Anno 1°

martedì, 25 luglio 2017 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Politica

Ospedali e influenza, Mugnai (FI): "Torna puntuale la non emergenza più che prevedibile"

mercoledì, 11 gennaio 2017, 15:56

Ed eccola è lei! «Torna puntuale come ogni la (non) emergenza più che prevedibile e prevista dell'ondata influenzale, e puntualmente trova gli ospedali della rete regionale toscana impreparati ad accoglierla. Quest'anno, a occhio e croce, peggio del solito. La colpa? Una riforma della sanità regionale che non ha adeguato i servizi ai bisogni». Attacca con virulenza, il vicepresidente della commissione sanità del consiglio regionale Stefano Mugnai (capogruppo Forza Italia) che non trova riparo dalle segnalazioni che gli giungono a mezzo stampa e direttamente sulla situazione che fiacca i pronto soccorso e gli ospedali toscani a causa del picco di influenza.

Effettivamente, città che vai e malestro che trovi. Non solo laddove gli ospedali sono quelli più vetusti come ad Arezzo – dove arrivano le prime pezze sottoforma di letti e infermieri in più in una sorta di temporary sanitario – o nel Valdarno aretino dove il Santa Maria alla Gruccia tenta di drenare le esigenze di ricovero di anziani colpiti da polmoniti in complicanze dell'influenza. No no. Le performance più contestate arrivano dai nuovi ospedali. Così, dopo otto ore di attesa in codice giallo, a Lucca ci si spazientisce: «Stando alle segnalazioni dei pazienti – osserva Mugnai – al pronto soccorso mancano perfino le barelle». Idem a Massa Carrara, dove al pronto soccorso del NOA si langue in un'attesa di cui si stenta a vedere la fine. A Prato non va meglio: «Il pronto soccorso è in tilt e i reparti non riescono ad assorbire i ricoveri per mancanza di letti. Prima del referendum – incalza l'esponente di Forza Italia – la giunta ha promesso ampliamenti e costruzione di una nuova ala. Macché: passato il 4 dicembre, quell'ala se n'è volata via e non ce n'è traccia nel bilancio di previsione della Regione». E se l'acqua di letti e barelle è poca a Prato, la papera in realtà non galleggia nemmeno a Pistoia, dove è risultato impossibile persino il ricovero di una paziente oncologica che aveva accusato un malore: «Qui come altrove il reparto di chirurgia dell'ospedale dovrà cedere 50 posti letto a vantaggio della medicina generale, per i ricoveri ordinari. Con conseguente blocco dell'attività chirurgica programmata. Come se poi le liste d'attesa chirurgiche fossero robetta da poco...»

Sì che poi Asl e Regione vendono l'operazione come un potenziamento: «In realtà in quasi tutti gli ospedali della Asl Toscana Centro ogni presidio toglierà dei letti alle chirurgie – spiega Mugnai – per assegnarli temporaneamente alle medicine generali, bloccando l'attività operatoria. Alla faccia del potenziamento, così son buoni tutti».


Questo articolo è stato letto volte.


Franco Mare


prenota


Banca dinamica Carismi


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Altri articoli in Politica


lagazzetta spazio pubblicità


lunedì, 24 luglio 2017, 22:20

Apuafarma, l’amministrazione comunale propone Luca Cimino

Il consulente del lavoro è stato individuato per ricoprire il ruolo di amministratore unico della società partecipata. Il sindaco De Pasquale: “Persona competente e specializzata”. Il 1° agosto l’assemblea dei soci


lunedì, 24 luglio 2017, 17:12

Segretariato sociale, Galleni: “Dal Pd notizie prive di fondamento”

L’assessore annuncia l’apertura di un nuovo locale di ascolto all’interno del Comune in cui svolgere il servizio insieme a quello di sportello disabilità


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


domenica, 23 luglio 2017, 14:55

Bernardi replica sull'Erp alle affermazioni del neo assessore Galleni

Ecco il testo integrale della replica dell'ex assessore all'urbanistica Massimiliano Bernardi al nuovo assessore al sociale Anna Galleni sugli alloggi popolari dell'Erp


sabato, 22 luglio 2017, 19:26

Incidente in cava, De Pasquale: “Asl e Regione devono intensificare i controlli”

“L’ultimo incidente in cava riporta prepotentemente alla ribalta il tema molto più che importante della sicurezza sui luoghi di lavoro e nei bacini marmiferi in particolare”. Sono le prime parole del sindaco di Carrara, Francesco De Pasquale, su quanto successo questa mattina in una strada di arroccamento a Fantiscritti


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


sabato, 22 luglio 2017, 19:23

Tutela del tracciato della Ferrovia Marmifera: la giunta incontra i funzionari

La nuova amministrazione a 5 Stelle di Carrara da subito si adopera per la tutela del tracciato della Ferrovia Marmifera. Venerdì 21 luglio si è svolto un incontro insieme ai funzionari della Soprintendenza di Lucca, Massa e Carrara


sabato, 22 luglio 2017, 19:02

Rossi sulla sentenza Tar su cave Apuane: "Vittoria per l'ambiente e per il lavoro"

Il presidente Enrico Rossi commenta con soddisfazione la sentenza del Tar della Toscana depositata ieri sera, con cui la prima sezione ha respinto il ricorso promosso da una società di escavazione delle Apuane contro il Pit-piano paesaggistico approvato dalla Regione d'intesa con il Mibac


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara