Anno VIII

lunedì, 8 marzo 2021 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

prenota

Aulla

A San Caprasio esposto il paliotto dell'altare della Madonna del rosario

domenica, 17 gennaio 2021, 20:03

di riccardo boggi

Nel 1942, in pieno conflitto mondiale, quando le bombe non avevano ancora colpito Aulla, Antonio Cappellini pubblicava con la tipografia Terrile Olcese di Genova un fascicolo intitolato “Aulla e la sua insigne Abbazia”, una sintesi di studi già noti, ma importante per portare un po’ di luce sul destino di tre grandi formelle di marmo che, dopo tante traversie, hanno finalmente trovato una definitiva collocazione museografica.

Nella citata pubblicazione le tre formelle sono descritte assemblate con la didascalia “paliotto dell’altare della Madonna del Rosario” che in una piantina del 1857 era collocato nella navata sinistra; dopo il bombardamento della navata il paliotto non fu più ricomposto e le formelle furono depositate senza una collocazione razionale in vari angoli della chiesa.

Ora San Michele che calpesta il diavolo e la Madonna del Rosario, con ai piedi un Santo cappuccino con la bisaccia e il cuore in mano, affiancano di nuovo la Madonna della Misericordia di Savona raffigurata nella formella centrale. Le tre formelle sono di buona fattura, probabilmente databili tra seconda metà del XVI e prima metà del XVII secolo: certamente sono giunte in san Caprasio all’epoca del governo della famiglia genovese dei Centurione ai quali quasi certamente si deve la devozione, insolita in Lunigiana, alla Madonna della Misericordia di Savona.

Il 18 marzo 1536, la Madonna di Misericordia apparve al contadino Antonio Botta in una località a circa sette chilometri dal centro di Savona: l’immediato clamore trasformò il luogo in meta di pellegrinaggio e la Madonna fu acclamata patrona della città e dell’intera Repubblica di Genova. Nella formella di Aulla la Vergine, che accoglie a braccia aperte, è raffigurata scesa in terra, ha i piedi posati su una roccia dalla quale spuntano erbe e fiori, mentre il contadino Antonio Botta è devotamente posto in ginocchio, con il cappello che tiene ancora in mano, mentre sulla destra troviamo un angelo inginocchiato che regge un cartiglio con la scritta “Praepotens matris misericordie presidium”.

Bella è la raffigurazione di San Michele, quasi un eroe classico, con lo sguardo fiero rivolto al cielo e i capelli al vento, la bilancia tenuta in alto e la spada rivolta in basso, mentre calpesta con entrambi i piedi il diavolo, circondato da fiamme. Di più difficile interpretazione è la formella raffigurante la Madonna del Rosario : è una classica apparizione tra le nuvole, reca sulle ginocchia Gesù bambino, che si tiene attaccato al velo, e con una mano porge il Rosario ad un Santo frate “da cerca” con i sandali che reca ai piedi una bisaccia e dona alla Madonna il suo cuore.

Anche qui lo scultore ha raffigurato fiori e vegetali, ma l’incognita è il Santo sul cui nome ci sono diverse ipotesi da accertare. Nel progetto di allestimento del percorso di visita di San Caprasio le tre formelle sono collocate nel salone rinnovato, nei pressi della torre musealizzata, in continuità con la saletta che ospita la collocazione di marmi policromi di altari, frammenti di stemmi di casa Centurione oltre alla documentazione fotografica degli arredi della chiesa così come si presentavano prima dei danni bellici.

 


Questo articolo è stato letto volte.


Franco Mare

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Altri articoli in Aulla


prenota_spazio


venerdì, 5 marzo 2021, 18:09

Ancora tamponi gratuiti nel comune di Aulla: i numeri dei contagi da inzio pandemia ad oggi

Prosegue la disponibilità del comune di Aulla ad effettuare tamponi rapidi antigenici gratuiti ai suoi cittadini. Il consigliere delegato alla salute, Katia Tomè, ha comunicato che questa settimana sono stati effettuati 20 tamponi, di cui nessuno è risultato positivo


giovedì, 4 marzo 2021, 19:48

Al via la rimozione dei cumuli alluvionali alla Ragnaia: quali sorti, invece, per il cinema “Città di Aulla”?

Sono passati ormai 10 anni dalla tragica alluvione che travolse la città di Aulla il 25 ottobre 2011, sommergendola in un'ondata letale di fango in cui persero la vita due persone, Enrica Pavoletti e Claudio Pozzi, e si spensero per sempre le luci di numerose attività commerciali


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


venerdì, 26 febbraio 2021, 17:56

Cisl: "Dipendente lasciata 10 mesi senza stipendio, il comune revochi l’appalto”

E’ una storia che va avanti ormai da troppi anni, quella dei ritardi nella retribuzione dei dipendenti che lavorano per la cooperativa sociale “Stella Azzurra” di Aulla


giovedì, 25 febbraio 2021, 15:06

Crollo ponte, Cna si costituirà parte civile: "Il territorio ha diritto di chiedere risarcimenti’

Giacomo Cucurnia, funzionario sindacale che segue le imprese di Albiano e della Garfagnana, durante la conferenza stampa, da remoto, di questa mattina spiega la situazione in cui riversano le zone interessate, sia a livello economico che di mobilità


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


mercoledì, 17 febbraio 2021, 19:40

Biglioli (Forza Italia): "Sul ritorno del Pet 118 alla Croce Bianca di Aulla hanno vinto i cittadini”

“Il ritorno del Pet 118 alla Croce Bianca di Aulla è, anzitutto, una vittoria dei cittadini. Ed una conseguente sconfitta di Asl, regione e certa politica”. Parole di Nicola Biglioli, coordinatore di Forza Italia di Aulla


sabato, 13 febbraio 2021, 09:36

Aulla festeggia San Valentino premiando due coppie e con un reading poetico online “Oltre l’ultimo dei sogni”

Su idea della delegata alla cultura del comune di Aulla, Marina Pratici, idea realizzata in collaborazione con la consulta delle donne, domenica 14 febbraio, festa di San Valentino, due coppie sposate da molti anni saranno premiate con una pergamena, una rosa ed un libro di poesie d’amore


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara