Anno 1°

sabato, 27 maggio 2017 - Recte agere nihil timere

FacebookTwitterYouTubeFeed RSS degli articoli

Politica

Ospedali e influenza, Mugnai (FI): "Torna puntuale la non emergenza più che prevedibile"

mercoledì, 11 gennaio 2017, 15:56

Ed eccola è lei! «Torna puntuale come ogni la (non) emergenza più che prevedibile e prevista dell'ondata influenzale, e puntualmente trova gli ospedali della rete regionale toscana impreparati ad accoglierla. Quest'anno, a occhio e croce, peggio del solito. La colpa? Una riforma della sanità regionale che non ha adeguato i servizi ai bisogni». Attacca con virulenza, il vicepresidente della commissione sanità del consiglio regionale Stefano Mugnai (capogruppo Forza Italia) che non trova riparo dalle segnalazioni che gli giungono a mezzo stampa e direttamente sulla situazione che fiacca i pronto soccorso e gli ospedali toscani a causa del picco di influenza.

Effettivamente, città che vai e malestro che trovi. Non solo laddove gli ospedali sono quelli più vetusti come ad Arezzo – dove arrivano le prime pezze sottoforma di letti e infermieri in più in una sorta di temporary sanitario – o nel Valdarno aretino dove il Santa Maria alla Gruccia tenta di drenare le esigenze di ricovero di anziani colpiti da polmoniti in complicanze dell'influenza. No no. Le performance più contestate arrivano dai nuovi ospedali. Così, dopo otto ore di attesa in codice giallo, a Lucca ci si spazientisce: «Stando alle segnalazioni dei pazienti – osserva Mugnai – al pronto soccorso mancano perfino le barelle». Idem a Massa Carrara, dove al pronto soccorso del NOA si langue in un'attesa di cui si stenta a vedere la fine. A Prato non va meglio: «Il pronto soccorso è in tilt e i reparti non riescono ad assorbire i ricoveri per mancanza di letti. Prima del referendum – incalza l'esponente di Forza Italia – la giunta ha promesso ampliamenti e costruzione di una nuova ala. Macché: passato il 4 dicembre, quell'ala se n'è volata via e non ce n'è traccia nel bilancio di previsione della Regione». E se l'acqua di letti e barelle è poca a Prato, la papera in realtà non galleggia nemmeno a Pistoia, dove è risultato impossibile persino il ricovero di una paziente oncologica che aveva accusato un malore: «Qui come altrove il reparto di chirurgia dell'ospedale dovrà cedere 50 posti letto a vantaggio della medicina generale, per i ricoveri ordinari. Con conseguente blocco dell'attività chirurgica programmata. Come se poi le liste d'attesa chirurgiche fossero robetta da poco...»

Sì che poi Asl e Regione vendono l'operazione come un potenziamento: «In realtà in quasi tutti gli ospedali della Asl Toscana Centro ogni presidio toglierà dei letti alle chirurgie – spiega Mugnai – per assegnarli temporaneamente alle medicine generali, bloccando l'attività operatoria. Alla faccia del potenziamento, così son buoni tutti».


Questo articolo è stato letto 140 volte.


Franco Mare


prenota


Banca dinamica Carismi


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Altri articoli in Politica


lagazzetta spazio pubblicità


venerdì, 26 maggio 2017, 20:10

Il G.R.l.G. contrario alla nuova strada tra i bacini del Sagro e Carrara

Il GRLG (Gruppo di intervento giuridico), per voce del referente del presidio Apuano Alberto Grossi, ha scritto al presidente della Regione Toscana Enrico Rossi per esprimere ed argomentare il proprio punto di vista sulla prevista strada camionabile tra i bacini del Sagro e i bacini di Carrara


venerdì, 26 maggio 2017, 20:02

Una giornata formativa relativa alle operazioni elettorali

In vista delle elezioni amministrative di domenica 11 giugno, il Comune di Carrara, in collaborazione con la prefettura, ha organizzato una giornata formativa relativa alle operazioni elettorali e dedicata ai presidenti di seggio, ai loro segretari e ai delegati delle liste, partiti e movimenti


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


venerdì, 26 maggio 2017, 19:49

Un polo artistico dentro al vecchio mercato coperto di Marina

La Lista Civica “Carrara Città Aperta”, quale primo progetto connesso al tema della rigenerazione, si pone l’obiettivo di restituire alla collettività gli spazi pubblici inutilizzati, per renderli centri di aggregazione, sottraendoli al degrado in cui si trovano attualmente


venerdì, 26 maggio 2017, 19:47

Maxi-derivato, un’avventura da 1,3 milioni di euro

Un milione e trecentomila di euro, questo è il costo per la comunità del maxi-derivato, ovvero l’avventura finanziaria intrapresa in maniera scellerata dalla amministrazione comunale nel 2006 e di cui apprendiamo dai giornali le notizie sugli sviluppi giudiziari in corso


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


giovedì, 25 maggio 2017, 16:40

“Cambiare i vertici delle partecipate”: il primo passo che faranno i grillini in caso di vittoria alle amministrative

“Almeno per quel che riguarda le partecipate che dipendono unicamente dal comune di Carrara, cioè Amia e Apuafarma, sicuramente, con la nostra entrata al governo della città, gli incarichi dirigenziali verranno rivisti.” Lo hanno assicurato stamani il candidato sindaco dei 5 Stelle Francesco De Pasquale e l’assessore al bilancio in...


giovedì, 25 maggio 2017, 00:38

I... dinosauri contestano la Meloni

Giorgia Meloni contestata dagli anarchici in piazza Alberica per l’incontro pubblico a sostegno del candidato Lorenzoni: “Dinosauri. Non fanno che confermarmi che sto lavorando bene”


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara