prenota

massautosin
massauto

Anno 1°

sabato, 26 settembre 2020 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Cronaca

Toh… chi si rivede! Don Euro in Curia

martedì, 13 settembre 2016, 07:46

di vinicia tesconi

Si dice che l’assassino torni sempre sul luogo del delitto e quindi la presenza, che voci di corridoio dicono frequente, nelle sale e nel giardino della Curia di Massa, del prete libertino amante del lusso e degli escort gay, farebbe pensare che se un delitto è stato commesso, forse la sede è proprio quella. Don Luca Morini, chiamato Don Euro dai molti parrocchiani che ha vessato con continue richieste di denaro, salito ai (dis)onori della cronaca quando la sua spudorata doppia vita è stata resa pubblica prima dalle Iene, la trasmissione televisiva di Italia 1, e poi da una clamorosa serie di articoli su tutti i giornali nello scorso inverno, da un po’ di tempo ha preso l’abitudine di fare lunghi tete a tete con il vescovo della diocesi di Massa Carrara, monsignor Giovanni Santucci, colui che, abbastanza inspiegabilmente non ha mai adottato misure punitive nei confronti del parroco immorale.

Anzi, in realtà, e contro la sollevazione di molti dei parrocchiani truffati, imbrogliati, defraudati ed offesi nella loro intima religiosità, il vescovo Santucci ha addirittura tollerato la condotta del prete suo sottoposto, chiudendo continuamente gli occhi davanti all’evidenza della sua scorrettezza – testimoniata da foto e filmati prodotti da un escort che, avendo scoperto la sua vera identità ha deciso di rendere pubblico il suo comportamento così contrario ai costumi religiosi che gli appartenevano - e regalandogli addirittura una bellissima villa in cui trascorrere in santa pace il suo stato di, molto prematura, quiescenza, peraltro remunerata dalla chiesa. Considerando che Don Euro ha “solo” 54 anni non si può certo negare che il trattamento che gli è stato riservato per aver insultato la sua veste e la fede di centinaia di persone sia stato un pochino preferenziale.

Il vescovo Santucci è sensibile alle pecorelle smarrite, evidentemente, e sicuramente sta lavorando per condurre Don Euro al doveroso pentimento. Ma dato che il prete hot pare non si sia ancora straziato le vesti dal pentimento e dato anche che l’indagine dei carabinieri partita dalle denunce dei molti parrocchiani a cui Don Euro ha sottratto beni fingendo di usarli per la beneficienza è ancora in corso, forse un po' più di prudenza non guasterebbe. La domanda, comunque, è la stessa: ma che avranno mai da dirsi, fitto fitto, un prete che tutti volevano espulso dalla chiesa ed il vescovo che ha fatto di tutto per proteggerlo? Ai pentimenti di Don Euro,ormai, non crede più nessuno. Ai suoi affari, invece, riesce facile credere a tutti. 


Questo articolo è stato letto volte.


prenota

prenota_spazio

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Altri articoli in Cronaca


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


venerdì, 25 settembre 2020, 16:06

Gaia spa cardio-protetta: 18 nuovi defibrillatori nelle sedi

18 nuovi dispositivi DAE (acronimo che sta per defibrillatore automatico esterno) sono stati installati in altrettante sedi e uffici del Gestore idrico GAIA S.p.A., tra cui anche tutti gli Sportelli al pubblico


venerdì, 25 settembre 2020, 15:39

Terza protesta per la Giampaoli: a scuola, ma con l’assunzione di responsabilità dei genitori

Sono tornati a protestare, ed è la terza volta, sotto al comune di Carrara. Hanno incontrato di nuovo il sindaco Francesco De Pasquale, hanno spiegato ancora una volta le difficoltà che stanno affrontando e che diventano sempre più grandi


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


giovedì, 24 settembre 2020, 19:27

Un fiocco rosa per la prevenzione del tumore mammario: al via le visite gratuite a cura di Lilt

Era il 1992 quando Evelyn Lauder a capo dell'omonimo colosso cosmetico mondiale, ideò la campagna 'Pink Ribbon", il fiocco rosa che è diventato il simbolo della lotta contro il tumore del seno e che viene celebrata ogni anno a ottobre


giovedì, 24 settembre 2020, 15:57

L’inaugurazione della Fontana per la “Scalinata Ritrovata” realizzata da Beatrice Taponecco

E’ in programma sabato 26 settembre, alle ore 17.30, la cerimonia di inaugurazione della Fontana per la “Scalinata Ritrovata”, presso la Scalinata Littorio tra Carrara e Codena: l’opera è stata realizzata da Beatrice Taponecco e la sezione di Carrara del Club Alpino Italiano ha deciso di farne dono al Comune


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


giovedì, 24 settembre 2020, 15:27

Olimpiadi di Matematica, De Pasquale incontra gli studenti del Liceo scientifico Marconi

Gli studenti del Liceo Marconi si distinguono nuovamente alle Olimpiadi di Matematica Nazionali. Presenti all’incontro con il sindaco de Pasquale la squadra vincitrice della Coppa Junior, la squadra prima classificata alla finale femminile nazionale e la squadra terza classificata alla finale assoluta nazionale


mercoledì, 23 settembre 2020, 13:13

Condannato per omicidio evade dai domiciliari e rapina la ex fidanzata: arrestato dalla polizia

Gli agenti del commissariato di Carrara sono intervenuti ieri notte a Marina di Carrara per la richiesta di una donna che riferiva di aver visto dalla finestra un uomo aggredire una giovane ragazza


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara