prenota
prenota

Anno 1°

mercoledì, 18 luglio 2018 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Cronaca

'Pinocchio Rinaldi': non ci fu diffamazione, assolto Aldo Grandi

giovedì, 11 gennaio 2018, 19:44

Luca Giovanni Rinaldi, presidente della Cooperativa So & Co., aveva querelato Aldo Grandi, difeso dall'avvocato Cristiana Francesconi (nella foto), per diffamazione consumata all'interno di un articolo dell'8 giugno 2016 apparso nella pagina Economia su La Gazzetta di Lucca. Il pm aveva chiesto l'archiviazione, ma la presunta parte lesa si era opposta. Il giudice Giuseppe Pezzuti ha disposto l'archiviazione ravvisando che il linguaggio usato e le affermazioni fatte appaiono espressione di critica politica

Termina, così, con una archiviazione la vicenda che aveva preso spunto dalla querela presentata dall'avvocato difensore della presunta parte lesa in merito ad un articolo apparso in data 8 giugno 2016 in cui il direttore affrontava varie tematiche inerenti la figura del presidente della cooperativa So & Co, colosso nel settore dell'accoglienza immigrati e dei servizi sociali.

Il pubblico ministero, dopo aver attentamente esaminato la querela inoltrata dall'avvocato di Luca Giovanni Rinaldi, 56 anni, lucchese, aveva ritenuto di dover chiedere l'archiviazione non ravvisando gli estremi del reato contestato all'indagato Aldo Grandi, ossia il reato di diffamazione ai sensi dell'articolo 595 del codice penale terzo comma. Come previsto dalla legge, la difesa di Rinaldi ha presentato opposizione e il 13 dicembre, presso la camera di consiglio nel tribunale di Lucca si è tenuta l'udienza con cui il giudice Giuseppe Pezzuti ha respinto il ricorso di Rinaldi accogliendo l richiesta di archiviazione del pubblico ministero.

Il giudice, sciogliendo la riserva formulata all'udienza del 13 dicembre, esaminati gli atti, osserva la richiesta di archiviazione del P. M. appare condivisibile per i motivi in essa indicati che si devono ritenere qui riportati. Il linguaggio usato e le affermazioni fatte appaiono espressione di critica politica. Il linguaggio, certamente ruvido e, per così dire' 'antipatico', non eccede il limite della continenza, né con riferimento alla espressione "Pinocchio Rinaldi l'ha fatta fuori dal vaso", per i motivi indicati dal P. M., né con riferimento della descrizione dell'ente come 'colosso dell'accoglienza indiscriminata di clandestini', apparendo quest'ultima espressione usata non per indicare una sistematica violazione della normativa del settore ma piuttosto come manifestazione, ruvida e preconcetta, di un pregiudizio negativo verso chi si dedica alla solidarietà in favore di soggetti stranieri ed all'accoglienza degli stessi.

Le altre espressioni indicate in querela non appaiono in contrasto con il limite della verità della notizia, trattandosi di imprecisioni su dati secondari, in un contesto in cui un rapporto di collaborazione con l'ente, sia pure con modalità e tempi diversi, c'era stato.

P. Q. M.

ordina l'accoglienza del procedimento di archiviazione.

 

"Si conferma - ha commentato l'avvocato che assiste Aldo Grandi e La Gazzetta di LuccaCristiana Francesconi del foro di Lucca - che anche in questo caso la libertà di stampa è stata rispettata. Consigliamo che sempre più vengano bloccate le iniziative limitanti il diritto di cronaca e quello di critica". 


Questo articolo è stato letto volte.


suncar


prenota


prenota_spazio


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Altri articoli in Cronaca


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


martedì, 17 luglio 2018, 18:28

Senza parole l’ultimo saluto a Luca Savio, l’operaio morto sul lavoro una settimana fa

Luca Savio, operaio di 40 anni, aveva perso la vita una settimana mentre lavorava nel piazzale di una segheria con un contratto di soli sei giorni. Al funerale erano presenti il sindaco di Carrara Francesco De Pasquale, il sindaco di Fivizzano, AlbertoGrassi, il vicesindaco di Massa, Giancarlo Mottini e l’assessore...


martedì, 17 luglio 2018, 14:26

L'impegno di Arpat per le bonifiche nel territorio Apuano

Esattamente 30 anni fa, il territorio di Massa fu interessato dal grave incidente presso la Farmoplant; questa ricorrenza ha richiamato l'attenzione della stampa locale sulla situazione dei dati delle bonifiche nel territorio dei Comuni di Massa e Carrara. ARPAT fornisce qui ulteriori elementi di conoscenza


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


martedì, 17 luglio 2018, 14:20

Una nuova Marina Est: un parco a Villa Ceci e un polo scolastico di ultima generazione

Una nuova Marina Est, che "rinasce" grazie alla riqualificazione del litorale prevista dal progetto Waterfront ma anche attraverso la realizzazione di un polo scolastico di ultima generazione sul lungomare e alla creazione di un parco pubblico a villa Ceci


martedì, 17 luglio 2018, 10:58

Alla guida dopo aver bevuto, patente ritirata ad un giovane

Ad un ragazzo è stata ritirata la patente per guida in stato di ebbrezza ed è stato sanzionato con più di 700 euro di verbali durante il week-end dai carabinieri della compagnia di Massa


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


martedì, 17 luglio 2018, 10:48

Movida, raffica di multe nel week-end

46 auto e 70 persone controllati e 2 mila euro di contravvenzioni elevate: è questo il bilancio del servizio straordinario di controllo della movida estiva fatto nel fine settimana dalla compagnia dei carabinieri di Carrara 


martedì, 17 luglio 2018, 09:09

Figaia (Cisl): "Fondo marmo, la questione rimane aperta"

Andrea Figaia della Cisl interviene dopo l'iniziativa unilaterale presa dalla Cgil di iniziare una raccolta a favore della famiglia dell'uomo travolto da un blocco di marmo nei giorni scorsi in un deposito a Marina di Carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara