Anno 1°

sabato, 20 gennaio 2018 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Cronaca

In manette un marrocchino e un carrarese per spaccio

venerdì, 17 febbraio 2017, 16:03

di vinicia tesconi

Appena si sono resi conto di essere stati individuati dagli agenti della mobile  mentre spacciavano dosi di eroina, sono saliti sulla loro auto e si sono dati alla fuga scatenando cosiì uno spericolato inseguimento da parte dei poliziotti che si è concluso, per fortuna, dopo pochi minuti con l'arresto dei due spacciatori. A finire in manette sono stati due giovani residenti a Carrara: uno, A.A., 30 anni di nazionalita' marocchina e l'altro' A.L., 29 anni, carrarese. Nascosti negli anfratti della loro auto due panetti di eroina in sasso o cristallo del peso complessivo di 70 grammi, avvolta in vari strati di cellophane pronta per essere tegliata e immessa sul mercato del microspaccio.  La conseguente perquisizione dell'abitazione del carrarese effettuata dagli agenti della polizia di Carrara ha portato al rinvenimento di una baionetta lunga 51,50 centimetri, custodita nel suo fodero e destinata ad un fucile da guerra. L'arma non e' risultata provvista di regolare denuncia  il che  ha comportato, per il carrarese, l'aggiunta della denuncia per possesso illegale di armi oltre che per spaccio. Il marrocchino e' risultato carico di precedenti penali e quindi e' stato arrestato e condotto in carcere mentre il carrarese e' eindagato a piede libero.


Questo articolo è stato letto volte.


Banca dinamica Carismi


tosco


belvedere


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Altri articoli in Cronaca


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


venerdì, 19 gennaio 2018, 18:32

Provoca un incidente in stato di ebbrezza: 48 mila euro di multa

Il G.I.P. di Lucca ha inflitto una condanna esemplare ad un carrarese di 54 anni, residente a Seravezza, che alcuni mesi fa aveva provocato un incidente stradale in via Alpi Apuane; il sinistro era stato rilevato dal personale congiunto delle polizie municipali di Seravezza e Pietrasanta


venerdì, 19 gennaio 2018, 13:20

Lotta all'abusivismo commerciale: al via le azioni coordinate tra le forze di polizia

Non si è fatta attendere la risposta da parte di polizia e carabinieri alla richiesta avanzata dal sindaco di Carrara, in occasione della riunione in prefettura del comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica, in merito all’attivazione di un’azione sinergica per contrastare l’abusivismo commerciale a supporto dell’attività svolta dalla polizia...


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


venerdì, 19 gennaio 2018, 11:10

Massa, la Regione pronta a un nuovo sopralluogo per il problema dell'erosione

La Regione raccoglie l'invito dei balneari del litorale massese e l'assessore all'ambiente si dichiara disponibile a fare un nuovo sopralluogo quanto prima sulla costa nei punti che registrano le maggiori criticità, insieme ai tecnici e agli operatori


giovedì, 18 gennaio 2018, 21:32

Gustando le Apuane: solo menù nostrani per una gara ad alta quota da leccarsi i baffi

Dallo scorso 1 gennaio è iniziata la nuova gara “ Menu a km Zero 2018” fra le strutture ricettive certificate dal Parco delle Apuane: i ristoratori si sfideranno fino al primo maggio a colpi di piatti tipici del territorio


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


giovedì, 18 gennaio 2018, 21:27

Maxi giornata di prevenzione in piazza Aranci

La prevenzione torna  in piazza Aranci: gli specialisti incontrano la popolazione e fanno gli screening (gratuiti) per continuare anche nel 2018 con la prevenzione del rischio cardio vascolare, ictus , tumore al seno


giovedì, 18 gennaio 2018, 17:31

Spacciavano banconote false tra Massa, Lucca, Milano e Napoli fingendosi ambulanti di ortofrutta: otto in manette

L’indagine ha preso l'avvio due anni fa con il primo arresto in flagranza di reato di un cittadino massese che aveva appena comprato una partita di banconote false e si è conclusa con gli ultimi quattro arresti che sono avvenuti nei giorni scorsi ed hanno portato in carcere tre acquirenti...


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara