Anno 1°

lunedì, 21 maggio 2018 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

prenota

Aulla

Sfonda le vetrine e ruba l'incasso: arrestato dopo un lungo inseguimento

venerdì, 18 maggio 2018, 09:25

È stata una notte folle quella di un 21enne marocchino irregolare sul territorio nazionale, ma privo di precedenti penali; per fortuna lo straniero è stato arrestato dopo un lungo inseguimento dai carabinieri della stazione di Licciana Nardi che gli hanno impedito di fare nuovi danni.

Tutto è iniziato nelle prime ore della notte quando l’uomo ha sfondato la vetrina di una pizzeria utilizzando come ariete il vaso di una pianta; il cristallo è andato in frantumi ed il giovane è riuscito ad entrare all’interno portando via il registratore di cassa che conteneva 800 euro; una volta prelevati i soldi il registratore è stato abbandonato poco vicino all’esercizio pubblico. Non contento l’uomo è poi tornato nuovamente all’azione: questa volta ha utilizzato un treppiedi trovato lì vicino per sfondare la vetrina di un bar; la foga, però, gli è costata cara e l’uomo si è ferito alla braccia iniziando a sanguinare vistosamente. Nel frattempo ha iniziato a suonare l’allarme che ha messo in allerta i carabinieri di Licciana che si trovavano lì vicino; il giovane, spaventato dall’allarme, si è quindi dato alla fuga non prima però di aver rubato 260 euro dal registratore di cassa del bar. I carabinieri, giunti sul posto, lo hanno visto fuggire in lontananza ed hanno dato così inizio alle ricerche che hanno coinvolto diverse pattuglie della compagnia di Pontremoli e sono continuate per tutta la notte. Nuovamente è risultata preziosa la collaborazione dei cittadini che hanno fornito ai militari importanti elementi per mettersi sulle tracce dell’uomo. Il giovane vedendo diverse pattuglie dei Carabinieri e sentendosi braccato, si è quindi disfatto dei vestiti cercando di rendersi irriconoscibile; nudo ed ancora vistosamente sanguinante dalle braccia, si è liberato di una parte del bottino rifugiandosi poi in un casolare abbandonato.

I militari però non hanno mai interrotto le ricerche e dopo circa due ore la pattuglia della stazione di Licciana Nardi è arrivata al casolare dove ha trovato ed arrestato il giovane. Addosso aveva ancora 130 euro circa che sono stati sequestrati mentre non ha voluto dire dove è stata nascosto il resto della refurtiva.

Dopo l’arresto i carabinieri, grazie ad approfondite indagini svolte nell’immediatezza dei fatti, sono riusciti a ricostruire tutta la dinamica della vicenda e ad attribuire all’uomo entrambi i furti.

Considerate le delicate condizioni di salute il marocchino è stato portato al pronto soccorso dell’ospedale di Pontremoli dove è stato medicato dai sanitari; i militari lo hanno poi condotto nella mattinata successiva al carcere di Massa. Il giorno dopo si è tenuta l’udienza di convalida dell’arresto a seguito del quale il giudice ha disposto per il marocchino il divieto di dimora nella provincia di Massa Carrara. L’uomo è stato infatti ritenuto responsabile di furto pluriaggravato.

Le indagini svolte dai carabinieri hanno permesso di stabilire che si è trattato di un’azione non premeditata del giovane che ha agito da solo e senza alcuna organizzazione. Anche in questo caso i carabinieri sono riusciti ad individuare nell’immediatezza dei fatti il responsabile dei reati impedendogli di fare ulteriori danni, a dimostrazione dell’efficacia del controllo del territorio che, unito alla sempre pronta collaborazione dei cittadini, sta permettendo all’Arma di raggiungere soddisfacenti risultati sotto il profilo del contrasto alla criminalità.

 

  

 

 

 


Questo articolo è stato letto volte.


Franco Mare


Banca dinamica Carismi


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Altri articoli in Aulla


carispezia1


sabato, 19 maggio 2018, 16:33

Tre furti in due giorni: arrestato dai carabinieri, adesso va in carcere

Era tornato all'azione subito dopo il suo arresto, a seguito del quale era stato colpito dalla misura del divieto di ritorno nella provincia di Massa Carrara. Un giovane 21enne marocchino è stato arrestato nuovamente e questa volta condotto in carcere dopo un tentativo di furto al Lidl


sabato, 19 maggio 2018, 12:29

Sds Lunigiana: cresce dipendenza dal gioco d’azzardo, cala alcoolismo

Nei primi quattro mesi del 2018 ci sono già stati 35 nuovi ingressi, mentre nel 2017 sono state 301 le persone che si sono rivolte al Ser.D. Lunigiana di Aulla, il servizio pubblico che si occupa della prevenzione, cura e riabilitazione delle dipendenze e fornisce assistenza ed interventi ai singoli,...


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


venerdì, 18 maggio 2018, 10:32

“Vestitini Bianchi”, kermesse artistico letteraria a Quercia di Aulla

Fervono i preparativi per “Vestitini bianchi”, kermesse artistico letteraria ideata da Valentina Cosci, direttrice artistica di “QuerciArte” e fortemente voluta da Marina Pratici, delegata del comune di Aulla alla famiglia, realizzata in collaborazione con l’Associazione “La Quercia d’Oro” e il sostegno dell’assessore Alessandro Giovannoni


giovedì, 17 maggio 2018, 11:29

#AvantiInsieme per Aulla: "Killer Shoes, silenzio assordante dell'assessore Moretti"

Silvia Magnani e Arturo Andrea Demetrio del gruppo consigliare #AvantiInsieme per Aulla intervengono in merito all'iniziativa "Killer Shoes" che ha destato polemiche tra i commercianti aullesi


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


mercoledì, 16 maggio 2018, 17:21

Il gruppo “Avantiinsieme per Aulla” presenta un’interrogazione su sicurezza e videosorveglianza

Il gruppo consiliare #Avantiinsieme per Aulla, alla luce del verificarsi di episodi notturni e diurni che preoccupano i cittadini, hanno presentato un’interrogazione scritta al sindaco


domenica, 13 maggio 2018, 10:59

Premio Lunezia, Aulla e La Spezia gemellate per la ventennale rassegna

La "capitale" della Lunigiana si riappropria così di una manifestazione oggi patrimonio della cultura musicale italiana, patrocinata dal Ministero della Cultura e nata nel 1996 nella piccola piazza Cavour, ma già allora consacrata dalla presenza di Fabrizio De André e Fernanda Pivano


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara