prenota
prenota

Anno 1°

lunedì, 22 ottobre 2018 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Cronaca

Chiusa la scuola media 'Buonarroti' per problemi strutturali: gli esami si terranno alle 'Paradiso'

giovedì, 14 giugno 2018, 18:44

di vinicia tesconi

Le operazioni di verifica sulla vulnerabilità statica della struttura sono stati tra i più prolungati e importanti  della campagna a tappeto messa in atto dalla nuova amministrazione a 5 stelle che punta a censire lo stato di tutte le scuole comunali entro il 2019. La scuola media Michelangelo Buonarroti di Marina di Carrara è una delle strutture più grandi e con più alunni e proprio la complessità dell’edificio ha protratto i tempi di monitoraggio della struttura che hanno raggiunto quasi gli otto mesi. Ieri, finalmente è giunta sul tavolo dell’assessore ai lavori pubblici Andrea Raggi, la relazione di verifica che ha immediatamente fatto scattare il piano di intervento. “ Non c’è un pericolo di crollo – ha precisato l’assessore Raggi – ma ci sono problematiche strutturali diffuse legate soprattutto all’armatura in ferro dell’edificio che è costruito in cemento armato secondo i tipici criteri degli anni settanta e ottanta.  La scuola è quindi risultata non in linea con gli standard previsti dalla legge e per questo è stato subito predisposto un intervento di adeguamento che la renda perfettamente fruibile entro l’inizio del nuovo anno scolastico. “ . La scuola, ovviamente, al momento, non ha la presenza degli alunni, ad eccezione dei ragazzi di terza media che stanno sostenendo l’esame. Data la necessità di partire coi lavori il più rapidamente possibile, l’amministrazione in accordo con la dirigente scolastica professoressa Michela Bugliani, ha quindi deciso il trasferimento immediato degli esaminandi nella vicina scuola elementare Paradiso, dove si svolgeranno i colloqui per gli orali già da domani. “ Abbiamo predisposto lavori per circa 200 mila euro, risorse che erano state opportunamente accantonate proprio per emergenze di questo genere, quando rifiutammo di comprare le casette di legno per andare incontro al desiderio dei genitori della Doganella di riportare la scuola nella sua zona originaria. Una scelta oculata da buon padre di famiglia che ci permette oggi di fronteggiare questa situazione.” L’assessore Raggi ha spiegato che il monitoraggio degli edifici scolastici comunali sta marciando a pieno ritmo: “La precedenza l’hanno avuta le scuole per l’infanzia. Poi a seguire quelle con più alunni e costruite nel periodo critico degli anni settanta e ottanta che sono quelle che mostrano le maggiori criticità. Gli edifici più antichi, paradossalmente sono in condizioni migliori. Dopo la Leopardi non ci aspettiamo altre scuole così grosse in queste condizioni. Quest’anno abbiamo investito molto negli interventi di adeguamento degli edifici scolastici: siamo intorno ai 400 mila euro mentre prima  ne venivano investiti 180 mila. Al momento ci sono i lavori che stanno per partire alla scuola di Fossone dove è stata affidata la gara per la ricostruzione del corpo D. Alla Giromini è in corso la gara per la progettazione e poi c’è la Taliercio.”. L’assessore Raggi ha anche comunicato la sua disponibilità  a ricevere i genitori dei ragazzi della Buonarroti in un incontro nel quale chiarire ogni dubbio o perplessità.


Questo articolo è stato letto volte.


suncar


prenota


prenota_spazio


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Altri articoli in Cronaca


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


lunedì, 22 ottobre 2018, 11:01

Castello Malaspina illuminato di rosa per la campagna contro il tumore al seno

Si chiama “Campagna Nastro Rosa” ed è il progetto di Lilt, Lega italiana per la lotta contro i tumori, dedicata alla prevenzione del tumore alla mammella, che per quest’anno ha come testimonial Federica Panicucci e Filippa Lagerback


domenica, 21 ottobre 2018, 10:09

Incastrato a seguito della richiesta di aiuto di una mamma: pusher in arresto

L'indagine antidroga, portata a termine venerdì pomeriggio dai carabinieri del nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Carrara, è cominciata grazie alla richiesta di una mamma coraggiosa. La donna, dopo aver scoperto che il figlio da qualche tempo stava facendo uso di droghe, per tirarlo fuori dalla rete degli spacciatori...


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


domenica, 21 ottobre 2018, 10:03

Lazzoni (Casa Betania): "L'ultimo saluto a Gladys"

Bruno Lazzoni, presidente dell'associazione Casa di Betania Onlus, ricorda la figura di Jeremiah Gladys, la ragazza nigeriana prematuramente scomparsa mentre attraversava i binari a Pietrasanta, il giorno dopo il suo funerale


sabato, 20 ottobre 2018, 15:21

Lacrime, canti e echi dell’Africa: ultimo saluto a Gladys, la sfortunata ragazza nigeriana investita dal treno

Ci sono state, soprattutto, tante lacrime ad accompagnare Gladys Jeremiah, la giovane di 28 anni, originaria della Nigeria, arrivata in Italia per sfuggire a una vita di sofferenze nella sua terra, e morta una settimana fa, travolta da un treno alla stazione di Pietrasanta, dove si trovava per affrontare un...


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


sabato, 20 ottobre 2018, 15:14

Fuggono lasciando a terra 39 dosi di cocaina: sorpresi due spacciatori

Quando si sono accorti dell’arrivo della volante della polizia, si sono dati precipitosamente alla fuga senza più badare neppure allo scambio che avevano in corso. Così, due spacciatori, venerdì sera, in via del Ferraretto hanno abbandonato a terra 39 dosi di cocaina per un peso di 32 grammi, nella foga...


sabato, 20 ottobre 2018, 12:00

Prosegue l’impegno del Consorzio per la sicurezza idraulica ed ambientale del Fosso Lavello

Prosegue l’impegno del Consorzio di Bonifica 1 Toscana Nord per la sicurezza idraulica, ed anche ambientale, del Fosso Lavello: l’importante arteria idraulica che segna il confine tra Massa e Carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara