Anno 1°

sabato, 18 novembre 2017 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Politica

Chiuso un piano della scuola Taliercio: genitori preoccupati all’incontro con l’assessore Raggi

martedì, 12 settembre 2017, 23:05

di vinicia tesconi

Sono accorsi in tanti, come era prevedibile, all’incontro con l’assessore ai lavori pubblici Andrea Raggi, per conoscere il destino scolastico dei propri figli ancora incerto a due giorni dalla apertura ufficiale delle scuole.

Circa duecento genitori degli alunni della scuola media Taliercio e della elementare Doganella e molti insegnanti delle due scuole si sono ritrovati nella platea del cinema Garibaldi ed hanno ascoltato le spiegazioni date dall’assessore.

“Come abbiamo già annunciato, stiamo intensificando il lavoro di monitoraggio delle condizioni di staticità e di antisismicità di tutte le scuole gestite dal comune. Nell’ambito di queste verifiche, pochi giorni fa sono emersi problemi per il plesso della Tagliercio che ospita sia la scuola media sia alcune classi della elementare Doganella. La scuola, nella parte superiore è risultata non idonea sulla base delle nuove normative quindi è stato necessario chiudere tutto il primo piano e alleggerire la struttura per consentire almeno il recupero del piano terra. I lavori di alleggerimento della struttura sono partiti immediatamente e noi contiamo di poter consegnare la scuola ai ragazzi già per venerdì 15, giorno dell’inizio dell’anno scolastico. Purtroppo la riduzione degli spazi non consentirà più di ospitare l’elementare Doganella che sarà inserita temporaneamente dentro alla scuola elementare Gino Menconi ad Avenza. Abbiamo preferito mantenere l’unità di una stessa scuola nello stesso edificio e quindi abbiamo adattato gli spazi del primo piano in modo da contenere tutte le classi della Tagliercio. Per la Doganella, comprendiamo il disagio dello spostamento e cercheremo di andare incontro alle famiglie organizzando un servizio di trasporto. La nostra intenzione è quella di individuare al più presto spazi a Marina in cui poter ritrasferire la scuola della Doganella ma non possiamo assicurare un rientro certo in tempi brevi perché, se dalle verifiche in corso venissero fuori altri casi di scuole evacuate, dovremmo usare quegli spazi per le future emergenze”.

Raggi ha anche confermato che sono state giudicate inagibili perché al momento ancora prive di monitoraggio sia la palestra sia l’aula magna sede del percorso musicale che caratterizza la media Marinella. L’assessore è stato subissato da domande e da considerazioni più o meno favorevoli alle scelte dell’amministrazione in merito alla scuola Taliercio ed ha dato risposta a tutti anche se per molti le conclusioni tratte non sono state del tutto convincenti. La stessa preside dell’istituto comprensivo di Marina ha ribadito: “Io non credo proprio che la scuola potrà essere pronta per iniziare l’anno scolastico il 15 settembre, viste le condizioni in cui è ancora oggi. Ma per noi potrebbe essere già positivo poter partire da lunedì 18. Purtroppo i disagi ci saranno per tutti: i ragazzi non potranno fare ginnastica se non all’aperto e quando le condizioni meteo lo permetteranno e anche per la musica si potranno fare solo le lezioni di strumento in classe e non quelle collettive in aula magna.”

Alle molte perplessità dei genitori che hanno lamentato il fatto di aver scelto quella scuola proprio per il suo percorso musicale Raggi ha tuttavia risposto: “L’aula magna potrà essere recuperata entro una ventina di giorni grazie a dei lavori di adeguamento e di messa in sicurezza che partiranno nei prossimi giorni. Per la palestra invece non ho risposte positive da dare perché la struttura ha evidenziato alcuni problemi nella parte alta e deve subire una verifica molto accurata.”

Raggi comunque ha confermato il destino segnato della scuola che sarà quello di essere abbattuta perché ormai giunta alla fine del suo percorso vitale: “Lo scopo che ci prefissiamo è quello di costruire nuovi edifici scolastici seguendo tutti i criteri di sicurezza moderni. Sicuramente non riusciremo a vederli finiti ma almeno potremmo riuscire a farli partire.”

L’assessore Raggi ha voluto anche precisare che la situazione disastrosa di tutte le scuole carraresi non è affatto una rarità a livello regionale perché lui stesso ha verificato che questa emergenza è condivisa da tutti i comuni toscani. Inoltre ha ricordato la responsabilità delle amministrazioni precedenti che non hanno avviato nei tempi previsti le verifiche sulle strutture imposte dal governo già nel 2003 ed ha confermato la concreta possibilità che alcune scuole potranno ritrovarsi a fare lezione nei container. Infine ha affermato che nessun edificio pubblico, compreso il comune stesso, ha il certificato di idoneità statica né ha fatto le verifiche necessarie, quindi potenzialmente nessuna struttura pubblica può considerarsi sicura.


Questo articolo è stato letto volte.


Franco Mare


prenota


Banca dinamica Carismi


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Altri articoli in Politica


lagazzetta spazio pubblicità


venerdì, 17 novembre 2017, 23:05

Confartigianato incontra la politica: primo confronto con Massimo Mallegni

Confartigianato di Massa Carrara ha avviato un confronto con i politici del territorio per saggiarne i programmi e le iniziative che intendono adottare al fine di rilanciare la provincia. Ciò anche per l’approssimarsi delle elezioni sia politiche che amministrative locali. Il primo appuntamento era con Massimo Mallegni, candidato di FI alle...


venerdì, 17 novembre 2017, 23:02

Siamo tutti Piero e Stefano: il consiglio comunale di Carrara si schiera all’unanimità accanto agli operai licenziati da Nca

La folla  delle occasioni che contano, quelle nelle quali Carrara fa sentire forte il battito del suo cuore, ha assistito al consiglio comunale straordinario dedicato alla protesta di Stefano Zanetti e Piero De Luca che si è svolto stasera in sala consiliare


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


venerdì, 17 novembre 2017, 17:25

"Per la modifica di un termine slitta ancora il consiglio comunale di Massa": la rabbia di Benedetti

“Convoca” al posto di “costituisce” e il consiglio comunale di Massa, che si sta piazzando tra i più rinviati d’Italia, ha subito l’ennesimo slittamento.  Non cela il malumore il consigliere dell’opposizione Stefano Benedetti


venerdì, 17 novembre 2017, 17:20

Soccorso Nazionale: presentato a Massa il progetto di Fratelli d’Italia

Stamani, a Massa, presso la sede di Fratelli d’Italia, in Galleria Raffaello Sanzio, il Coordinamento provinciale del partito ha presentato un progetto, a carattere nazionale, dal nome significativo: Soccorso Nazionale


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


venerdì, 17 novembre 2017, 17:16

Il bosco della discordia

Il consiglio dei cittadini di Marina segnala alcune anomalie nel terreno destinato al bosco urbano ma l’amministrazione non accoglie bene i suggerimenti


venerdì, 17 novembre 2017, 13:06

Marmettola, sospesa l’autorizzazione all’escavazione

Marmettola, polvere e fanghi nei piazzali di cava: sospesa l’autorizzazione all’escavazione alla ditta Caldia Srl per la Cava M42 Rocchetta Caldia, a monte dell’acquedotto del Cartaro


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara