massautosin
massauto

Anno 1°

mercoledì, 24 aprile 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Cronaca

Caso carabinieri di Aulla: archiviate le posizioni del tenente colonnello Liberatori e del capitano Capelluti

lunedì, 11 febbraio 2019, 22:02

di vinicia tesconi

Processo terminato per due dei 27 carabinieri coinvolti nelle indagini per presunti pestaggi avvenuti nelle caserme della Lunigiana. Ad uscire e, più che onorevolmente, dalla spinosa vicenda sono il tenente colonnello Valerio Liberatori, all’epoca dei fatti comandante provinciale di Massa Carrara e il capitano Saverio Capelluti, che aveva il ruolo di comandante della Compagnia dei carabinieri di Pontremoli.

La notizia dell’archiviazione delle loro posizioni è di pochi giorni fa: per entrambi il giudice per le udienze preliminari Giovanni Maddaleni ha decretato l’archiviazione per infondatezza della notizia di reato. I due ufficiali dell’Arma erano stati iscritti nel registro degli indagati nell’ottobre del 2017, con l’accusa di aver usato l’informazione in loro possesso della presenza di un’indagine e di intercettazioni ambientali nei confronti di alcuni carabinieri della loro compagnia per aiutare un brigadiere, indagato per violenze su persone tratte in arresto, impedendo che quest’ultimo ricoprisse il ruolo di capo pattuglia e affiancandolo sempre con colleghi più alti in grado.

La posizione di Liberatori e Capelluti era stata subito stralciata all’inizio del processo, un anno fa e stessa sede, il pubblico Ministero Alessia Iacopini aveva richiesto l’archiviazione per la particolare tenuità dell’offesa. Ma entrambi gli ufficiali avevano dato mandato ai loro avvocati di opporsi alla richiesta del pubblico ministero preferendo dimostrare compiutamente la loro estraneità rispetto all’accusa che era stata loro mossa.

«L'ordine di affiancamento non era oggettivamente idoneo ad aiutare (il sottufficiale indagato) in relazione alle ipotesi di reato per le quali era indagato»: questo è il passo dell’ordinanza di archiviazione che conferma l’insussistenza del reato. Secondo il giudice Maddaleni, Cappelluti e Liberatori agirono nella convinzione dell’adempimento di un dovere, ovvero impedire che i reati (del sottufficiale indagato) fossero portati a conseguenze ulteriori. L’arrivo della notizia dell’archiviazione perché il fatto non sussiste ha quindi permesso ai due ufficiali di lasciarsi alle spalle la brutta esperienza, mantenendo assolutamente intatto il loro eccellente stato di servizio.

 

 

 


Questo articolo è stato letto volte.


prenota


prenota_spazio


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Altri articoli in Cronaca


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


martedì, 23 aprile 2019, 17:43

Operazione “Pasqua sicura”, il bilancio dei controlli dei carabinieri

Si è concluso con un bilancio positivo il piano dei servizi di controllo del territorio predisposto dai carabinieri nella settimana che ha preceduto le festività pasquali. Oltre agli arresti, alle denunce e ai controlli stradali, il risultato più significativo è stato il calo dei furti nelle abitazioni


martedì, 23 aprile 2019, 16:41

Denunciato minorenne trovato in possesso di droga

E’ venuto a Massa per passare la Pasqua con un amico, ma al momento di ripartire dalla stazione è stato fermato dagli agenti della volante che lo hanno trovato in possesso di  hashish. Si tratta di un ragazzo di 17 anni originario di Brescia che avrebbe dichiarato di aver comprato...


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


martedì, 23 aprile 2019, 16:32

Arrestato dalla polizia ladro seriale di moto

E’ un carrarese di 43 anni il ladro seriale di ciclomotori che è stato arrestato in questi giorni dalla squadra volante della polizia di Carrara. L’uomo agiva su tutto il territorio provinciale ed aveva molti precedenti penali  sempre per furto di moto 


martedì, 23 aprile 2019, 12:21

Il Parco Apuane cerca volontari per il censimento dei mufloni

Torna l'appuntamento per il rilevamento dei mufloni sulle Apuane. Ormai dal lontano 2003 il Parco svolge l'attività di monitoraggio della popolazione dei mufloni attraverso l'osservazione da punti favorevoli


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


martedì, 23 aprile 2019, 11:22

Asl, convocato il tavolo sindacale sul personale

“Si è concluso positivamente il confronto con la CGIL Livorno che era stato attivato a seguito della proclamazione dello stato di agitazione”. Afferma la direzione aziendale della ASL Toscana nord ovest


martedì, 23 aprile 2019, 10:08

Dono di Pasqua ai ragazzi disabili di Apodi: l'associazione compie 30 anni

Uova e colombe donate dall'Ada di Carrara ai ragazzi diversamente abili che fanno parte di Apodi. Una bella sorpresa organizzata dall'Associazione per i diritti degli anziani, ricambiata con grandi sorrisi e tanta gioia


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara