Anno XI 
Venerdì 19 Agosto 2022
 - GIORNALE NON VACCINATO
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie

Scritto da Redazione
Notizie brevi
04 Luglio 2022

Visite: 184

La direzione dell'Azienda USL Toscana nord ovest tiene sempre in grande considerazione le richieste che sindaci e amministratori locali fanno in rappresentanza dei propri cittadini e dei territori che governano. Ogni amministrazione locale è costantemente coinvolta nelle scelte del governo sanitario attraverso la conferenza aziendale e le conferenze zonali dei sindaci.

La disponibilità ad un incontro con il primo cittadino e con l'assessore alla sanità di Pontremoli per discutere delle criticità della Lunigiana non è mai mancata e le questioni sollevate sono ben conosciute dall'Azienda. A quella che sembra la costante preoccupazione degli amministratori, sempre sottolineata in ogni intervento sulla stampa, ovvero la richiesta di nomina del responsabile della struttura complessa direzione medica di presidio Fivizzano e Pontremoli, l'azienda ha già avuto modo di rispondere che la procedura è già stata avviata, compresa l'attivazione della richiesta in sede regionale. 

Nello specifico dei bisogni sanitari della Lunigiana, si precisa che questi sono gestiti in ottica di rete. In un quadro caratterizzato da carenza di medici in molte specializzazioni (comprese il pronto soccorso, la radiologia e la ginecologia), dalle problematiche Covid e da risorse pubbliche da gestire con appropriatezza, gestire i servizi in rete garantisce livelli di assistenza sanitaria uguali per tutti i cittadini, in qualsiasi comune essi abitino.

Si prenda la questione dei pazienti del pronto soccorso. Gli ospedali della provincia di Massa Carrara, compresi i pronto soccorso e i reparti di medicina, lavorano in rete. Il Noa si occupa di tutti casi più gravi che non possono essere presi in carico da Pontremoli e Fivizzano. Quando al Noa i pazienti più gravi sono stati curati e stabilizzati, soprattutto se risiedono in Lunigiana, vengono spostati a Fivizzano e Pontremoli per concludere il loro decorso. E' una richiesta che spesso fanno gli stessi familiari, che così hanno il proprio congiunto vicino a casa. E ciò permette di liberare posti al Noa, dove in caso di necessità, altri pazienti acuti saranno curati. Quindi non esistono pazienti rifiutati dalla costa inviati in Lunigiana. Tutti i pazienti sono invece curati nei luoghi più appropriati rispetto ai singoli bisogni proprio per garantire a tutti gli stessi standard di assistenza.

Anche le prestazioni di follow up dei pazienti oncologici sono gestite in rete. I pazienti che vengono presi in carico dalla struttura di oncologia di Massa, che si occupa anche dei pazienti della Lunigiana, hanno tutti un piano di esami diagnostici e di controllo programmati dalla struttura stessa, che per renderli possibili nei tempi richiesti utilizza in rete tutte le risorse a disposizione, comprese le strumentazioni di Fivizzano, dove dal giugno scorso scorso è stata attivata la nuova Tac (per un investimento di 400mila euro in 5 anni) e di Pontremoli, dove si prevede che la nuova Tac sarà pronta per l’uso entro la fine dell’estate (anche in questo caso per un investimento di 400mila euro in 5 anni). Per cui può capitare che pazienti residenti in Lunigiana debbano recarsi sulla costa o che pazienti della costa debbano recarsi in Lunigiana, in una logica che non è quella del tutti contro tutti ma quella di assicurare a tutti esami e controlli nei tempi richiesti.

Pin It
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie

ULTIMI ARTICOLI

Spazio disponibilie

Maestro per eccellenza, si è preso il lusso di cantare spiritualità ed esoterismo con leggerezza ed ironia, raggiungendo ogni platea, assorbendo perfino la capacità di consapevolezza del pubblico, che ha cantato ogni suo testo, anche i più irraggiungibili, senza porsi troppe domande

L'evento ha interessato tutta la Regione, ma, soprattutto, le province di Lucca con Versilia e Garfagnana e Massa Carrara

Spazio disponibilie

La donna è rimasta bloccata con il braccio e la gamba sinistra schiacciati. I vigili del fuoco hanno lavorato smontando il pavimento della roulotte e utilizzando i cuscini di sollevamento hanno liberato la donna e affidata al personale sanitario del 118

Due decessi e 18 feriti (2 codici rossi, 11 codici gialli e 5 codici verdi). E’ questo il bilancio dell’attività svolta dal 118 per il maltempo nella zona nord dell’Azienda USL Toscana nord ovest (Massa Carrara, Lucca e Versilia), ma il conto sale a 41 feriti se si considerano tutti gli accessi in ospedale legati alle avverse condizioni atmosferiche

Spazio disponibilie

Confcommercio Imprese per l'Italia – Province di Lucca e Massa Carrara esprime in primo luogo le sue più sentite condoglianze alle famiglie delle due persone decedute a causa dell'ondata di maltempo che nella mattinata di giovedì ha colpito con eccezionale violenza i territori di propria competenza

Frazioni della valle del Renara in sofferenza idrica e si rivolgono anche al comitato “Una montagna da salvare”

La Lunigiana è stata colpita in misura assai minore, soprattutto nel versante da Comano verso Aulla dove i danni maggiori interessano l'erogazione del servizio elettrico Enel che registra 10 mila utenze al buio. Danni anche a diverse abitazioni con tetti doverli soprattutto nelle frazioni più esposte in altitudine

Una donna, Maria Laura Zuccari, 68 anni, è stata travolta e uccisa da un albero caduto al parco Ugo La Malfa ad Avenza. Inutili i tentativi di soccorrerla

Spazio disponibilie

Non si riconosco le strade della provincia di Massa Carrara, dopo che una tromba d'aria, insieme alla grandine hanno danneggiato ogni cosa e seminato il panico, nelle prime ore della mattina

Numerose le richieste di intervento pervenute al numero 112, in particolar modo per privati dissidi. L’attività preventiva e di controllo del territorio non ha registrato particolari eventi delittuosi

Spazio disponibilie

RICERCA NEL SITO

Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie