Anno 1°

sabato, 31 ottobre 2020 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

prenota

Aulla

Aulla: comune frontaliero che tiene testa al Covid

giovedì, 8 ottobre 2020, 11:33

di michela carlotti

Trascorsi sei mesi da quando in terra di lunigiana la minaccia covid ha fatto il suo funesto ingresso, è tempo di bilanci. Abbiamo incontrato il primo cittadino di Aulla, Roberto Valettini, che in questa durissima quadratura generale che ancora incombe su tutti, è stato il primo sindaco di lunigiana a dover fare i conti con il covid.

Risale al 29 febbraio l’individuazione del primo caso di positività al coronavirus: lo ricordiamo tutti, si trattava del musicista di Albiano che si era recato per un concerto a Codogno, fulcro del primo focolaio nazionale di diffusione del virus. Da quel momento, il primo cittadino si è trovato a dover fronteggiare un lungo percorso punteggiato da iniziative tempestive ed anche precorritrici di misure poi comunemente adottate ad altri livelli sovra comunali: dalle primissime azioni restrittive all’allentamento progressivo. Prima tra tutte, sicuramente la disposizione dell’isolamento domiciliare che è stata fin da subito applicata al caso di Albiano, ancor prima che il governo prendesse decisioni ed agisse ad ampio spettro su tutto il territorio nazionale con apposite Linee guida che l’ISS ha poi emanato la settimana successiva.

Precorritrice è stata senz’altro la distribuzione delle mascherine in arrivo dalla Cina, voluta da Valettini in un momento in cui addirittura i massimi esperti a livello nazionale erano in disaccordo tra loro sull’utilità di questi dispositivi e prima che ne fosse ordinata la fornitura attraverso i canali ministeriali e regionali, e cominciasse l’opera di distribuzione poi avvenuta dopo alcune settimane. In odor di primazie, va ricordato anche che Aulla è stato uno dei primissimi comuni lunigianesi ad effettuare la somministrazione del tampone a bordo auto, il cosiddetto drive-thru.

Nei suoi messaggi istituzionali diramati con puntualità confortante dalle sue pagine social, va riconosciuto a Valettini di aver posto fin da subito al centro dell’attenzione pubblica l’opportunità di destinare l’Ospedale delle Apuane a centro covid per allentare la morsa sugli ospedali di prossimità e mantenerne la funzione cui sono preposti nelle aree più disagiate ove devono garantire la copertura delle prestazioni sanitarie.

La preoccupazione iniziale del sindaco è stata particolarmente elevata a causa della naturale posizione geografica che espone Aulla ad una maggior vulnerabilità rispetto ad altri comuni di Lunigiana.

La tempestività di certi interventi è certamente servita ad evitare il rischio-focolaio molto concreto sia per la posizione frontaliera ed anche per la presenza di numerose case di riposo. Sono quattro le residenze sanitarie assistite nel territorio comunale aullese e sul punto il sindaco ha voluto espressamente manifestare il suo sollievo: ”Un dato certamente positivo – ha detto Valettini “è che Aulla non ha avuto nelle quattro case di riposo, alcun caso di positività al covid. Io scrissi subito ai Direttori delle strutture – prosegue Valettini - affinché fosse prestata rigorosa attenzione ai protocolli precauzionali a tutela massima delle persone ricoverate”.

In un contesto di estrema indeterminatezza, c’è chi non ha deciso e chi invece ha deciso, magari anche sbagliando: ad onor dei fatti, va detto che Valettini non ha mancato di decidere. Recentissima, e probabilmente non ultima, è l’ordinanza che statuisce l’obbligo di utilizzare le mascherine sempre e ovunque fuori casa. Un provvedimento che è stato ben recepito dai cittadini e poi adottato da tutti gli altri sindaci di lunigiana, perfino precursore della regola che proprio da oggi, giovedì 8 ottobre, scatta per tutto il territorio nazionale come prevede il nuovo dpcm firmato dal presidente Conte.


Questo articolo è stato letto volte.


Franco Mare

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Altri articoli in Aulla


prenota_spazio


giovedì, 29 ottobre 2020, 16:18

Fiocchi e luci rosa per il mese della prevenzione del tumore al seno

La consulta delle donne di Aulla, unica del comprensorio lunigianese, vuol dare il suo segnale forte di adesione alla campagna internazionale di sensibilizzazione per la prevenzione del tumore al seno


mercoledì, 28 ottobre 2020, 17:15

Lo sfogo dell’Orso: “Ci siamo adeguati come ha detto Giuseppi, ora lasciateci lavorare”

Sì, l’Orso: è con questo soprannome che è noto a tutta la Lunigiana Guido Innocenti, titolare dell’omonimo Bar di Pallerone dal 1991 al 2011 e poi avventuratosi nel mondo della ristorazione con l’apertura della Pizzeria Controvento a Serricciolo, sempre nel comune di Aulla


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


domenica, 25 ottobre 2020, 10:30

Aulla, ricorre oggi il triste anniversario dell’alluvione

In ricorrenza del triste giorno in cui, nove anni fa, l’alluvione travolse la città, il comune di Aulla informa la cittadinanza che alle ore 11.15 sarà celebrata la S. Messa presieduta dal Vescovo Giovanni Santucci ed alla presenza del presidente della Regione Toscana Eugenio Giani


mercoledì, 21 ottobre 2020, 17:56

Presentata la raccolta antologica, a cura di Marina Pratici, “Decameron 2020-Racconti e poesie dalla quarantena”

Nata da un’idea della scrittrice e poetessa Marina Pratici, originaria di Aulla in Provincia di Massa Carrara, nei giorni scorsi è stata presentata in prima nazionale a Pescia, presso la suggestiva location del Palazzo del Palagio, la raccolta antologica “Decameron 2020-Racconti e poesie dalla quarantena” 


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


martedì, 20 ottobre 2020, 13:43

Piazza “Smisurata Preghiera”: l’area verrà riconsegnata alla città e ribattezzata col titolo della canzone di De André

Un evento eccezionale, unico nel suo genere: per la prima volta in Italia il titolo di una canzone entra nella toponomastica per diventare indirizzo civico. E domenica prossima avrebbe dovuto essere celebrata la cerimonia di intitolazione della piazza del Belvedere alla canzone “Smisurata preghiera” di Fabrizio De Andre’


giovedì, 15 ottobre 2020, 18:48

22 ospiti positivi in una RSA: 5 sono ricoverati nelle cure intermedie

Nella RSA “ Michelangelo” 22 degli 80 ospiti presenti sono risultati positivi al Coronavirus. Ad oggi. 3 sono stati trasferiti alle cure intermedie di Lucca e 2 alle cure intermedie di Massa


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara