lagazzetta spazio pubblicità

Anno VIII

martedì, 18 gennaio 2022 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Ce n'è anche per Cecco a cena


Ce n'è anche per Cecco a cena

Matteo Renzi è stato ospite dell'amico Mohammad bin Salman mandante dell'omicidio del giornalista Jamal Kashoggi ucciso e fatto a pezzi mentre era ancora vivo: guardate questo film

domenica, 9 gennaio 2022, 21:07

di aldo grandi

A Lucca e nella Piana oltre, probabilmente, nella Media Valle e nella Garfagnana, ci sono politici ed amministratori i quali si vantano di essere schierati o di esserlo stati a lungo, a fianco dell'ex presidente del Consiglio Matteo Renzi, attuale leader di Italia Viva. Alcuni di loro, senza vergogna, inviano alle testate giornalistiche persino i suoi messaggi di Natale o anche comunicati di elogio sperticato di quello che, lo abbiamo già scritto e per questo siamo stati presi di mira da tutti i quotidiani nazionali del mainstream e dai vertici del Pd nazionale e regionale nel 2016, a noi è sempre sembrato un politicante senza arte né parte, senza contenuti, senza spessore, più adatto ad un talk-show o ad un reality-show dove l'ignoranza, la superficialità, l'ignavia, la spregiudicatezza prevalgono sulla profondità e sull'intelligenza. Matteo Renzi alcuni mesi fa si è recato a far visita a quello che egli definisce un grande amico e autore di un vero e proprio Rinascimento in terra saudita, il principe ereditario Mohammad bin Salman, vero e proprio tiranno del suo paese e a tutti gli effetti riconosciuto come il mandante di uno dei più efferati delitti degli ultimi anni, quello commesso dai suoi leccapiedi all'interno del consolato di Istanbul dove il giornalista dissidente del Washington Post Jamal Kashoggi venne ucciso e smembrato dopodiché bruciato in un forno nell'abitazione del console saudita...


Ce n'è anche per Cecco a cena

Obbligo vaccinale, vogliono annientarci: bene, che vengano a prenderci uno ad uno, casa per casa

mercoledì, 5 gennaio 2022, 22:30

di aldo grandi

Il verme ha strisciato e con lui l'accolita di serpi viscide incapaci e invertebrate. In Italia, in questo Paese che fa rimpiangere, adesso e diciamolo a voce alta parafrasando le parole di Renzo De Felice, anche l'Italia degli anni del consenso, è stato introdotto, unica in Europa, l'obbligo vaccinale per chi ha più di 50 anni. Non gli è bastato annientare l'economia, spingere al suicidio centinaia di persone, spedire in depressione o in esaurimento nervoso o anche dallo psichiatra decine di migliaia di individui. No, non è stato sufficiente. Non essendo stati in grado, inetti e dementi senza scampo, di affrontare ancor più che fronteggiare una pandemia che non aveva e non ha alcunché dell'epidemia, adesso ricorrono a tutto, alla violenza fisica pur di raggiungere il loro scopo che non è, badate bene, eliminare il virus, ma dimostrare di essere i più forti e di avere il potere in mano. Davanti ad una variante che fa ridere per non dire peggio, invece di suscitare e iniettare massicce dosi di ottimismo, di fiducia e di speranza, alzano ancora l'asticella del terrore e dimostrano di essere solo e soltanto bestie e belve avide di sangue. E noi dovremmo sentirci rappresentati da questo Governo?, da questa classe politica?, da questo presidente della Repubblica? Avevamo creduto nell'opposizione, nella Lega, in Salvini come argine allo strapotere del pensiero unico dominante e della maggioranza verniciata di rosso e invece ecco che si sono rivelati servi sciocchi e la peggior specie di traditori, persino peggio di chi, negli anni, ha fatto entrare in Italia cani e porci senza chiedere il permesso ad alcuno. Questo perché la Lega ha dimostrato di non essere diversa dagli altri e di guardare solo e soltanto al potere e ai soldi che ne derivano. Anche Bossi, al confronto di Salvini, è un gigante. Mai più e mai poi voteremo, a qualunque elezione, Lega, Forza Italia e qualunque forza politica ad esse alleate...


Ce n'è anche per Cecco a cena

Acrobati della vita

lunedì, 3 gennaio 2022, 16:20

di aldo grandi

Avrebbero dovuto seminare fiducia e speranza, invece sono stati solo capaci di diffondere, a piene mani, paura se non, addirittura, terrore. Avrebbero potuto infondere coraggio e voglia di reagire, al contrario hanno soltanto speso parole di divisione, intolleranza, odio. E qualcuno, il cosiddetto papa Francesco, aveva anche parlato di occasione per sviluppare la solidarietà. Ma quale?, ma quando?, ma, soprattutto, ma quanta? Siamo arrivati ad un punto in cui la gente non si sopporta più, le persone sono in guardia le une rispetto alle altre, la rabbia ha preso il posto della comprensione, la malvagità quello del rispetto. Non c'è più un dio, né una chiesa, tutti presi dietro alle loro disquisizioni tecnico-scientifiche neoglobaliste. Siamo rimasti soli, ognuno alle prese con la necessità di ricorrere ad una consapevolezza superiore ed interiore che aiuti a superare questo momento. Grazie al Covid i poteri più o meno occulti, in realtà ben palesi, hanno potuto mettere mano ad una ricomposizione sociale - o di classe come direbbero gli operaisti di un tempo - che ha come obiettivo la distruzione di tutto ciò che non può tenere il passo con i nuovi diktat imposti dai colossi multinazionali. Piccolo e anche medio vuol dire, oggi, maggiori possibilità di morte. Altro che pandemia, la vera morte si gioca sul tavolo della capacità di resistenza alle decisioni assassine con cui stanno piano piano distruggendo un intero sistema produttivo e una intera categoria produttiva. Da due anni tutto quello che doveva andare bene è, al contrario, andato male e anche i padroni del vapore non sanno più cosa fare e marciano in direzione ostinata e contraria ad ogni direttiva di buonsenso e di intelligenza emotiva...


Ce n'è anche per Cecco a cena

Campi di contenimento per no vax? Ci siamo quasi, non ci resta che... contagiarsi

venerdì, 31 dicembre 2021, 11:19

di aldo grandi

Di fronte a una variante Omacron pardon Omicron, che in Francia sta producendo oltre 200 mila contagi al giorno e in Italia 127 mila, i Governi senza sovranità dipendenti dagli organismi sovranazionali - Ue, Onu, Oms, Fmi etc. - hanno scelto, come unico rimedio, quello di prendersela con i cosiddetti, ma erroneamente, No vax. Perfino qualche aspirante politico come, ad esempio, il sindaco di Viareggio e probabile candidato a Lucca Giorgio Del Ghingaro si è augurato un lockdown spinto verso chi non vuole vaccinarsi. Un po' come durante il fascismo, se la guerra andava male la colpa era dei sabotatori e del fronte interno ispirato e composto dalla maledetta razza giudaica. Tempi molto duri, quindi, sotto tutti i punti di vista per chi non è allineato: non solo niente più cene al ristorante se non a cinque gradi sopra zero, né cinema, né teatri, né stadi. Adesso, dal 10 gennaio, sarà impedito ad una parte consistente della popolazione, almeno sei milioni di persone o poco meno, di potersi perfino introdurre in un bar per prendere un caffè al bancone o anche sedersi con i ghiaccioli in qualsiasi locale pubblico anche all'aperto. Potranno solamente entrare nei negozi e in quelli di generi primari visto che, per il momento, non li si vuole ancora affamare. E' evidente che questo noi lo chiamiamo tentato omicidio e nessuno ci toglie dalla testa che le conseguenze di questa sciagurata politica sanitaria devasteranno per chissà quanto tempo corpi, menti, cuori ed anime. Omicron, a quanto pare, e ne sbatte dei vaccini e colpisce senza guardare in faccia nessuno e, almeno in ciò, rappresenta (sic!) un indice di eguaglianza ritrovato...


Ce n'è anche per Cecco a cena

Il tempo del bastone, della carota e della disobbedienza

sabato, 25 dicembre 2021, 11:31

di aldo grandi

L'ultimo che osò scrivere e far pubblicare un libello con tale titolo fu, tanti anni fa, l'omino che finì appeso a testa in giù a piazzale Loreto. Ce l'aveva con i traditori, quelli che, secondo lui, non avevano fatto appieno il proprio dovere. E' trascorso, ormai, quasi un secolo, ma la metafora del bastone sulle mani e la carota nel c..o regge sempre e e, soprattutto, rende bene l'idea. Questo nuovo governo ispirato dai virologi e dagli esperti del comitato tecnico scientifico continua ad alternare a seconda delle stagioni sia il bastone sia la carota con il risultato, sempre più evidente, che gli italiani e gli europei od occidentali, vanno in giro completamente fuori di testa: basti guardarsi attorno per rendersi conto che ci sono persone che indossano la mascherina anche da sole nell'abitacolo della propria auto oppure mentre sono all'aperto e camminano in aperta campagna. La paura purtroppo è molto più contagiosa del Covid e miete più vittime a lunga durata in particolare tra i vivi cosa che, ai padroni del vapore, fa molto, ma molto più comodo. E' indubbio che il virus circoli e i contagi siano in aumento, ma da che mondo è mondo in inverno e con le basse temperature le infezioni alle vie respiratorie sono un classico, diremmo quasi una consuetudine. Ovvio, quindi, che i contagi aumentino. E' vero, perché non dirlo?, che i vaccini hanno rallentato i contagi e, quindi, i ricoveri. Altrimenti a cosa servirebbero? Tuttavia non hanno reso immuni coloro che vi hanno fatto ricorso. Anzi. Ha fallito la scienza? No, più semplicemente contro questa influenza estremamente aggressiva non c'è vaccino che tenga, almeno per ora e stando all'evidenza. Comunque sia prepariamoci all'ennesima buffonata di questi virologi a un tanto al chilo: per costringerci a vaccinarci adesso anche il caffè al bancone è vietato...


prenota_spazio

prenota

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Ultime notizie brevi


lagazzetta spazio pubblicità


martedì, 18 gennaio 2022, 19:19

Scomparsa di Elio Lazzarotti, maestro dello sport Coni Massa

L’associazione “Alberto Benetti” si unisce al dolore della moglie Carla e delle figlie Alessandra, Elena e Giulia per l’improvvisa scomparsa di Elio Lazzarotti, maestro dello sport Coni, amico e già membro dell’Associazione. I funerali si terranno mercoledì 19 gennaio alle 15 presso la chiesa dei Quercioli.


martedì, 18 gennaio 2022, 15:09

Albiano, Cna su varo campata centrale: "Ora rispettare tempi per completare opera"

"Molto bene il varo della campata centrale del nuovo ponte di Albiano Magra ma ora si rispetti il tabellino di marcia per non danneggiare oltre cittadini ed imprese". Ad invocare il rispetto dei tempi di realizzazione del nuovo ponte di Albiano Magra è Cna che ha seguito con molto interesse...


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


martedì, 18 gennaio 2022, 15:08

A Massa Carrara 7,3 milioni di euro per riqualificare 187 alloggi Erp

Sono 187 gli alloggi di Edilizia residenziale pubblica situati in provincia di Massa Carrara che verranno riqualificati grazie ad un intervento da 7.328.000 euro nell’ambito di “Sicuro, verde, sociale”, il programma finanziato garzie al Next Generation EU e al Pnrr (Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza – Fondo Complementare).


martedì, 18 gennaio 2022, 13:31

Le Farfalle in cammino: assemblea annuale dei soci

Gennaio è tempo di buoni propositi e di nuovi inizi. Anche Farfalle in Cammino, associazione di Turismo Responsabile nata nel 2004 in Lunigiana, invita all'assemblea dell'associazione; aperta non solo ai soci, ma anche a tutti coloro che hanno interesse nel conoscere le iniziative del gruppo.


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


martedì, 18 gennaio 2022, 13:24

Sin-Sir Massa Carrara, Monni: “Entro gennaio i lavori nell’area ex colonia Torino”

Partiranno entro gennaio i lavori per la rimozione dei rifiuti dall’area residenziale davanti l'ex colonia Torino a Massa, finanziati dall’accordo di programma 2016.Terminata il 29 ottobre scorso la fase di gara, e conclusasi nei giorni scorsi la valutazione delle offerte pervenute, i lavori sono stati finalmente aggiudicati da parte di...


martedì, 18 gennaio 2022, 12:42

Il Consorzio aderisce al 'Fit for 55' lanciato dalla commissione europea per affrontare la trasizione ecologica

L'ambiente e le energie rinnovabili come fonte di risorsa e di sviluppo per proseguire a pieno regime nella direzione europea della transizione ecologica. Questa la sfida ambientale lanciata dal Consorzio 1 Toscana Nord con l'approvazione del piano triennale (2022-2024) per l'ambiente e le energie rinnovabili da parte dell'assemblea consortile.  Un...


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


martedì, 18 gennaio 2022, 11:09

Annuale di counseling di Aspic Toscana anche quest'anno a Carrara

E' dello scorso 12 gennaio l'approvazione alla Camera, praticamente all'unanimità, della proposta di legge che abilita all'utilizzo, insegnamento e valorizzazione delle competenze non cognitive in ambito didattico. Proposta che finalmente prevede una sperimentazione alla formazione di competenze extradisciplinari ad oggi sempre più importanti al fine di incrementare le cosiddette 'life...


martedì, 18 gennaio 2022, 11:08

Mastorci (Cisl-Fp): "Assunzioni in sanità insufficienti, presidio in regione"

"Finalmente il Governatore Giani si è accorto che c'è un problema in sanità in Toscana, ma gli infermieri e tutte le altre figure sanitarie che dovranno essere assunte su tutto il territorio della Asl Nord Ovest, non sono una risposta al fabbisogno che in realtà c'è.


martedì, 18 gennaio 2022, 10:45

Paolo Schiavocampo, scomparso l’artista che ha contribuito alla ricerca e alla cura dei pazienti della Monasterio

Scomparso Paolo Schiavocampo, l’artista di fama internazionale dal cuore gentile.Durante la sua lunga e prolifica carriera è stato apprezzato in ogni angolo del mondo, collaborando con i maggiori artisti ed esponendo nelle più belle città di tutto il mondo.


martedì, 18 gennaio 2022, 10:20

Sindacato, Guerranti confermato alla guida della Femca-Cisl Toscana

Massimo Guerranti è stato confermato segretario generale per la Toscana della Femca, il sindacato Cisl che segue i settori della moda, energia e chimica. L'elezione è avvenuta al termine del Congresso regionale, svoltosi ieri a Firenze.