lagazzetta spazio pubblicità

Anno VIII

sabato, 6 marzo 2021 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Ce n'è anche per Cecco a cena


Ce n'è anche per Cecco a cena

Draghi di carta(pesta): questo Governo fa schifo e la gente non ce la fa più a sopravvivere

sabato, 6 marzo 2021, 14:10

di aldo grandi

Che popolo di imbelli, sciocchi, stupidi, idioti che siamo. Tutti credevamo che con l'avvento di Mario Draghi, come per incanto, tutto sarebbe cambiato e, magari, tornato come prima. E questo solo perché Draghi, oltre ad essere un economista, sarebbe anche nelle grazie dei mandarini a capo degli organismi sovranazionali i quali, dopo aver massacrato le identità dei singoli paesi, adesso vogliono radere al suolo anche i popoli che li compongono. Peccato che monsieur Draghi altri non è se non un prodotto di quella finanza internazionale e di quei mercati che, loro sì, ormai, sovrani, gestiscono le nostre vite e l'intero pianeta in base a parametri studiati a tavolino o nei containers della Scienza senza nemmeno scendere in strada per vedere come sta la gente comune. E quest'ultima sta, è bene dirlo forte, di merda. I dati Istat sulla povertà nel nostro (dis)graziato stivale sono impietosi e, sicuramente, in difetto. E' passato un anno dal primo lockdown totale e che cosa è cambiato? Nulla, assolutamente zero e questo, a menti lucide e logiche dovrebbe già significare qualcosa. Invece no. Tutte pecore di un gregge di invertebrati che sta andando consciamente e allegramente verso il precipizio. Un anno nel corso del quale sono state distrutte decine di migliaia di aziende, sconvolti decine di migliaia di studenti, annientate decine di migliaia di persone che hanno perso tutto: dagli affetti alla libertà, dalla fiducia alla speranza, dal lavoro alla voglia di vivere. Sì, perché l'unico risultato di questa classe digerente che non sa essere dirigente, è quello di aver prodotto miseria, miseria e soltanto miseria...


Ce n'è anche per Cecco a cena

Aprire tutto, aprite tutti

mercoledì, 24 febbraio 2021, 23:05

di aldo grandi

Se qualcuno sperava che mister Mario Draghi avrebbe cambiato qualcosa beh, c'è soltanto da restare delusi. Il nuovo primo ministro avrebbe potuto e dovuto fare, se veramente voleva rappresentare una rottura rispetto al precedente sodalizio, l'opposto di ciò che era stato fatto fino al suo avvento: aprire tutto senza se e senza ma mantenendo le precauzioni minime, ma dando una spinta epocale al Paese che avrebbe, così, ripreso a vivere e, soprattutto, a respirare. Invece niente da fare. Tutto rinviato a marzo o, se proprio vogliamo dirla tutta, a quando il sole e il clima consentiranno di osare senza troppi rischi. Del resto siamo un popolo levantino come scriveva bene Giaime Pintor, e soltanto in determinati periodi storici minoranze rivoluzionarie riscattano la mediocrità del resto del tempo. Oggi, in questi tempi così mediocri e omogeneizzati, non solo non ci sono rivoluzionari nel reale senso della parola, ma nemmeno uomini che sappiano prendersi le proprie responsabilità. Tutto è demandato a re algoritmo, ogni decisione subordinata a parametri matematici dove l'essere umano e il libero arbitrio non trovano alloggio figuriamoci residenza. Che strano: questo popolo di pecore vede in Draghi il messia senza nemmeno rendersi conto che di messia, ammesso che sia esistito, ce n'è stato uno solo e, tanto per ringraziarlo, lo hanno messo in croce. Noi non ci facciamo illusioni: questa assurda emergenza sanitaria ha distrutto le fondamenta della società e ciò che resterà saranno soltanto rovine... 


Ce n'è anche per Cecco a cena

Riusciranno i nostri (sic!) eroi a ritrovare... quel che, ormai, è sparito per sempre

domenica, 14 febbraio 2021, 00:01

di aldo grandi

E' nato il Governo Draghi e, a leggerne i componenti, viene non soltanto l'itterizia, ma anche un profondo senso di rabbia misto a frustrazione e amarezza. Ci sono persone che, a dirla tutta, starebbero bene a pulire i cessi degli autogrill sulle autostrade di questo sfasciato Stivale: niente di nuovo sotto il sole, purtroppo. La gente, tuttavia, continua, foraggiata ad hoc dai quotidiani allineati, a vedere in monsignor Draghi chissà quale panacea dei nostri mali. Sciocchi, sono gli italiani, gli stessi di sempre. Credono e sperano nel miracolo, senza capire che i miracoli, ammesso che sia esistito, li sapeva fare soltanto uno che finì appeso su una croce per aver cercato, invano, di salvare tutti gli altri. Ora, è chiaro che il neo presidente del Consiglio in tutti i modi potrà finire fuorché come nostro signore Gesù Cristo. Ma chi si ostina a vedere in lui il nuovo messia non ha ancora compreso che, come ebbe a dire una volta Mussolini, in  peno periodo bellico, a un direttore di giornale durante uno dei suoi colloqui nella sala del Mappamondo a Palazzo Venezia: Sono vent'anni che sto cercando di fare l'Italia con lo sterco. In realtà dimenticava che, tra quello sterco, il primo ad esservi immerso era proprio lui, esempio di un'italica razza che di puro non aveva niente, ma di compromessi e di ossequi alla signora, tutto. A noi, sinceramente, una cosa sola avrebbe dovuto e potuto fare questo nuovo Governo appena insediato per dimostrare di essere diverso dagli altri: riaprire tutto Covid o non Covid, fottersene delle paure inutili di contagi che non contagiano altro che la nostra mente e che producono danni a mezzo servizio, e restituire alla gente il libero arbitrio di potersi scegliere come vivere e come, eventualmente, morire...


prenota_spazio

prenota

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Ultime notizie brevi


lagazzetta spazio pubblicità


sabato, 6 marzo 2021, 13:03

8 marzo: la superdonna Massa-Carrara, il fiore della resilienza

E' la nuova iniziativa promossa da Coldiretti Massa Carrara ed AFFI che ogni anno promuoveranno per esaltare e far conoscere la storia di una donna che, nell'ambito della sua impresa, del suo lavoro, della sua professione, della sua attività sociale e del suo impegno nella vita civile, è stata un...


sabato, 6 marzo 2021, 11:17

Lega: "Grazie all'amministrazione più bagni pubblici in città"

La Lega di Massa, dopo aver letto sulla stampa le giustificate osservazioni di un concittadino che lamentava l'assenza di bagni pubblici agibili nella nostra città, ci tiene ad informare della sensibilità e prontezza dell'amministrazione Persiani a questa problematica, tanto da aver già previsto sia la costruzione che l'implementazione di appositi...


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


venerdì, 5 marzo 2021, 18:05

Coronavirus, 53 nuovi casi in provincia

Nell’azienda USL Toscana nord ovest i casi positivi di oggi, 5 marzo, sono 333.


venerdì, 5 marzo 2021, 17:53

Bollette in arrivo in Lunigiana

GAIA S.p.A., Gestore del Servizio Idrico della Toscana Nord, informa che sono in arrivo le bollette dell'acqua nei Comuni di Fosdinovo e Mulazzo. Le bollette sono già state messe in consegna e scadranno il 9 aprile.


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


venerdì, 5 marzo 2021, 17:42

Verdi Massa Carrara: "Solidarietà a Riccardo Canesi, per gli atti di vandalismo subiti"

La Federazione provinciale dei Verdi, esprime solidarietà a Riccardo Canesi, vittima nei giorni scorsi, di atti di vandalismo nei confronti della sua autovettura e che egli stesso ha denunciato su un post molto apprezzato, sul suo profilo social.Riccardo Canesi, è stato insegnante di geografia per lungo tempo e ha sempre...


venerdì, 5 marzo 2021, 11:31

Pd: "Le dimissioni di Zingaretti un allarme da raccogliere a tutti i livelli"

Così interviene sulle dimissioni di Nicola Zingaretti da segretario, Luca Nicolini segretario Pd Montignoso: "I miei amici e i miei concittadini sanno che ho stima e rispetto per Gianni Lorenzetti, Sindaco di Montignoso e Presidente della Provincia di Massa Carrara.


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


venerdì, 5 marzo 2021, 11:11

Giornata mondiale del linfedema: la riabilitazione di Massa Carrara centro di riferimento regionale

Viene celebrata sabato 6 marzo a Roma, all'Istituto Superiore di Sanità, sede del Centro Nazionale Malattie Rare tra le quali è classificato il Linfedema, la Giornata Mondiale di Consapevolezza del Linfedema. In questa giornata le associazioni sono impegnate, a livello locale, regionale e nazionale, in numerose attività mirate a diffondere...


venerdì, 5 marzo 2021, 10:59

Il Garibaldi Carrara celebra la festa delle donne

Il Cinema Garibaldi Carrara celebra "La Giornata della Donna". Una riapertura "simbolica" a un anno dalla chiusura, e per denunciare una violenza di genere ancora troppo diffusa. Contro ogni chiusura mentale e culturale è lo slogan scelto dal Garibaldi Carrara con  FICE-Federazione Italiana Cinema d'Essai per la propria iniziativa,in programma...


venerdì, 5 marzo 2021, 10:51

Viabilità: parte la potatura dei tigli sulla Sp 1 a Montignoso

Sono 37 i tigli che costeggiano la Sp 1 di Montignoso nel tratto di viale Marina: i loro rami si affacciano sulla carreggiata stradale e creano pericolo alla circolazione, soprattutto di mezzi quali autobus e mezzi pesanti.


venerdì, 5 marzo 2021, 09:34

Sicurezza e conduzione gru mobili, i corsi sono anche online

Un ciclo di corsi promossi da Cna rivolti ai datori di lavoro e ai dipendenti. I corsi in partenza riguardano l'aggiornamento del rappresentante dei lavoratori per la sicurezza (4 ore) e per l'aggiornamento degli addetti alla conduzione di gru mobili che si svolgerà in modalità online (4 ore).