Anno 1°

martedì, 19 febbraio 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Cronaca

Attività del 118 e diritto di cronaca, siglato protocollo Regione-AST

martedì, 13 febbraio 2018, 14:24

Un protocollo d'intesa tra Regione Toscana e associazione stampa Toscana che afferma una forte collaborazione per una corretta comunicazione a tutti gli organi di informazione (carta stampata, agenzie di stampa, radio, tv e online) delle informazioni oggetto del diritto di cronaca riguardanti l'attività del 118, anche attraverso l'organizzazione di incontri formativi congiunti. L'hanno siglato oggi nella sede dell'AST l'assessore regionale al diritto alla salute e il presidente AST Sandro Bennucci.

Nel protocollo si sottolinea che una corretta informazione può essere data solo attraverso la collaborazione fattiva tra le fonti di informazione primarie e gli addetti all'informazione: giornalisti nei diversi ruoli, sia quelli che lavorano negli uffici stampa delle aziende sanitarie che i giornalisti dei vari organi di informazione. E si riconosce l'importanza dell'intermediazione giornalistica per la corretta informazione sui fatti di cronaca, e di una chiara, snella e proattiva collaborazione tra la Regione Toscana, i sistemi di emergenza-urgenza delle aziende sanitarie e gli organi di stampa, ridefinendo e qualificando allo stesso tempo il ruolo dell'addetto stampa delle aziende sanitarie e condividendo tra gli attori modalità omogenee di contenuti e interfaccia.

In base al protocollo firmato stamani, Regione e Assostampa si impegnano a collaborare per l'organizzazione di incontri formativi di FPC (formazione permanente continua) rivolti ai giornalisti, ma che per alcuni temi potranno essere aperti anche a personale del Servizio sanitario regionale. Obiettivo dei corsi formativi, "fornire ai giornalisti conoscenze in ambito sanitario provenienti da fonte istituzionale autorevole e indipendente, e al personale del SSR che potrà essere coinvolto anch'esso quale discente", una più compiuta condivisione delle rispettive prerogative, ruoli e modalità di intermediazione nel rispetto del diritto di cronaca, diritto di informazione e della privacy, a fine di fornire ai cittadini un'informazione corretta e scientificamente validata, contrastando il fenomeno della disinformazione e delle fake news circolanti".

I corsi saranno dedicati alla memoria di Dario Rossi, giornalista della redazione di Toscana Notizie e presidente del Gruppo uffici stampa dell'AST, scomparso nel settembre 2017.

Regione e AST si impegnano anche a promuovere un apposito confronto con il Garante della Privacy, allo scopo di adeguare e meglio chiarire aspetti che l'attuale normativa non contempla, per supportare adeguatamente il ruolo di intermediazione degli addetti stampa, in particolare nei fatti di cronaca. Inoltre - si legge ancora nel protocollo - "Assostampa attraverso la Federazione Nazionale della Stampa e Regione Toscana nell'ambito della Conferenza Stato-Regioni , ognuno per la propria parte, si faranno promotori di una proposta convergente di modifcia della normativa vigente, per meglio esplicitare i rapporto fra gli addetti stampa delle aziende sanitarie e gli enti del SSN e i giornalisti delle varie testate, per la gestione delle informazioni in situazioni di emergenza-urgenza (con particolare riferimento alla normativa di tutela della privacy), al fine di ridefinire e qualificare la stessa intermediazione tra addetto stampa e giornalisti, nell'interess e della corretta informazione ai cittadini".


Questo articolo è stato letto volte.


prenota


prenota_spazio


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Altri articoli in Cronaca


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


lunedì, 18 febbraio 2019, 20:45

Clochard aggredito a Carrara: tra morbosità mediatica, indifferenza e assenza delle istituzioni

Il fatto è stato gravissimo e senza scusanti. L’eco, tuttavia, rischia di diventare spropositata, ma più per motivi mediatici che etici. A rendere virale la brutta storia avvenuta a Carrara una settimana fa è stato, principalmente, il fatto che un passante, indifferente come tutti i presenti in quel momento, abbia...


lunedì, 18 febbraio 2019, 10:29

Parco delle Alpi Apuane, nasce il progetto "Sapori Mestieri e Natura"

Nei giorni scorsi a Massa, nella sede del Parco Regionale delle Alpi Apuane, è nato un nuovo progetto di turismo lento per contribuire ad apportare nuove energie nei territori delle montagne


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


lunedì, 18 febbraio 2019, 10:27

Medici di famiglia di Carrara: Lorenzo Chiappi si trasferisce

L'Azienda Usl informa che il dottor Lorenzo Chiappi, medico di famiglia dell'ambito territoriale di Carrara, cesserà la propria attività dal 4 marzo 2019 per trasferimento


domenica, 17 febbraio 2019, 12:43

Il Cai di Carrara incontra gli studenti dello Zaccagna

Bella lezione di vita e di ambiente venerdì 15 febbraio nell'aula magna dell' IIS ZACCAGNA di Carrara dove si è svolta la presentazione della spedizione (Hola Andes)  che ha visto protagonisti sulle Ande dodici giovani carraresi nel giugno/luglio scorso


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


sabato, 16 febbraio 2019, 19:06

Chiedeva l'asilo, spacciava la coca: arrestato pusher marocchino

I carabinieri del nucleo operativo sono tornati a monitorare i luoghi del centro città frequentati dai più giovani per osservare cosa accade e si sono ritrovati spettatori di uno spaccio di cocaina. A finire in arresto è stato un pusher originario del Marocco “pizzicato” a spacciare una dose di cocaina...


venerdì, 15 febbraio 2019, 23:19

La storia del clochard aggredito in Via Roma e un appello per i testimoni del fatto

Le parole, come ormai è prassi di tutti, le ha affidate a Facebook, Giancarlo Mottini, titolare del Circolo dei Baccanali di Carrara e con esse la difficilissima storia del clochard aggredito in via Roma e un appello per chi ha visto a testimoniare in favore del mendicante


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara