Anno 1°

venerdì, 22 settembre 2017 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

prenota

L'evento

A Orietta Colacicco, presidente dei paladini Apuoversiliesi, il premio alla carriera donna comunicazione

mercoledì, 1 febbraio 2017, 18:05

Orietta Colacicco ieri sera presso il Centro Comunicazione Bayer a Milano ha ricevuto Il Premio alla Carriera “Donna Comunicazione”, nell’ambito della Cerimonia di Premiazione del Premio Donna Marketing e Donna Comunicazione del Club del Marketing e della Comunicazione, giunto alla sua 15^ edizione e sponsorizzato da Bayer. Più di 60 mila  fra manager, consulenti, docenti e professionisti iscritti al club vengono invitati a votare, esprimendo liberamente le proprie  personali preferenze nei diversi ambiti professionali “Dopo 46 anni nelle Relazioni Pubbliche, - ha detto Orietta Colacicco - un Premio alla Carriera potrebbe significare che è finita. E invece no! A sessantotto anni suonati non posso fermarmi, perché sono impegnata già da tre anni volontariamente con il Comitato Foppa Dezza Solari e tutti gli altri Comitati, a mitigare i disagi causati dalla costruzione della metropolitana 4, di Milano, come da venti anni a combattere l’erosione della spiaggia con i Paladini apuoversiliesi. E credo che colleghi e clienti abbiano voluto premiare anche queste attività. Alla mia età, e anche prima, bisogna pensare a restituire quello che si è ricevuto, impegnandosi per le cause giuste. “Rivolgendosi a un commosso Gualtiero Marchesi, di cui è stata tutore dell’immagine per molti anni, Orietta Colacicco ha continuato “Brillat Savarin diceva, ‘Noi siamo quello che mangiamo’;  Io dico ‘Noi siamo quelli che incontriamo’, a partire dalla nascita, prendendo il meglio di loro, quindi voglio ringraziare i miei genitori che mi hanno dato la forza, i miei fratelli e nipoti, gli amici di ieri e di oggi, i miei professionisti, gli assistenti, i collaboratori, i fornitori, i colleghi di Ferpi, i giornalisti,  i miei clienti, tutti di eccellenza e qui in sala oltre a Gualtiero ci sono Emanuele Plata, a capo prima della Carapelli e poi di CRAI, e ora Presidente di Planet Life Economy Foundation,  Giuseppe Moretti, delle Grafiche Moretti e poi quanti non ci sono più: Claudio Colacicco direttore generale dell’Hotel Michelangelo, Ernesto Illy, Luigi Folonari, della Ruffino, dei grandi. E ancora le Terme di Casciana, il Comune di Casteggio,  Gonnelli, Ghiott, Italgel, Antica Gelateria del Corso, Surgela, la Valle degli Orti, l’Associazione degli Industriali e della Birra e tutti gli altri.  Una grande corsa la mia, ma state certi, bisogna che i lavori della metropolitana finiscano entro il 2022, altrimenti  e mi rivolgo  all’Assessore, ai Consiglieri Comunali e dei Municipi, al Management di M4, dovrete sopportarmi non per altri cinque anni ma sino alla fine. Lo stesso vale per l’Apuoversilia, bloccate l’erosione, lo dico alle Autorità, Sindaci della Apuania e della Versilia, Regione, Ministero, solo allora mi fermerò.”

Le altre premiate sono state nella categoria “Donna Marketing” Sara Tugnolo, marketing  manager di  Calvin Klein Watch & Jewelry - Swatch, con un secondo posto per Raffaella Severi,   category manager food di Nestlè; nella categoria “Donna Comunicazione Aziende” al primo posto Laura Cerliani, marketing coordinator e eventi di McDonald’s e al secondo Marilena Manzoni, comunicazione  interna ed eventi di Unicredit;  nella categoria  “Donna Comunicazione Agenzie” il premio è andato a Filomena Rosato, presidente di Filo Comunicazione e Assorel, con un secondo posto per Daniela Greco, già presidente di Casiraghi e Greco. Il Premio “Donna Marketing & Comunicazione” è andato a Elena Scandurra, direttore marketing e comunicazione di Cosmer Group; il “Premio Donna Event Manager” a Cristina Mazzini, event e marketing di Xerox. Quale anticipazione della conferenza “UAU Communication - The Ultimate Communication”,   che il Club del Marketing e della Comunicazione  sta organizzando per giovedì 25 maggio, la cerimonia è stata preceduta da una Tavola Rotonda sulla Comunicazione Non Convenzionale, con focus sulle innovazioni ed evoluzioni della comunicazione aziendale secondo le declinazioni post-moderne, “live”, esperienziali, coinvolgenti, interattive e memorabili. Alla luce dei continui cambiamenti degli stili di vita, di consumo e di acquisto della società attuale, questo tipo di comunicazione vuole intercettare meglio gli interlocutori finali e migliorare le performance aziendali, al fine di ridare impulso al mercato. Un esempio è la Comunicazione Emozionale e Spettacolare, cui ha dato vita Orietta Colacicco nel 1986, che fa parlare quel prodotto o quell’impresa con la propria” voce” in un linguaggio tattile, olfattivo, visivo, gustativo.  Proprio per questo, a scandire  i tempi della serata, non convenzionali anche gli stacchi musicali lirici, proposti e offerti da Orietta Colacicco, e dal suo cast artistico, interpretati da Monica Mariani, Direttore Artistico di Belcanto a Milano, con il Maestro Svetlana Sayad  alla tastiera, e da Giuseppe Banfi e Maria Podvigina, cresciuti alla scuola del Maestro Delfo Menicucci, già insegnante di Andrea Bocelli e Docente di Canto al Conservatorio di Milano, accompagnati dal Maestro Sergio Cortese. Quale  omaggio alla fierezza delle donne, e alla loro capacità diaffermarsi e vincere, il programma comprendeva  “La romanza de Encarnacion” dalla zarzuela `El Último Romántico´ di Reveriano Soutullo e Juan Vert, “Nessun Dorma” (Vincerò) dalla Turandot di Giacomo Puccini e “Vittoria, vittoria, mio core”, un gioiello di musica barocca di Giacomo Carissimi. 


Questo articolo è stato letto volte.


Franco Mare


prenota


prenota


Banca dinamica Carismi


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Altri articoli in L'evento


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


giovedì, 21 settembre 2017, 16:57

Sabato la commemorazione dell'eccidio delle Fosse del Frigido

73 anni fa, il 16 settembre 1944, alle fosse del Frigido, 147 detenuti del carcere maschile al Castello Malaspina, furono trucidati dai nazifacisti in ritirata.  Per non dimenticare e onorare quelle vittime, sabato alle Fosse del Frigido di San Leonardo è in programma la cerimonia per il 73esimo anniversario dell’eccidio


giovedì, 21 settembre 2017, 16:48

Gli studenti dell'Einaudi e dello Zaccagna hanno incontrato il Dalai Lama

In occasione dell’arrivo a Pisa del Dalai Lama, TenzinGyatso, la classe 4 A Tur dell'I.T.T. "L.Einaudi" e la classe 2 A Afm dell'I.I.S. "D.Zaccagna" di Carrara , ieri, mercoledì 20 settembre, hanno partecipato all'incontro organizzato dal comune di Pisa con i cittadini e con le scuole nella piazza dei Cavalieri 


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


martedì, 19 settembre 2017, 11:40

La vendemmia a dorso d’asino sulle colline del Candia: tradizione e rispetto per l’ambiente

Come da tradizione anche per quest’anno all’azienda agricola «Podere Scurtarola», nel weekend appena trascorso, si è celebrata la festa della vendemmia, nella cornice delle colline del Candia, in località San Lorenzo (MS)


lunedì, 18 settembre 2017, 20:39

Padre Madròs, divisa da prete, coraggio da leoni

Sacerdote cattolico di origini armene, nato a Gerusalemme, sostenitore di una Palestina indipendente, ma feroce critico dell'islam. Il video del suo straordinario intervento al convegno su Oriana Fallaci


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


lunedì, 18 settembre 2017, 15:26

17° appuntamento di 4X4Fest: inizia il count-down di un'edizione dall'offerta unica

Da venerdì 13 a domenica 15 ottobre, a CarraraFiere si accendono i motori del Salone principe del 4x4 in Italia ed Europa con il primo raduno monomarca Toyota, raduni per tutte le esigenze, le escursioni dalla spiaggia alle cave, tante novità dagli espositori e ancora la cittadella FIF , i...


domenica, 17 settembre 2017, 12:19

Unforgettable Oriana

Undicesima edizione del convegno di Armando Mannocchia dedicato alla memoria di Oriana Fallaci nel giorno della sua morte. Uno straordinario padre Peter Madròs, ironico, spietato, realista, indomito con una implacabile Souad Sbai accompagnati dalle canzoni del cantautore più censurato d'Italia Giuseppe Povia. Il video di Claudio Bernieri


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara