lagazzetta spazio pubblicità

Anno 1°

lunedì, 22 ottobre 2018 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Ce n'è anche per Cecco a cena


Ce n'è anche per Cecco a cena

Amaro Lucano

domenica, 7 ottobre 2018, 23:42

di aldo grandi

Qualcuno ha chiesto al sottoscritto di occuparsi, nella rubrica Ce n'è anche per Cecco a cena, del sindaco di Riace, Domenico Lucano, agli arresti domiciliari per aver favorito l'immigrazione clandestina organizzando e celebrando matrimoni tra alcuni abitanti del suo paese e donne sbarcate sulle spiagge italiane grazie all'apertura massiccia delle nostre frontiere portata avanti dalla Sinistra e dai suoi alfieri istituzionali. Non conoscendo le carte in possesso del pubblico ministero chi scrive non può dare un giudizio sulla necessità o meno della misura cautelare imposta al sindaco. Avendo conosciuto e frequentato per vari motivi esponenti della Sinistra extraparlamentare riesce difficile pensare che le accuse riguardino anche illeciti di natura economica ossia diretti ad arricchire le proprie tasche. E, comunque, non sarebbe questo, a modesto parere del sottoscritto, il problema principale. La foto del sindaco con il pugno chiuso della mano sinistra alla finestra della propria abitazione la dice tutta su quali siano la formazione, la mentalità, i principi, i valori, l'ideologia di questo personaggio addirittura dai soliti sciocchi yankees considerato una delle 50 persone più influenti del pianeta. E il bello è che noi italiani, provincialotti come sempre, tutti di corsa a imitare gli ignoranti a stelle e strisce. Non ci dilungheremo, quindi, sulla vicenda giudiziaria del sindaco di Riace se non per dire che non siamo né contenti né dispiaciuti per quello che gli è successo...


Ce n'è anche per Cecco a cena

Pullman imbrattato, episodio goliardico (forse anche qualcosa di più) che si poteva prevedere

venerdì, 5 ottobre 2018, 17:20

di aldo grandi

Un pullman del consorzio CCT con verniciati i giocatori della Carrarese è stato imbrattato dai tifosi della Massese quando se lo sono visto circolare lungo le strade cittadine. Attenzione, non era il pullman della Carrarese, bensì un normalissimo pullman in servizio pubblico nel territorio provinciale che, si sa, comprende sia Massa sia Carrara. Dal CCT hanno fatto sapere che presenteranno denuncia contro ignoti per danneggiamento aggravato. Giusto, anche perché ripulire l'automezzo avrà sicuramente dei costi. Ciònonostante e non per spezzare una lancia in favore del tifo calcistico, l'episodio, benché riprorevole, in tempi non politicamente corretti come quelli del secolo scorso avrebbe fatto sorridere e non avrebbe suscitato che la comprensibile rabbia dei cugini di Carrara e qualche articolo di fondo sul campanilismo duro a morire in terra italica e toscana in particolare. Chi scrive ha vissuto a Roma durante gli anni Settanta, quando i derby tra Roma e Lazio finivano sistematicamente con la guerriglia per le strade adiacenti lo stadio Olimpico, con grande sfoggio di camionette della polizia, lacrimogeni e lancio di sassi e quanto capitava a tiro. Oggi, a pensarci bene, se un pullman in servizio pubblico girasse per le strade di Roma con la foto dei giocatori della Lazio, beh, pensiamo che difficilmente resterebbe immacolato sia pure in epoca in cui tutto ciò che fanno e dicono i tifosi rischia di trasformarsi in un provvedimento Daspo o roba del genere...


Ce n'è anche per Cecco a cena

Meglio populisti che gufi

lunedì, 1 ottobre 2018, 23:04

di aldo grandi

A chi scrive Il Tirreno, quotidiano livornese schierato da sempre a sinistra, non è mai piaciuto granché, salvo quando, tanti anni fa, rappresentava, con la cronaca nera, la migliore scuola di giornalismo sul campo. Oggi, addirittura, l'autore di queste righe si è visto segnalare con un esposto all'ordine professionale da parte di due colleghe, una in servizio a Viareggio e una a Massa Carrara, per ipotetiche violazioni di uno dei codici etici ispirati dal Pensiero Unico Dominante. Negli ultimi anni, poi, il giornale labronico ha perso decine di migliaia di lettori, come, del resto, le altre testate cartacee e i suoi commenti, a leggerli, appaiono come ispirati da una stessa concezione lontana anni luce da quel cosiddetto buonsenso che piace tanto, invece, alla maggioranza degli italiani. Domenica mattina, tuttavia, capitatoci sott'occhio casualmente in un bar la copia del quotidiano, ci siamo messi a leggere l'editoriale a firma del direttore responsabile Luigi Vicinanza, persona dalla quale abbia sempre percepito una forte lontananza e i cui parti domenicali non ci avevano mai entusiasmato. Questa volta, però, abbiamo fatto fatica a non rileggere quel che aveva scritto perché ci sembrava impossibile, su un giornale del gruppo La Repubblica-L'Espresso, che un direttore arrivasse a comprendere quello che sta sotto gli occhi di tutti, ma che la Sinistra radical chic-choc e del politicamente corretto non vuole vedere. Vicinanza scrive: Non si può tifare per lo spread. Non si può esultare se la Borsa va giù. E' da irresponsabili prendersi la rivincita sugli avversari politici oggi al governo - bollati come irresponsabili a tutte le ore del giorno - augurandosi il tracollo finanziario del Paese...


Ce n'è anche per Cecco a cena

Una lunga rabbia

sabato, 29 settembre 2018, 00:07

di aldo grandi

Per chi non lo conoscesse e, sicuramente, saranno in molti visto il tempo trascorso, all'inizio degli anni Cinquanta fu pubblicato un libro che ebbe un certo successo. Lo aveva scritto Carlo Castellaneta, pugliese di origine, milanese di adozione e il titolo era proprio Una lunga rabbia. Era, in sostanza, la storia di un giovane alla ricerca della propria strada nell'Italia del secondo dopoguerra, devastata dalla guerra e in cerca di un futuro. Lo stesso autore, ex correttore di bozze alla Mondadori, poi giornalista al Corriere della Sera e direttore di Storia Illustrata, aveva esordito il decennio precedente con un bellissimo libro dal titolo Viaggio col padre dove si intrecciavano il passato, il presente e il futuro del protagonista durante un viaggio in treno dal sud a Milano.
A distanza di così tanti anni, in un'Italia completamente diversa dove la rivoluzione sociale ed economica ha lasciato posto e potere a quella tecnologica, c'è ancora qualcuno, il sottoscritto, che pur non essendo più giovane e nemmeno più figlio nonché padre per circostanze avverse, al termine di tre mesi di purga o di sospensione decisa dal collegio di disciplina dell'ordine dei giornalisti di Roma, che una lunga rabbia sa cosa significhi, soprattutto se ad essa si unisce la impossibilità di fare quello per cui ha sempre creduto nella democrazia e nella libertà ossia il mestiere di scrivere...


Ce n'è anche per Cecco a cena

Il guerriero ritrovato

martedì, 25 settembre 2018, 14:02

di barbara pavarotti

Suonino le trombe, rullino i tamburi. Il guerriero torna in pista. Era ora. Fra qualche giorno leggerete nuovamente gli editoriali di Aldo Grandi e questa rubrica tornerà al suo legittimo ideatore. Abbiamo cercato – un po’ qui un po’ là – di sostituirlo, ma con risultati abbastanza deludenti in verità perché Grandi, nel bene e nel male, è unico. Nessuno, in queste terre di provincia, sa sferzare a destra e a manca come lui. Perché di provincia si tratta, è inutile negarlo, qui siamo lontani dagli ardori e dagli strali che altri direttori lanciano dai rispettivi giornali. Aldo Grandi, che ha un’esperienza giornalistica multiforme e soprattutto vissuta sempre da bastian contrario, mai asservito alla logica del “tenersi buoni quelli che contano”, davvero è un’eccezione. Poi la redazione si è anche un po’ stufata di questa sua “vacanza” forzata e non vede l’ora che il suo direttore torni a dirigere le proprie “creature”. L’ottima e impareggiabile Cinzia Guidetti, direttore responsabile in sua assenza, non si è staccata per tre mesi dal computer e ha trascorso l’estate col cellulare incollato all’orecchio. La dura vita di chi dirige una squadra di 40 persone. Quindi è buono e sano che Grandi torni. Ha scontato la “pena”, ovvero la sospensione imposta dall’Ordine, ed è giusto che dal 28 settembre torni a farsi il cosiddetto mazzo...


prenota_spazio


prenota


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Ultime notizie brevi


lagazzetta spazio pubblicità


sabato, 20 ottobre 2018, 12:16

Cisl Fp: assicurazione "colpa grave" gratuita

La CISL FP da alcuni mesi ha attivato una polizza gratuita per "colpa grave" da mettere a disposizione di tutte le iscritte e gli iscritti. L’investimento a favore di lavoratrici e lavoratori è stato importante ma le richieste di attivazione della Assicurazione non è arrivata da parte di tutte/i le...


sabato, 20 ottobre 2018, 09:57

Iniziativa Pd su raccolta differenziata in centro

Il segretario del circolo Pd Massa Centro Marco Gemma annuncia che a breve verrà organizzata un'iniziativa con i residenti e verrà richiesto un incontro con Asmiu per risolvere la questione del cambio di orari e del limite a giorni stabiliti del conferimento dei rifiuti urbani.


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


venerdì, 19 ottobre 2018, 15:37

USL Toscana nord ovest, al via la terza "Settimana della Trasparenza"

Rafforzare la cultura della trasparenza e della legalità, accogliere i giudizi e i suggerimenti dei cittadini sulla cosiddetta “Amministrazione trasparente”: è questo l’obiettivo della terza “Settimana della trasparenza” organizzata dall’Azienda USL Toscana nord ovest e che si svolgerà dal 22 al 28 ottobre.“La normativa – spiega Maria Bartolozzi, Responsabile aziendale della Trasparenza –...


venerdì, 19 ottobre 2018, 09:08

Passeggiata della salute a Marina di Massa

Lunedi 22 ottobre alle 16 la Pro loco di Marina di Massa invita la cittadinanza alla "Passeggiata della salute". Ritrovo all'entrata dell' ex Parco dei conigli, lato Frigido. La passeggiata si realizza con la collaborazione e la partecipazione della sezione di massa dei Veterani dello Sport edella sezione provinciale  della LILT. Partecipate tutti, approfittate dell' organizzazione Pro...


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


giovedì, 18 ottobre 2018, 17:10

Suggestioni” di Roberto del Fosco nella cena con poeta alla Locanda Il Monastero

Torna il poeta Roberto Del Fosco, dopo il successo della presentazione del suo libro “Briciole”, arriva  “ Suggestioni” , l’ultimo lavoro dell’autore, particolarmente apprezzato da un gruppo di appassionate di poesia carraresi che hanno organizzato entrambi gli eventi.


giovedì, 18 ottobre 2018, 11:10

Sabato 20 ottobre i funerali di Gladys, la ragazza investita dal treno

E’ Bruno Lazzoni, il presidente della onlus Casa Betania, a comunicare la data delle esequie di Gladys Geremiah, la sfortunata giovane nigeriana, seguita da due anni proprio da Casa Betania, che 5 giorni fa è stata investita da un treno alla stazione di Pietrasanta.


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


mercoledì, 17 ottobre 2018, 17:57

Bonifica idraulica, il gruppo di minoranza: "Finalmente la delibera della giunta regionale detta chiarezza"

Il gruppo di minoranza in assemblea consortile Fortunato Angelini, Casali Pietro, Guidi Rolando interviene in merito a la bonifica idraulica della Toscana:


mercoledì, 17 ottobre 2018, 16:26

Apuane e Lunigiana, al via la nuova organizzazione per la richiesta di ausili e protesi

La ditta che ha in gestione il servizio, provvederà poi alla consegna, ritiro e manutenzione degli ausili direttamente al domicilio dopo aver fissato un appuntamento.


mercoledì, 17 ottobre 2018, 15:13

«Se scambio cambio»: giornate dei Musei Ecclesiastici

Sabato 20 e domenica 21 ottobre i Musei Diocesani di Massa e di Pontremoli aderiranno alle «Giornate dei Musei Ecclesiastici», che quest’anno ha raggiunta la VI edizione,  facendosi promotori, con altre realtà del territorio, di iniziative ispirate al tema dello «scambio».


mercoledì, 17 ottobre 2018, 14:12

Al CAP Centro Arti Plastiche di Carrara venerdì e sabato incontri e letture ad alta voce

Il Museo di via Canal del Rio ospita una serie di incontri a cura del Presidente della Commissione Cultura del Comune Cesare Bassani.