Anno XI 
Venerdì 19 Agosto 2022
 - GIORNALE NON VACCINATO
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie

Scritto da Redazione
Notizie brevi
30 Giugno 2022

Visite: 109

Mercoledì 29 giugno, giornata di forti disagi per i trasportatori nel bacino marmifero a causa di lavori non programmati di messa in sicurezza di alcuni tratti di strade, in particolare di Massara, nel cuore del bacino marmifero, che hanno bloccato il passaggio dei mezzi anche all'interno delle gallerie. File interminabili con decine di mezzi, ingorghi e disagi per chi guida e per le attività cave a partire da metà mattinata fino a pomeriggio inoltrato.

Una giornata di lavoro persa per molti operatori del trasporto e non solo. Tutta l’attività del distretto marmifero è stata di fatto bloccata da questi “interventi sicuramente necessari se c'è stata l'urgenza di dover svolgere delle operazioni in emergenza per il forte temporale della notte, ma è bene cercare di fare chiarezza - puntualizza Maurizio Bandecchi di Assotir Toscana -  che anche nelle emergenze va tutelato il lavoro di tutti: sarebbe bastato un minimo di informazione che con il passa parola avrebbe limitato i disagi di chi si è invece trovato bloccato sul camion, in alcuni casi anche in galleria per ore. E serve prevenire tali situazioni, programmando lavori di manutenzione”.

“Come Assotir abbiamo chiesto proprio la scorsa settimana – prosegue Bandecchi - che venissero svolti gli interventi di manutenzione e sistemazione delle sedi stradali del bacino marmifero, comprese le potature della vegetazione che ostruisce molti punti delle sedi stradali e che danneggia, come denunciato qualche giorno fa, anche le parti superiori dei mezzi. Proprio un simile caso aggravato dal temporale di stanotte pare sia stato il caso che ha determinato la situazione di stamani, ed è quindi logico che sarebbe stato difficile avvertire in tempo i trasportatori. Sarebbe però stato sufficiente un minimo di attenzione ed organizzare operazioni di prevenzione e di informazione, anche nel corso della mattinata, per diminuire i disagi di persone che erano a lavorare e che si sono accorti dell’imbuto che si stava creando, quando ormai era troppo tardi. Attività di controllo a valle invece ne sono state fatte, ma ci domandiamo se, almeno in urgenza, non fosse stato il caso di dirottare le forze in campo verso l’emergenza in corso ….. Anche i fatti di stamani dimostrano che il coinvolgimento della categoria è indispensabile per limitare gli ovvi disagi che inevitabilmente si innescano quando si interviene su sedi stradali che sono molto strette e non permettono quindi una percorrenza a senso unico alternato. I mezzi dovrebbero in qualche modo essere avvertiti prima di salire, altrimenti è facile comprendere come proprio per la mancanza di percorsi alternativi, si possano verificare degli ingorghi inestricabili, come stamani. Noi rimaniamo disponibili a collaborare affinché i disagi, sia per lavori programmati che in urgenza, possano essere minimizzati e i risultati ottimizzati”.

Pin It
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie

ULTIMI ARTICOLI

Spazio disponibilie

Maestro per eccellenza, si è preso il lusso di cantare spiritualità ed esoterismo con leggerezza ed ironia, raggiungendo ogni platea, assorbendo perfino la capacità di consapevolezza del pubblico, che ha cantato ogni suo testo, anche i più irraggiungibili, senza porsi troppe domande

L'evento ha interessato tutta la Regione, ma, soprattutto, le province di Lucca con Versilia e Garfagnana e Massa Carrara

Spazio disponibilie

La donna è rimasta bloccata con il braccio e la gamba sinistra schiacciati. I vigili del fuoco hanno lavorato smontando il pavimento della roulotte e utilizzando i cuscini di sollevamento hanno liberato la donna e affidata al personale sanitario del 118

Due decessi e 18 feriti (2 codici rossi, 11 codici gialli e 5 codici verdi). E’ questo il bilancio dell’attività svolta dal 118 per il maltempo nella zona nord dell’Azienda USL Toscana nord ovest (Massa Carrara, Lucca e Versilia), ma il conto sale a 41 feriti se si considerano tutti gli accessi in ospedale legati alle avverse condizioni atmosferiche

Spazio disponibilie

Confcommercio Imprese per l'Italia – Province di Lucca e Massa Carrara esprime in primo luogo le sue più sentite condoglianze alle famiglie delle due persone decedute a causa dell'ondata di maltempo che nella mattinata di giovedì ha colpito con eccezionale violenza i territori di propria competenza

Frazioni della valle del Renara in sofferenza idrica e si rivolgono anche al comitato “Una montagna da salvare”

La Lunigiana è stata colpita in misura assai minore, soprattutto nel versante da Comano verso Aulla dove i danni maggiori interessano l'erogazione del servizio elettrico Enel che registra 10 mila utenze al buio. Danni anche a diverse abitazioni con tetti doverli soprattutto nelle frazioni più esposte in altitudine

Una donna, Maria Laura Zuccari, 68 anni, è stata travolta e uccisa da un albero caduto al parco Ugo La Malfa ad Avenza. Inutili i tentativi di soccorrerla

Spazio disponibilie

Non si riconosco le strade della provincia di Massa Carrara, dopo che una tromba d'aria, insieme alla grandine hanno danneggiato ogni cosa e seminato il panico, nelle prime ore della mattina

Numerose le richieste di intervento pervenute al numero 112, in particolar modo per privati dissidi. L’attività preventiva e di controllo del territorio non ha registrato particolari eventi delittuosi

Spazio disponibilie

RICERCA NEL SITO

Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie