Anno 1°

domenica, 17 febbraio 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Cronaca

Bloccato dopo la fuga pusher marocchino: aveva ceduto cocaina ad un giovane

martedì, 12 febbraio 2019, 11:35

Nel week-end appena passato i carabinieri della compagnia di Massa hanno dato vita a dei controlli straordinari del territorio volti alla prevenzione dei reati inerenti lo spaccio al dettaglio delle sostanze stupefacenti, sia in centro che in periferia.

Proprio durante uno di questi controlli, posti in essere la notte di domenica, nei pressi dello Stadio degli Oliveti, i militari della stazione di Massa hanno notato un giovane sopraggiungere alla guida di un'auto ed avvicinarsi ad un altro soggetto, un 30enne di origine marocchina noto agli operanti per i suoi trascorsi giudiziari, il quale si trovava a piedi sulla pubblica via. I due soggetti, in pochi secondi, si sono scambiati quello che poco dopo i militari troveranno addosso al 30enne: cocaina e soldi. Intercettato dunque il momento della cessione della sostanza stupefacente, i due carabinieri si sono diretti verso il pusher per effettuare una perquisizione personale utile alla constatazione di quanto avevano in precedenza osservato. Una volta fermato, i militari hanno dato inizio alle procedure di perquisizione nei confronti del soggetto extracomunitario e lo stesso, per sottrarsi all’operazione, ha opposto una violenta resistenza con la quale è riuscito a divincolarsi e darsi alla fuga a piedi nella campagna circostante. I militari, benché fossero stati colpiti, si sono subito messi a inseguire il “fuggitivo”, tallonandolo fino a un fondo agricolo dismesso colmo di canneti. Riusciti a bloccarlo con non poche difficoltà, addosso al fermato sono stati ritrovati 100 euro, provento dello scambio appena consumato, e anche una dose di cocaina.

Constatata quindi la cessione da parte del 30enne marocchino con annessa la resistenza a pubblico ufficiale, lo stesso è stato tratto in arresto ed il P.M. di turno della locale Procura, dottoressa Alessia Iacopini, ha disposto la sua custodia presso la camera di sicurezza della caserma “Plava” in attesa del rito direttissimo, avvenuto ieri presso il Tribunale di Massa; il giudice, dopo aver convalidato l’arresto, ha applicato nei confronti dell’uomo la misura cautelare del divieto di dimora presso la provincia apuana.


Questo articolo è stato letto volte.


prenota


prenota_spazio


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Altri articoli in Cronaca


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


sabato, 16 febbraio 2019, 19:06

Chiedeva l'asilo, spacciava la coca: arrestato pusher marocchino

I carabinieri del nucleo operativo sono tornati a monitorare i luoghi del centro città frequentati dai più giovani per osservare cosa accade e si sono ritrovati spettatori di uno spaccio di cocaina. A finire in arresto è stato un pusher originario del Marocco “pizzicato” a spacciare una dose di cocaina...


venerdì, 15 febbraio 2019, 23:19

La storia del clochard aggredito in Via Roma e un appello per i testimoni del fatto

Le parole, come ormai è prassi di tutti, le ha affidate a Facebook, Giancarlo Mottini, titolare del Circolo dei Baccanali di Carrara e con esse la difficilissima storia del clochard aggredito in via Roma e un appello per chi ha visto a testimoniare in favore del mendicante


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


venerdì, 15 febbraio 2019, 17:00

Psichiatria di Massa: attivato un audit dopo l'episodio di violenza

In relazione all’episodio di violenza che si è verificato nel reparto di psichiatria di Massa, la ASL informa che è stato tempestivamente attivato un audit per analizzare i fatti e porre in atto eventuali azioni di miglioramento


venerdì, 15 febbraio 2019, 15:51

Salvadori (Uil Fpl): "All'ospedale aggredite e picchiate infermiere e oss"

E' il segretario della Uil Fpl, Claudio Salvadori, a denunciare l'episodio di violenza che si è verificato al Nuovo Ospedale delle Apuane pochissime ore fa, l'ennesimo caso di aggressione ai dipendenti delle strutture sanitarie pubbliche


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


venerdì, 15 febbraio 2019, 14:36

“Un cuore in movimento”, iniziativa per l’acquisto di cinque defibrillatori

“Un cuore in movimento”, questo il nome dell’iniziata promossa dal Circolo Ricreativo di CTT Nord e sostenuta dall’Azienda con la collaborazione del dottor Maurizio Cecchini e di Laura Masino. L’iniziativa prevede l’acquisto di cinque defibrillatori destinati ad assicurare un’assistenza di urgenza sia per il personale dipendente che per la comunità


venerdì, 15 febbraio 2019, 14:26

Caso mensa, Apuafarma non gestisce i pasti alla scuola Gentili

Apuafarma Spa, a tutela delle proprie dipendenti e della propria immagine, tiene a precisare che non gestisce le mense scolastiche delle quattro scuole primarie dell’Istituto comprensivo Fossola-Gentili, dove nei giorni scorsi, come noto, in particolare alla mensa della scuola Gentili, sono stati trovati degli insetti nella minestra servita ai bambini


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara