Anno 1°

giovedì, 30 marzo 2017 - Recte agere nihil timere

FacebookTwitterYouTubeFeed RSS degli articoli

prenota

Lunigiana

Miseria e nobiltà al teatro Quartieri di Bagnone

lunedì, 20 marzo 2017, 16:03

Dopo un grande successo di pubblico e critica, Miseria&Nobiltà prosegue con la sua lunga tournée italiana facendo tappa in diverse piazze toscane.

Tratto dal testo di Eduardo Scarpetta e reso celebre dal film del ‘54 di Mattoli con Totò, Miseria&Nobiltà è uno dei classici della tradizione napoletana e italiana.

Reinterpretando nuovamente un vero e proprio mito della modernità, Michele Sinisi ci racconta una storia tipicamente italiana, capace di essere attuale e autentica sia dentro che fuori la scena.

La vicenda, ormai nota, è quella di un povero squattrinato che costretto a vivere di espedienti per rimediare a fatica un tozzo di pane, dà vita a una fitta tessitura di trovate dialogiche e di situazioni che rappresentano la summa dell’arte attoriale italiana e di quanto di meglio la storia del teatro (in particolare quella napoletana) abbia prodotto nel tenere il pubblico inchiodato alla sedia:

Lo scrivano Felice Sciosciammocca e il suo amico Pasquale sono due poveracci che vivono alla giornata. Senza uno spicciolo in tasca e affamati, i due amici e le loro famiglie vengono ingaggiati dal marchesino Eugenio perché si fingano suoi nobili parenti presso la casa del futuro suocero, un cuoco arricchito,  con lo scopo strappare il consenso al matrimonio. Colpi di scena ed equivoci renderanno le cose più complicate e nulla andrà secondo i piani.

Nella messa in scena di Sinisi, la farsa di Scarpetta si libera dalla parlata napoletana e con l’uso di diversi dialetti gioca a rappresentare realtà e finzione facendo leva sulle suggestioni evocate da questo testo. La scena volutamente scarna e cupa della prima parte con i suoi personaggi in tuta, magliette usurate e leggins, lascia spazio alla sorpresa dell’allestimento del secondo tempo, pensato dallo scenografo Federico Biancalani con sfarzo solo apparente, dove un lampadario a prima vista sontuoso si rivela poi fatto di cucchiai e mestoli.

Come una canzone pop il cui ritornello potrebbe essere ripetuto all'unisono da tutta la platea, i dialoghi e le scene di Miseria&Nobiltà sono un vero e proprio collante sociale, la ripetizione di un rito collettivo che unisce e diverte. Questo avviene senza dimenticare il lascito del cinema e la potenza espressiva che questo veicola, il grande schermo bianco che compare in scena ne è la prova più efficace. Si aderisce all'originale sì, ma tradendolo continuamente, in un gioco continuo di partiture teatrali.

Miseria& Nobiltà ritorna a quel testo del 1888 solo riscoprendosi rito nell’oggi con una straordinaria squadra di attori che s’impossessano della scena. Dice Sciosciammocca nell’ultimissima battura della storia “Torno nella miseria, però non mi lamento: mi basta di sapere che il pubblico è contento.” Miseria & Nobiltà del mestiere del vivere recitando.


Questo articolo è stato letto 79 volte.


Franco Mare


Alberto Bonfigli


Banca dinamica Carismi


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Altri articoli in Lunigiana


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


mercoledì, 29 marzo 2017, 16:16

Il M5S consegna un defibrillatore al Circolo Tris di Castagnetola

Consegnato ieri al Circolo Tris di Castagnetola il terzo dei tre defibrillatori destinati al comune per aumentare la sicurezza dei cittadini nei paesi a monte di Massa


venerdì, 24 marzo 2017, 16:51

La Lega chiede l'impiego dei vigili per pattugliare il territorio

Dopo Aulla, Fosdinovo, Zeri anche Fivizzano ha lasciato il servizio associato di polizia municipale in capo all’Unione dei Comuni della Lunigiana


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


domenica, 19 marzo 2017, 20:23

In Lunigiana due importanti incontri di associazioni nazionali di “camminatori”

Dal 17 al 26 marzo si sono dati appuntamento in Lunigiana, ad Aulla, due importanti associazioni nazionali di camminatori lungo le vie storiche di pellegrinaggio: l’associazione “Camminando sulla Francigena” e la “ Rete dei Cammini”


venerdì, 17 marzo 2017, 20:12

Taglio del nastro per la scuola di Terrarossa, Grieco: "Sicura, ecologica ma anche funzionale"

L'educazione è il primo diritto di cittadinanza. E poiché la scuola ha davvero il potere di unire, forse non casualmente è stato scelto il 17 marzo, giornata della Costituzione, dell'inno e della bandiera, per inaugurare la nuova scuola "Polloni" di Terrarossa, frazione di Licciana Nardi in Lunigiana


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


lunedì, 13 marzo 2017, 16:29

105 milioni di euro per il Piano per la ricostruzione della Lunigiana devastata dalle alluvioni

Si tratta di 85 milioni per circa 50 interventi, di 10 milioni di rimborsi alle imprese, di 5 milioni per gli alloggi di edilizia economica e popolare ad Aulla e di 4 milioni provenienti dai fondi del Piano di sviluppo rurale.


martedì, 7 marzo 2017, 14:43

Rosanna Vallelonga (Sds Lunigiana): "Preservare i diritti conquistati dalle nostre madri e dalle nostre nonne"

Domani è l'otto marzo, data in cui si celebra la “Giornata internazionale della donna”, e il direttore della Società della Salute della Lunigiana, Rosanna Vallelonga, interviene per ricordare la strada fatta dalle donne e per condividere le ragioni dello sciopero


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara