Anno 1°

martedì, 22 gennaio 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

prenota

Aulla

Due stranieri arrestati per furto in appartamento

martedì, 25 dicembre 2018, 17:41

Mancano poche ore all’inizio del tradizionale cenone della vigilia di Natale, quando tutti iniziano a ritrovarsi con i parenti per celebrare al meglio l’avvento del Natale; vogliono approfittare di questo, forse, due malviventi cl. '86 e '89, già noti alle forze dell’ordine e di origine georgiana.

Uno dei due vanta un lungo curriculum criminale ed è già finito nella rete delle forze dell’ordine diverse volte per furti in appartamento. Lo stesso, proveniente da Firenze così come il complice, registra reati in diverse città d’Italia.

Hanno deciso di colpire nuovamente e questa volta, l’obiettivo individuato è un’abitazione ad Aulla. Diversi i sopralluoghi svolti già negli scorsi giorni, come segnalato da qualche cittadino ai carabinieri della locale stazione che per queste festività hanno intensificato i loro servizi di controllo del territorio.

I due si introducono con destrezza nell’obiettivo prescelto ed una volta salite le scale provano ad aprire la porta d’ingresso dell’abitazione. Peccato che la loro presenza sospetta è stata notata da un cittadino che ha ben pensato di avvisare tempestivamente i carabinieri che si trovano con una delle diverse pattuglie a presidio del territorio proprio nelle vicinanze.

I due malfattori si accorgono di qualcosa che non va e decidono di darsi alla fuga pochi secondi prima dell’arrivo dei carabinieri i quali, giunti sul posto, acquisiscono la descrizione dei soggetti ed iniziano a battere a tappeto la città alla ricerca dei fuggitivi. Dopo accurate e pressanti ricerche i carabinieri di Aulla riescono ad individuare i due malviventi che a piedi stanno cercando di confondersi tra gli altri.

Immediato il blitz che consente di bloccarli ed assicurarli alla giustizia. I due vengono portati in caserma e, dopo una perquisizione, vengono trovati in possesso di una scheda telefonica tagliata alle estremità, utilizzata verosimilmente per forzare le porte d’ingresso oltre che di un anello ed una collanina in oro, probabilmente provento di altri furti e sequestrati dai carabinieri. Per i due georgiani scatta quindi l’arresto in flagranza di reato e vengono trattenuti presso le camere di sicurezza della stazione di Pontremoli.

Infatti, alle 9 odierne i due sono stati immediatamente processati ed il Sost. Proc. della Procura di Massa, D.ssa Alessia Iacopini, oltre alla convalida dell’arresto, ha chiesto e ottenuto dal giudice l’emissione della misura della custodia cautelare in carcere nei confronti di uno, mentre per l'altro, privo di precedenti specifici, è stata disposta la misura dell'obbligo di dimora nella città di Firenze.

Continueranno in queste ore le ricerche di eventuali complici. I militari erano stati fiduciosi di poterli individuare considerato anche non erano verosimilmente a conoscenza dell’arresto dei complici ma la notizia, circolata immediatamente sui social, li ha probabilmente messi in allarme ed in fuga.

I carabinieri ringraziano sentitamente il cittadino che con la sua tempestiva segnalazione ha permesso all’Arma di assicurare alla giustizia i malviventi ed invitano tutti a segnalare tempestivamente al 112 ogni movimento sospetto; solo la segnalazione alle Forze dell’Ordine, infatti, può mettere i militari dell’Arma nelle condizioni di operare e la collaborazione dei cittadini è per i carabinieri fondamentale; diverse volte tante segnalazioni non arrivano ai Carabinieri o arrivano soltanto dopo che sono già circolate sui social, pregiudicando così il buon esito delle indagini, considerato che la segnalazione può venire a conoscenza anche dei malviventi e metterli in allarme.

Le indagini, infatti, fanno sempre il loro corso anche se i cittadini spesso non ne possono venire a conoscenza a causa del segreto investigativo che esiste proprio per non mettere in allarme le persone indagate e consentire che la giustizia faccia il suo corso. Indagini che continueranno senza sosta anche in questi giorni in particolare per capire se la banda disarticolata oggi si è resa responsabile di altri reati sul territorio. Rilevanti, comunque, i risultati raggiunti in questo 2018 anche sotto il profilo investigativo dai militari dell’Arma ed in particolare dai carabinieri della Stazione di Aulla che hanno scoperto, grazie alla scrupolosa ed attenta attività investigativa, 188 delitti su 509, con un incremento del 180% dei delitti scoperti rispetto al 2017 con più di un caso su 3 in cui è stato individuato l’autore dei reati. Dati che dietro la freddezza dei numeri nascondono impegno, sacrifico e dedizioni quotidiani che i militari della Stazione di Aulla hanno evidenziato nel loro lavoro nell’anno che ci apprestiamo a lasciare alle spalle.

Continuerà nelle prossime ore e per tutte le festività l’intensificazione delle pattuglie dei carabinieri, in divisa ed in borghese, sul territorio della Lunigiana con i militari continuamente al lavoro per garantire un Natale sicuro ai cittadini. Anche le stazioni carabinieri saranno, come di consueto, sempre aperte ai cittadini che avranno bisogno di rivolgersi all’Arma.

 


Questo articolo è stato letto volte.


Franco Mare


Banca dinamica Carismi


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Altri articoli in Aulla


carispezia1


martedì, 22 gennaio 2019, 15:26

Asl: "Potenziato il personale del CUP per far fronte ad una situazione eccezionale"

“Al CUP di Aulla si è verificata una situazione eccezionale dovuta al fatto che sono andati in pensione tre medici di famiglia di cui uno senza preavviso per motivi personali”. L’ASL Toscana nord ovest risponde ai consiglieri comunali di ‘Idee in comune’


martedì, 22 gennaio 2019, 14:16

Inchiesta carabinieri di Aulla: tutti i militari rinviati a giudizio tranne uno

Era accusato di falsa testimonianza, Mario Mascia, carabiniere di 51 anni originario di Oristano, ma è stato prosciolto su richiesta dello stesso pubblico ministero, Alessia Iacopini. Per tutti gli altri carabinieri coinvolti nell’inchiesta della Procura, svolta due anni fa , sulla base di testimonianze di diversi extracomunitari con più precedenti...


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


martedì, 22 gennaio 2019, 09:37

Medici di famiglia di Mulazzo: Franco Aiello ha terminato la sua attività

L'Azienda Usl informa che il dott. Franco Aiello, medico di famiglia dell'ambito territoriale di Mulazzo, ha cessato la propria attività il 21 gennaio 2019. L'ASL invita i suoi pazienti a scegliere un nuovo medico usando i diversi canali disponibili


lunedì, 14 gennaio 2019, 11:19

L’aullese Marina Pratici premiata a Imola per l’impegno a favore delle donne

Dopo un 2018 ricco di soddisfazioni, che si era chiuso con il conferimento della prestigiosa onorificenza di Ufficiale dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana, anche il nuovo anno promette di non essere da meno per l’aullese Marina Pratici, protagonista assoluta sulla scena culturale locale e nazionale, da sempre a fianco...


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


venerdì, 11 gennaio 2019, 11:10

Alla scoperta dei luoghi segreti del Medioevo: se ne parla a San Caprasio

Elena Percivaldi, storica medievista, saggista, giornalista, sabato 19 gennaio, alle 15,30, sarà al Museo di San Caprasio di Aulla per presentare il recentissimo volume  Alla scoperta dei luoghi segreti del medioevo, scritto con Mario Galloni, edito da Newton Compton Editori nella collana I volti della Storia


sabato, 5 gennaio 2019, 11:24

"Donne in rete": primo incontro per la Consulta delle Donne

La delegata alle Pari Opportunità Marina Pratici e l'assessore alle Politiche Sociali Tania Brunetti del comune di Aulla, con il delegato alle Associazioni Gabriele Gerini, invitano tutte le donne interessate a fare parte della “Consulta delle Donne” all'incontro fissato per giovedì 10 gennaio alle 21 presso la Sala del Consiglio...


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara