesi 650 mila euro

Durante l'anno, un intervento dopo l'altro, non ci si accorge quanto è stato speso dalla Provincia di Massa-Carrara sugli 8 edifici delle scuole superiori nel comune di Carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


martedì, 28 marzo 2017, 15:26

“Inefficiente e lontana dai cittadini”: il quadro della sanità locale fatto dal consigliere Giuseppe Scattina

Preoccupati di tutto questo i consiglieri comunali di Carrara che hanno votato all’unanimità un documento per impegnare il sindaco Angelo Zubbani a intervenire 


lunedì, 27 marzo 2017, 16:52

Progetta 3D e produci per la nautica: il futuro del settore nautico e navale

Qual è il futuro del settore nautico e navale? Quali sono gli strumenti più efficaci in ambito di progettazione 3D e produzione? Come la tecnologia BIM può essere integrata anche nella costruzione di grandi yacht?


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara