prenota
prenota

Anno 1°

lunedì, 22 ottobre 2018 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Cronaca

Caso Don Euro, il vescovo Santucci è improcessabile: miracolo della giustizia italiana

mercoledì, 13 giugno 2018, 12:25

di vinicia tesconi

Ha vinto lui, come probabilmente ha sempre saputo. Il vescovo Santucci, coinvolto nel processo contro Don Euro, sarà dichiarato improcessabile grazie ad una nuova legge entrata in vigore poco più di un mese fa. Ancor prima dell'inizio della prima udienza del processo contro Luca Morini, noto come Don Euro, l'ex prete che usava i soldi dei parrocchiani per viaggi lussuosi in compagnia di escort gay - processo che di fatto non è neppure partito per un problema di incompatibilità di due giudici del collegio - l'avvocato Adriano Martini, che difende il vescovo della diocesi di Massa Carrara Giovanni Santucci, rinviato  giudizio per appropriazione indebita di fondi appartenenti alla chiesa e per concorso col Morini in un tentativo di truffa ai danni della Cattolica Assicurazioni, ha comunicato ai giornalisti che l'entrata in vigore della nuova legge solleva, di fatto, il vescovo dall'onere di dover affrontare un processo.

In base alla nuova regola, alcuni reati di truffa (tra i quali quella ascritta a Santucci) e l'appropriazione indebita non sono più perseguibili d'ufficio, ma solo dietro querela.

"Le querele contro il vescovo - ha detto Martin i- dovrebbero arrivare dal Vaticano o dalla Cattolica Assicurazioni che comunque fa capo alla Chiesa, quindi è assai poco probabile che ciò avvenga per cui il vescovo uscirà rapidamente da questo dibattimento perché di fatto improcessabile".

L' avvocato Martini ha anche aggiunto che il vescovo sarebbe dispiaciuto di questa soluzione perché avrebbe preferito dimostrare la sua innocenza nel corso del processo. Della stessa legge beneficerà anche lo stesso Morini, con ogni probabilità quando finalmente partirà il processo nei suoi confronti per cui si profila all'orizzonte uno scenario assai più in discesa per i due attori principali di una bruttissima storia che ha infangato la diocesi Apuana.

Ai molti parrocchiani truffati materialmente e moralmente da Don Euro resta una consolazione: i miracoli avvengono. Forse più nei tribunali che nelle chiese, però avvengono. 


Questo articolo è stato letto volte.


suncar


prenota


prenota_spazio


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Altri articoli in Cronaca


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


lunedì, 22 ottobre 2018, 11:01

Castello Malaspina illuminato di rosa per la campagna contro il tumore al seno

Si chiama “Campagna Nastro Rosa” ed è il progetto di Lilt, Lega italiana per la lotta contro i tumori, dedicata alla prevenzione del tumore alla mammella, che per quest’anno ha come testimonial Federica Panicucci e Filippa Lagerback


domenica, 21 ottobre 2018, 10:09

Incastrato a seguito della richiesta di aiuto di una mamma: pusher in arresto

L'indagine antidroga, portata a termine venerdì pomeriggio dai carabinieri del nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Carrara, è cominciata grazie alla richiesta di una mamma coraggiosa. La donna, dopo aver scoperto che il figlio da qualche tempo stava facendo uso di droghe, per tirarlo fuori dalla rete degli spacciatori...


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


domenica, 21 ottobre 2018, 10:03

Lazzoni (Casa Betania): "L'ultimo saluto a Gladys"

Bruno Lazzoni, presidente dell'associazione Casa di Betania Onlus, ricorda la figura di Jeremiah Gladys, la ragazza nigeriana prematuramente scomparsa mentre attraversava i binari a Pietrasanta, il giorno dopo il suo funerale


sabato, 20 ottobre 2018, 15:21

Lacrime, canti e echi dell’Africa: ultimo saluto a Gladys, la sfortunata ragazza nigeriana investita dal treno

Ci sono state, soprattutto, tante lacrime ad accompagnare Gladys Jeremiah, la giovane di 28 anni, originaria della Nigeria, arrivata in Italia per sfuggire a una vita di sofferenze nella sua terra, e morta una settimana fa, travolta da un treno alla stazione di Pietrasanta, dove si trovava per affrontare un...


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


sabato, 20 ottobre 2018, 15:14

Fuggono lasciando a terra 39 dosi di cocaina: sorpresi due spacciatori

Quando si sono accorti dell’arrivo della volante della polizia, si sono dati precipitosamente alla fuga senza più badare neppure allo scambio che avevano in corso. Così, due spacciatori, venerdì sera, in via del Ferraretto hanno abbandonato a terra 39 dosi di cocaina per un peso di 32 grammi, nella foga...


sabato, 20 ottobre 2018, 12:00

Prosegue l’impegno del Consorzio per la sicurezza idraulica ed ambientale del Fosso Lavello

Prosegue l’impegno del Consorzio di Bonifica 1 Toscana Nord per la sicurezza idraulica, ed anche ambientale, del Fosso Lavello: l’importante arteria idraulica che segna il confine tra Massa e Carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara