lagazzetta spazio pubblicità

Anno VIII

martedì, 15 giugno 2021 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Ce n'è anche per Cecco a cena

Qualcuno sa dirci chi ci pagherà la fattura di 2 mila 100 euro intestata a Internazionale Marmi e Macchine spa?

martedì, 8 giugno 2021, 22:58

di aldo grandi

Chi ci legge sa che noi non riceviamo sussidi né contributi pubblici e che le nostre sole entrate sono rappresentate dalla pubblicità. L'avvento del Covid, quindi, ci ha penalizzato non poco, ma abbiamo cercato di resistere e di non mollare.  Ovviamente molti clienti, soprattutto nelle zone della Lucchesia, sono rimasti fedeli mentre alcuni, dei già pochi, in provincia di Massa Carrara, si sono dileguati. E qualcuno, probabilmente non per sua volontà, non ha nemmeno pagato quel poco che avrebbe dovuto pagare e che, per noi, rappresenta una boccata d'ossigeno vera e propria. Anzi, una respirazione bocca a bocca. Ci riferiamo alla somma di 2 mila 100 euro per pubblicità fatturati regolarmente a Internazionale Marmo e Macchine spa, società, crediamo, a partecipazione plurima con tanto di enti pubblici e specializzata nella realizzazione di eventi come, ad esempio, Carrara Fiere. A onor del vero la società ha sempre onorato i propri impegni fino a quando non è comparso il maledetto Coronavirus. A quel punto è saltato tutto e sono stati inutili i nostri solleciti, i tentativi di riscuotere almeno una piccola. Ci dicono che non c'è più trippa per gatti e che i nostri soldi, ormai, sono finiti nella tazza del cesso e già qualcuno ha tirato lo sciacquone. Probabile che sia così, anzi, quasi matematico. Ciò nonostante ci sentiamo di rivolgere un appello a quelle istituzioni che si trovano all'interno della società in questione affinché si mettano una mano e anche qualche altra cosa sulla coscienza e arrivino a farci sapere, almeno, che fine farà la nostra fattura visto che, sopra, ci abbiamo pagato Iva e imposta sui redditi.

Ad essere sinceri avremmo gradito una parola dai politici mo politicanti che dir si voglia rappresentati e rappresentanti all'interno della struttura. Magari anche solo una spiegazione semplice, ma in grado di farci comprendere quello che abbiamo e avevamo già intuito. Ci dobbiamo mettere l'animo in pace suggerisce qualcuno, ma come si fa a mettersi in pace se ogni giorno è una guerra per riuscire a sbarcare il lunario? Potrebbe il comune di Carrara, l'amministrazione comunale s'intende, la Regione e chiunque abbia le carte in regola per dire qualcosa, farci conoscere di che morte moriremo?

E' vero, sono soltanto 2 mila 100 euro, ma per noi sono tante e ci permetterebbero di respirare con maggiore funzionalità. Ovviamente ci siamo ridotti a questa sorta di appello perché non avrebbe senso rivolgersi ad un legale affinché tuteli i nostri diritti. Certamente da una società così importante e strategica per la provincia di Carrara, ci saremmo aspettati una maggiore professionalità e una altrettanto robusta educazione. Invece niente, chi risponde al telefono non sa, chi non sa risponde tanto per fare, tutti a casa in smart working o in cassa integrazione, questo Paese va a puttane, ma chi campa con lo stipendio fisso se ne frega fino ad un certo punto...

Che dire, quindi? Fateci sapere, se avrete il tempo per degnarci di una risposta. Il nostro indirizzo mail è sempre lo stesso: redazione@lagazzettadimassaecarrara.it oppure, se volete scrivere al direttore (ir)responsabile, info@aldograndi.it mentre, se, addirittura, oserete chiamare al telefono, il numero è 342/1463979.

Grazie di cuore. 


Questo articolo è stato letto volte.


prenota_spazio

prenota

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Altri articoli in Ce n'è anche per Cecco a cena


lagazzetta spazio pubblicità


domenica, 13 giugno 2021, 16:43

Nordafricano accoltella la moglie italiana: anche da noi, come in Francia, in voga il 'très bien vivre ensemble'?

Diranno che siamo razzisti. O anche fascisti, magari persino nazisti. O, nel migliore dei casi, ignoranti. E solo in pochi oseranno sfidare il politicamente corretto e ammettere che, in fondo, siamo solo persone dotate di un minimo di buonsenso, merce alquanto rara di questi tempi e molto, ma molto più...


domenica, 25 aprile 2021, 11:10

Resistenza e Liberazione, il 25 aprile è tutti i giorni in tempi di Covid

Vogliono darci ad intendere che arrestare qualcuno per furto o per spaccio sia, sostanzialmente, la stessa cosa o quasi che multare o denunciare chi contravviene alle misure coercitive imposte da questa classe digerente per fronteggiare questa emergenza sanitaria.


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


mercoledì, 14 aprile 2021, 22:22

14 aprile 2004: onore a Fabrizio Quattrocchi un italiano che ha saputo morire con dignità

Tutti, in questi giorni e nei prossimi a venire, a sciacquarsi la bocca con l'antifascismo, la liberazione, la resistenza e nessuno che provi ad azionare il cervello per cercare di comprendere che è tutto vero, l'Italia migliore seppe reagire alla tragedia della guerra perduta e della repubblica saloina serva dei...


venerdì, 9 aprile 2021, 23:40

Caro professor Canesi ce ne fossero come lei... quegli alberi senza vita sembrano un paesaggio post-atomico

Saremo sinceri. Non avevamo certo bisogno dell'articolo della collega Francesca Vatteroni sugli scheletri arborei che questa amministrazione pentastellata vorrebbe far diventare opere d'arte, per avere in simpatia, stima e anche ammirazione il professor Riccardo Canesi insegnante di geografia agli studenti delle scuole superiori.


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


martedì, 30 marzo 2021, 16:03

Damiano Polloni ha ragione: stanno uccidendo non solo l'economia e l'emotività della gente, ma, soprattutto, la libertà di tutti

Adesso, a Licciana Nardi, ridente comune della Lunigiana, hanno trovato... l'untore contro cui scatenarsi. Si chiama Damiano Polloni e, a quanto ci risulta, fa il consigliere comunale di maggioranza, iscritto a Forza Italia, nel comune di appartenenza.


martedì, 9 marzo 2021, 22:35

Per la paura di morire abbiamo perso la voglia di vivere

Viareggio in zona rossa e non è la prima né sarà l'ultima. Altre città della Toscana sono già in lockdown e non tanto per il numero dei decessi per Covid-19 quanto per i contagi che, è bene ripeterlo fino alla noia, colpiscono, soprattutto, i più giovani senza, ovviamente, per loro,...


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara