lagazzetta spazio pubblicità

Anno VIII

mercoledì, 23 giugno 2021 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Ce n'è anche per Cecco a cena

800 euro per un bacio: un insulto al buonsenso? No, all'intelligenza e alla voglia di vivere

mercoledì, 11 novembre 2020, 09:08

di aldo grandi

Prima domanda: che cosa avrebbe fatto il sottoscritto se, indossando una divisa da vigile urbano, si fosse imbattuto in due ragazzi, in tempo di Covid-19, intenti a scambiarsi un bacio appassionato senza indossare la mascherina all'aperto? Un problema che non si pone. Il sottoscritto non ha mai desiderato indossare una divisa. Anzi, così come per le maschere, non ha mai sopportato di essere diverso da quello che è. L'uomo non ha bisogno di autorità, ma di autorevolezza, solo così si rende credibile agli altri. E l'autorevolezza non la si acquista con una divisa, qualunque essa sia, bensì con l'intelligenza e il buonsenso. Il buonsenso, quindi, dovrebbe essere alla base di ogni comportamento umano, ma nel caso di Forte dei Marmi dove due ragazzi sono stati multati 400 euro a testa, il buonsenso è stato utilizzato o ci si è limitati all'osservanza, rigida e prettamente ligia al dovere e alla disciplina, della norma approvata dal Governo in materia di misure restrittive anti-Covid? Bene, noi non sappiamo come si possa affrontare due ragazzi intenti a scambiarsi un bacio e sanzionarli così come hanno fatto gli agenti di Forte dei Marmi. Ricordiamo bene, essendo, praticamente, cresciuti da trent'anni in Versilia, quante volte, di fronte agli extracomunitari intenti a vendere merce contraffatta in pieno centro, i vigili urbani abbiano fatto finta di non vedere, magari girando alla larga o, semplicemente, camminando così lentamente che nemmeno una tartaruga.

Evidentemente, però, il rispetto delle normative anti-Covid è più importante del contrasto alla criminalità diffusa. A parte questa considerazione, sicuramente opinabile, ciò che è accaduto nel week-end scorso non è, a nostro avviso, un insulto al buonsenso quanto, soprattutto, all'intelligenza. Sì, perché qui si tratta di appurare se, veramente, due ragazzi che si scambiano un bacio lingua in bocca uno di fronte all'altro siano o meno una minaccia per il resto dell'umanità. Bene, sfidiamo chiunque, a colpi di logica e di razionalità, a convincerci del contrario. Non vogliamo certo chiamare in causa quel dirigente sanitario.amministrativo che se ne è uscito in tempi remoti dicendo che per contrarre il virus bisogna stare lingua in bocca con un'altra persona per almeno quindici minuti. Per carità... Ma che un bacio, un gesto d'amore che, tra l'altro, produce certamente una esplosione di ormoni atti a combattere, meglio di ogni vaccino, la depressione e l'angoscia che questa fobia sparsa ai quattro venti sta creando e ha creato in tutti o quasi, possa infettare qualcuno è una bestemmia che nessun uomo o donna dotati di un minimo di autonomia di pensiero e indipendenza di giudizio può accettare.

Ed ecco qua il punto. Noi conosciamo il sindaco di Forte dei Marmi Bruno Murzi. E' un medico chirurgo, una persona che ha salvato, nel corso della sua esistenza, parecchie vite, che ha dedicato gran parte del suo tempo al benessere di chi soffriva. Ed essendo, quindi, un medico, ha la forma mentis del medico e, in questo caso, ossia l'emergenza sanitaria, agisce e la pensa come la stragrande maggioranza dei medici non a casa l'ordine dei medici ha chiesto un lockdown nazionale e spinto all'estremo.

Ma Bruno Murzi non è la Verità ché, quella, dovrebbe essere riservata o, almeno fino all'insediamento di Bergoglio, lo era per nostro signore Gesù. E' anche lui un essere umano e non può venirci certamente a dire che un bacio può essere fonte di contagio per migliaia di persone che si trovavano nelle vicinanze della coppia appassionata. E non può dircelo nemmeno se si trattasse di aver multato chi non indossa la mascherina all'aperto poiché nessuno, fino ad oggi, ha dimostrato razionalmente che questa serve a contrastare, all'aperto, il contagio. O vogliamo rammentare ciò che dicevano i componenti del Cts durante la scorsa pandemia, quando non solo la indossavano, ma dicevano che non serviva se non a chi aveva quotidiano contatto con i malati.

E allora? Allora, a costo di andare controcorrente come i salmoni, pesci magari sciocchi, ma molto, molto più apprezzabili, in tutti i sensi, delle anonime e pressoché insulse sardine che viaggiano in branco e non valgono granché, noi, riteniamo che il rispetto della legge o delle norme debbano, prima di tutto, essere accettate dalla gente che possiede un quoziente di intelligenza critica almeno al di sopra della media cosa che, indubbiamente, è piuttosto raro trovare. 

Anche durante il fascismo, quando vennero approvate le leggi razziali, nessuno protestò e, anzi, chiunque manifestasse parere contrario, non solo veniva arrestato o giù di lì, ma, addirittura, finiva nel mirino di tutti quegli zelanti cittadini delatori che non vedevano e non vedono l'ora di denunciare chi la pensa diversamente. Qualcuno, tra gli stessi ebrei, a questa osservazione ha risposto che adesso la situazione è differente, che il Covid non è il fascismo o il nazismo. Attenzione. Potrebbe diventarlo nel momento in cui qualcuno, sempre più persone, dovessero accorgersi dell'assurdità di alcune misure decise dal Governo. Se di questi tempi o nei tempi prossimi venturi, vi venissero a raccontare che chi non si vaccinerà sarà un pericolo sociale e sanitario spaventoso per tutti, cosa credete che farebbe la gente? Coloro che ragioneranno con la propria testa e si rifiuteranno di vaccinarsi finirebbero inevitabilmente come gli ebrei di tanti anni fa: discriminati, arrestati, confinati, perseguitati e, alla fine, probabilmente, eliminati. 

Non ne siete convinti vero? Pensate ancora di essere in grado di stabilire la linea oltre la quale stanno la follia e la dittatura di un pensiero unico e acritico imposti attraverso la paura, e la ragionevolezza e l'amore che i nostri governanti dovrebbero avere per i propri concittadini?

Allora, concludendo, ai due ragazzi che si sono scambiati un bacio dimostrando che l'amore va oltre la paura e le regole prive di senso, il sottoscritto, per quel che vale e per quel che conta, rivolge un grazie dal profondo del cuore. In una dittatura mascherata - chi non lo sa legga tutto ciò che riguarda Orwell, Pol Pot, Stalin e via dicendo - da finta democrazia, l'amore e il sesso sono le prime cose che vengono prese di mira perché amare e fare l'amore sono emozioni e gesti che rappresentano la vera natura dell'individuo che si ribella ad ogni costrizione della propria libertà. Libertà intesa a 360°. Quindi, a meno che non vogliate diventare come la massa del meraviglioso e cupo film 2022: i sopravvissuti, girato nel 1973 e che vi invitiamo a vedere, fate l'amore: fa stare bene e rilascia ossitocina e combatte il cortisolo. Che cosa è l'ossitocina? Chiedetelo agli agenti della polizia municipale che vi capiterà di incontrare. Magari, loro, potranno darvi una risposta.


Questo articolo è stato letto volte.


prenota_spazio

prenota

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Altri articoli in Ce n'è anche per Cecco a cena


lagazzetta spazio pubblicità


venerdì, 18 giugno 2021, 11:22

25 luglio - 8 settembre 1943: ecco perché noi non possiamo credere né fidarci della classe digerente

L'ignoranza e la demenza giovanile che alberga nelle ultime generazioni cresciute all'insegna della tecnologia esasperata e dei social elevati a religione dell'anima e del corpo, non solo non sa che cosa accadde tra il 25 luglio e l'8 settembre 1943, ma, presumibilmente, nemmeno crede che il 1943 sia stato un...


domenica, 13 giugno 2021, 16:43

Nordafricano accoltella la moglie italiana: anche da noi, come in Francia, in voga il 'très bien vivre ensemble'?

Diranno che siamo razzisti. O anche fascisti, magari persino nazisti. O, nel migliore dei casi, ignoranti. E solo in pochi oseranno sfidare il politicamente corretto e ammettere che, in fondo, siamo solo persone dotate di un minimo di buonsenso, merce alquanto rara di questi tempi e molto, ma molto più...


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


martedì, 8 giugno 2021, 22:58

Qualcuno sa dirci chi ci pagherà la fattura di 2 mila 100 euro intestata a Internazionale Marmi e Macchine spa?

Chi ci legge sa che noi non riceviamo sussidi né contributi pubblici e che le nostre sole entrate sono rappresentate dalla pubblicità. L'avvento del Covid, quindi, ci ha penalizzato non poco, ma abbiamo cercato di resistere e di non mollare.  Ovviamente molti clienti, soprattutto nelle zone della Lucchesia, sono rimasti...


domenica, 25 aprile 2021, 11:10

Resistenza e Liberazione, il 25 aprile è tutti i giorni in tempi di Covid

Vogliono darci ad intendere che arrestare qualcuno per furto o per spaccio sia, sostanzialmente, la stessa cosa o quasi che multare o denunciare chi contravviene alle misure coercitive imposte da questa classe digerente per fronteggiare questa emergenza sanitaria.


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


mercoledì, 14 aprile 2021, 22:22

14 aprile 2004: onore a Fabrizio Quattrocchi un italiano che ha saputo morire con dignità

Tutti, in questi giorni e nei prossimi a venire, a sciacquarsi la bocca con l'antifascismo, la liberazione, la resistenza e nessuno che provi ad azionare il cervello per cercare di comprendere che è tutto vero, l'Italia migliore seppe reagire alla tragedia della guerra perduta e della repubblica saloina serva dei...


venerdì, 9 aprile 2021, 23:40

Caro professor Canesi ce ne fossero come lei... quegli alberi senza vita sembrano un paesaggio post-atomico

Saremo sinceri. Non avevamo certo bisogno dell'articolo della collega Francesca Vatteroni sugli scheletri arborei che questa amministrazione pentastellata vorrebbe far diventare opere d'arte, per avere in simpatia, stima e anche ammirazione il professor Riccardo Canesi insegnante di geografia agli studenti delle scuole superiori.


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara