Anno 1°

domenica, 17 febbraio 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Cronaca

Il Bridge entra in carcere

martedì, 12 febbraio 2019, 12:38

La Federazione Italiana Gioco Bridge (FIGB), associata al Coni, darà il via il prossimo 14 febbraio a un corso di bridge dedicato ai detenuti del carcere di Massa Marittima. A breve corsi anche a Livorno e Prato.

“Il bridge – spiega il Presidente della Federazione, Francesco Ferlazzo Natoli - non è un gioco di carte, è un gioco di logica. Non si vince perché si ha fortuna, ma perché si individuano le mosse vincenti attraverso delle analisi. I benefici del bridge sulla mente sono dimostrati da numerosi studi scientifici: potenzia la memoria, il ragionamento, ma anche il comportamento sociale. In questo gioco, che è un vero e proprio sport, il rispetto per le regole e per l’avversario sono indispensabili.”

Queste caratteristiche hanno reso il bridge uno strumento “rieducativo” spalancando le porte di diverse case circondariali italiane. I primi a scendere ai tavoli, dopo qualche esperimento spot nel Lazio, sono stati i detenuti del carcere di Milano-Bollate. Il progetto ha avuto enorme successo, anche mediatico, e si è diffuso a macchia d'olio, coinvolgendo altre regioni italiane.

Sarà Daniela Barlettai, farmacista con la passione per il Bridge, neodiplomata Scouter dalla FIGB (Federazione Italiana Gioco Bridge) a condurre gli ospiti della casa circondariale toscana alla scoperta dello "sport con le carte", come amano definirlo i 20.000 giocatori tesserati.

"Il corso a Massa Marittima si articolerà su una ventina di lezioni, per una quindicina di iscritti" spiega la dott.ssa Barlettai. Presto saranno avviati dei corsi anche nelle case circondariali di Prato e Livorno.

Ma come può un gioco di carte essere tanto utile? "Il Bridge" spiegano dalla Federazione, citando paper di prestigiosi atenei "si gioca in coppia, a carte coperte. Per vincere è necessario rispettare il proprio compagno e fidarsi delle informazioni che trasmette. A differenza di altri giochi di carte, il bluff è controproducente, perché si ingannerebbe anche il proprio socio. Trasparenza, logica e strategia sono gli elementi che portano alla vittoria. Insieme alla capacità di recuperare in fretta concentrazione e ottimismo dopo un errore."

 


Questo articolo è stato letto volte.


prenota


prenota_spazio


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Altri articoli in Cronaca


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


sabato, 16 febbraio 2019, 19:06

Chiedeva l'asilo, spacciava la coca: arrestato pusher marocchino

I carabinieri del nucleo operativo sono tornati a monitorare i luoghi del centro città frequentati dai più giovani per osservare cosa accade e si sono ritrovati spettatori di uno spaccio di cocaina. A finire in arresto è stato un pusher originario del Marocco “pizzicato” a spacciare una dose di cocaina...


venerdì, 15 febbraio 2019, 23:19

La storia del clochard aggredito in Via Roma e un appello per i testimoni del fatto

Le parole, come ormai è prassi di tutti, le ha affidate a Facebook, Giancarlo Mottini, titolare del Circolo dei Baccanali di Carrara e con esse la difficilissima storia del clochard aggredito in via Roma e un appello per chi ha visto a testimoniare in favore del mendicante


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


venerdì, 15 febbraio 2019, 17:00

Psichiatria di Massa: attivato un audit dopo l'episodio di violenza

In relazione all’episodio di violenza che si è verificato nel reparto di psichiatria di Massa, la ASL informa che è stato tempestivamente attivato un audit per analizzare i fatti e porre in atto eventuali azioni di miglioramento


venerdì, 15 febbraio 2019, 15:51

Salvadori (Uil Fpl): "All'ospedale aggredite e picchiate infermiere e oss"

E' il segretario della Uil Fpl, Claudio Salvadori, a denunciare l'episodio di violenza che si è verificato al Nuovo Ospedale delle Apuane pochissime ore fa, l'ennesimo caso di aggressione ai dipendenti delle strutture sanitarie pubbliche


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


venerdì, 15 febbraio 2019, 14:36

“Un cuore in movimento”, iniziativa per l’acquisto di cinque defibrillatori

“Un cuore in movimento”, questo il nome dell’iniziata promossa dal Circolo Ricreativo di CTT Nord e sostenuta dall’Azienda con la collaborazione del dottor Maurizio Cecchini e di Laura Masino. L’iniziativa prevede l’acquisto di cinque defibrillatori destinati ad assicurare un’assistenza di urgenza sia per il personale dipendente che per la comunità


venerdì, 15 febbraio 2019, 14:26

Caso mensa, Apuafarma non gestisce i pasti alla scuola Gentili

Apuafarma Spa, a tutela delle proprie dipendenti e della propria immagine, tiene a precisare che non gestisce le mense scolastiche delle quattro scuole primarie dell’Istituto comprensivo Fossola-Gentili, dove nei giorni scorsi, come noto, in particolare alla mensa della scuola Gentili, sono stati trovati degli insetti nella minestra servita ai bambini


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara