Anno 1°

sabato, 27 maggio 2017 - Recte agere nihil timere

FacebookTwitterYouTubeFeed RSS degli articoli

lagazzetta spazio pubblicità

Economia

Centinaia strutture da recuperare tra la Lunigiana e la costa, ecco gli incentivi

venerdì, 17 febbraio 2017, 16:32

Incentivi per il recupero di fabbricati rurali abbandonati nelle aree rurali. Sono casolari, granai, stalle ed annessi che attraverso una speciale legge regionale volta a tutelare il paesaggio e al tempo stesso combattere l'abbandono ed il degrado nelle campagne potranno tornare a vivere nuovamente. Sono alcune centinaia e si trovano su tutto il territorio della provincia di Massa Carrara secondo un primo monitoraggio di Coldiretti che applaude alla nuova normativa. “E’ una legge intelligente che permette il recupero ed una nuova valorizzazione del patrimonio edilizio rurale della Lunigiana e delle aree rurali della provincia. – commenta Vincenzo Tongiani, Presidente Coldiretti Massa Carrara – L’obiettivo è recuperare volumetrie già esistenti senza consumare ulteriore suolo. Stiamo parlando di edifici abbandonati e non utilizzati che con questa opportunità potranno essere ristrutturati e valorizzati. Per gli immobili non sottoposti a vincolo di restauro conservativo – fa sapere Tongiani – è previsto un graduale e progressivo aumento volumetrico in virtù dell’efficientemente energetico e della sicurezza sismica”. La filosofia degli incentivi punta a ristrutturazioni green, e quindi al risparmio energetico, senza dimenticare il rischio sismico. Inoltre, la legge per il recupero degli edifici rurali abbandonati prevede delle riduzioni degli oneri comunali. L’eccezione la costituiscono quegli immobili che sono ubicati in aree a rischio idraulico o geomorfologico elevato, si parla di aree in cui l’insediamento è da scoraggiare. “Secondo un nostro censimento – spiega Maurizio Fantini, Direttore Coldiretti Massa Carrara – sono decine, in ogni comune, i casolari abbandonati. Stiamo parlando di strutture che costerebbe troppo ristrutturate, ammodernare e manutentare. Gli incentivi spingono nella direzione di recuperare e valorizzare immobili improduttivi, mettere in modo investimenti e rilanciare l’agricoltura nelle aree rurali del nostro territorio”.

Nel frattempo Coldiretti informa che è ancora possibile regolarizzare i fabbricati rurali nel catasto terreni nonostante sia scaduto il termine. “L’Agenzia delle Entrate – prosegue Fantini – ha stabilito la possibilità di regolarizzare la posizione e sanar così una situazione molto diffusa anche sul nostro territorio”. I proprietari dei fabbricati potranno presentare una dichiarazione di aggiornamento con la possibilità di usufruire dell’istituto del ravvedimento operoso. A tale scopo l’Agenzia delle Entrate ha reso disponibile sul proprio sito l’elenco dei fabbricati rurali che risultano ancora censiti al Catasto Terreni e provvederà ad inviare una specifica comunicazione ai soggetti interessati al fine di consentire la regolarizzazione. “I proprietari – conclude il Direttore – potranno regolarizzare la loro posizione e provvedere autonomamente all’iscrizione del fabbricato nl catasto edilizio urbano”. 


Questo articolo è stato letto 168 volte.


Franco Mare


prenota


Alberto Bonfigli


Banca dinamica Carismi


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Altri articoli in Economia


carispezia


venerdì, 26 maggio 2017, 19:58

Rete provinciale biblioteche: approvata la nuova convenzione

Il governo delle reti culturali è una delle materie fondamentali che la legge di riforma delle province assegna a questi enti, che già la gestivano prima del 2014


venerdì, 26 maggio 2017, 01:03

Truffe e bollette, ecco come difendersi

Al convegno dell'ex Mulino Forti spiegate le regole per non rimanere fregati. Il comandante dei carabinieri di Carrara, Mario Ricciardi: "Attenti ai falsi agenti e ai finti avvocati. Diversi casi in provincia"


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


giovedì, 25 maggio 2017, 16:38

Quasi pronto l'Accordo di programma per Massa e Carrara

L'Accordo di programma per l'area di Massa e Carrara è vicino alla firma. L'annuncio è arrivato nel corso dell'incontro per la verifica delle azioni per la riqualificazione e la riconversione dell'area industriale apuana che si è tenuto questa mattina a Roma


giovedì, 25 maggio 2017, 16:35

Sicurezza stradale: a Carrara 75 mila euro per intervenire nell'abitato di Avenza

Andranno a beneficio di 59 enti, tra Comuni e Province, i circa3,5 milioni del bando regionale per la sicurezza stradale pubblicato a fine2016 e scaduto lo scorso 16 febbraio. Si tratta di progetti efficaci evelocemente cantierabili (entro il 1 luglio) che attivano investimentiper un valore complessivo di quasi 6 milioni...


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


giovedì, 25 maggio 2017, 00:47

Sabato 27 maggio Giornata Nazionale delle miniere: sulle orme dei geologi che nel 1881 visitarono le Apuane

Era il settembre del 1881 quando, a Bologna, venne convocato il congresso di geologia dal quale nacque la Società Geologica Italiana. In quell’occasione accadde che un gruppo di quegli esìmi professori che avevano deciso di realizzare la mappa geologica d’Italia, venisse a fare un’escursione sulle Apuane...


mercoledì, 24 maggio 2017, 16:08

Prosegue il progetto "Fuori dalla Porta": 200 tonnellate in meno di rifiuti ad alto costo

E' terminata la prima fase dell'espansione programmata da Asmiu, del progetto "Fuori dalla Porta", per le utenze domestiche e non. I promoter ecologici, terminata la campagna informativa, hanno già iniziato la distribuzione dei kit per la raccolta domiciliare


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara