Anno 1°

martedì, 19 febbraio 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Cronaca

L’attenzione alla qualità e al cliente di Alf Pausa Caffè: il punto ristoro nel nuovo ospedale a misura d’uomo

venerdì, 25 maggio 2018, 09:24

di vinicia tesconi

“La mia linea è sempre quella della ricerca della miglior qualità nei prodotti: materie prime freschissime, di prima scelta. E poi c’è il lato umano, che per noi è fondamentale, nell’approccio psicologico al cliente, per il quale  la cordialità diventa un obbligo imprescindibile.”.

Esordisce  di Pierpaolo Vivaldi, il responsabile di Alf Pausa Caffè, il bar interno al nuovo Ospedale delle Apuane, facendo il bilancio di quasi tre anni di attività sotto la sua direzione: “Ormai la nostra attività, iniziata con l’apertura dell’ospedale nel novembre 2015, si è consolidata ed abbiamo un ottimo riscontro dalla clientela composta sia da personale dell’ospedale sia da esterni – spiega Vivaldi – Ogni giorno dall’inizio, senza mai una sosta, apriamo alle 6,30 del mattino e lavoriamo fino alle 20 nei giorni feriali e alle 19 nei festivi. E’ una sorta di ciclo continuo dalle colazioni, alle pause caffè ai pranzi, per i quali cerchiamo sempre di migliorare l’offerta in varietà e in qualità. Nel corso del pomeriggio il ritmo rallenta un po’ anche se, spesso accogliamo le richieste di chi ci chiede piatti da asporto per persone ricoverate  nel tardo pomeriggio.”.

Nel locale che è al primo piano della struttura del nuovo ospedale  lavorano una decina di addetti  tra cucina e caffetteria. Ogni mattina arriva il rifornimento fresco di pasticceria e prodotti da forno che vengono portati dall’esterno mentre invece tutte le preparazioni del buffet vengono realizzate dalla cucina di Alf.  “Abbiamo uno chef molto preparato che stabilisce anche i menù sulla base dei prodotti di stagione. Abbiamo dato molto spazio al biologico anche nella sezione caffetteria dove ci appoggiamo ai prodotti Natfood per ginseng, orzo e crema al caffè mentre per il caffè abbiamo la Covim. Per quanto riguarda  la cucina, cerchiamo di andar incontro il più possibile ai gusti dei clienti ma anche a chi ha problemi di intolleranze alimentari.  Ci sono sempre piatti che alternano  alcuni prodotti di base per poter offrire una possibilità di scelta per tutti, inoltre sul banco del buffet teniamo un libro mastro che riporta tutti gli ingredienti che usiamo nelle preparazioni, in modo che chi sa di aver un’allergia a qualche elemento possa verificare che questo non sia contenuto nel piatto che ha scelto.” Vivaldi conferma la grande attenzione ai regolamenti alimentari e agli sprechi, che è la politica del gruppo A.L.F. srl che da anni gestisce l’ospedale milanese di Legnano e quello di Luca, gemello del nuovo ospedale delle Apuane. 

“La nostra offerta comprende sempre piatti caldi e piatti freschi, tutti sempre nutrienti e leggeri. La cura del piatto anche nella preparazione tiene conto  anche del fatto che abbiamo richieste anche da persone ricoverate che necessitano quindi di piatti semplici e di ottima qualità.”.

Altro must della catena A.L.F. è la pulizia che nel caso del bar del nuovo ospedale è affidata ad una ditta specializzata diversa da quella che opera nell’ospedale.  “Sono con A.L.F. sin dai tempi di Lucca – conclude Vivladi – e qui a Massa ci sono dall’inizio: non posso che concludere con un bilancio decisamente positivo e con grande soddisfazione che viene dai riscontri che ci ha dato e ci dà quotidianamente la clientela.”.


Questo articolo è stato letto volte.


prenota


prenota_spazio


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Altri articoli in Cronaca


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


martedì, 19 febbraio 2019, 16:53

Vigili di prossimità, via libera dalla giunta: ecco dove opereranno gli 80 agenti pagati dalla regione

Arriva in Toscana la sperimentazione sui ‘vigili di quartiere', ottanta in quindici comuni. E la Regione è pronta a sostenerne i costi per tre anni. Una spesa di 3 milioni ogni anno. Un modo per alzare la percezione di sicurezza nelle città, con pattuglie a piedi che, lavorando nelle strade...


martedì, 19 febbraio 2019, 14:31

Addio a Gabriele Bertani detto Gabina

Aveva solo 57 anni, Gabriele Bertani, conosciuto come “Gabina”: troppo pochi per morire, tanti per chi ne ha passati oltre la metà su una sedia a rotelle. E’ morto stamani nell’ospedale delle Apuane dove era ricoverato


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


martedì, 19 febbraio 2019, 12:30

Riscontrate irregolarità in una sala giochi, il questore chiude il locale

Nei giorni scorsi è stata effettuata una verifica in una sala di Marina di Carrara riscontrando una lunga serie di irregolarità. Il questore, con un decreto di sospensione della licenza emesso a carico del titolare della sala giochi, ha fatto chiudere il locale per 15 giorni


martedì, 19 febbraio 2019, 11:05

Accessibilità mezzi pubblici e fermate autobus: verso un protocollo di intesa

Il percorso si è aperto nella sede della provincia, nel Palazzo Ducale di Massa, a seguito di un incontro per la zona di costa promosso dalla Consulta provinciale delle persone con disabilità


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


martedì, 19 febbraio 2019, 09:30

Ruba uno smartphone e tenta la fuga sul bus: arrestato rumeno

Il titolare pakistano di un’attività di Kebab del centro, ha dato l’allarme al 112 per segnalare la fuga in autobus di un ladro travestito da donna che poco prima gli aveva sottratto il telefonino dal bancone del negozio.


lunedì, 18 febbraio 2019, 20:45

Clochard aggredito a Carrara: tra morbosità mediatica, indifferenza e assenza delle istituzioni

Il fatto è stato gravissimo e senza scusanti. L’eco, tuttavia, rischia di diventare spropositata, ma più per motivi mediatici che etici. A rendere virale la brutta storia avvenuta a Carrara una settimana fa è stato, principalmente, il fatto che un passante, indifferente come tutti i presenti in quel momento, abbia...


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara