prenota

massautosin
massauto

Anno 1°

giovedì, 2 aprile 2020 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Cronaca

Arrivati all’Opa dal cielo i “Supereroi acrobatici”

sabato, 16 marzo 2019, 16:03

Accolti da una sensibile folla soprattutto di bambini, alle 11,30 di ieri, i “Supereroi acrobatici”, nove in tutto, si sono calati con grandi corde dal tetto dell’ospedale del Cuore Opa lato degenza pediatrica facendo, appunto, voli acrobatici e volteggi mozza fiato ma stupendi per essere visti soprattutto dai piccoli degenti della Pediatria che hanno a lungo salutato e ovviamente dal folto pubblico che sostava nel piazzale. Ad accoglierli anche il dottor Luciano Ciuccio, direttore generale della Fondazione Monasterio assieme al dottor Marco Torre, direttore amministrativo ed al dottor Maurizio Petrillo, direttore sanitario.

I “Supereroi acrobatici” tutti vestiti da Batman. Capitan America, Spiderman, Ironman e Hulk ed altre figure non meno note. Inutile dire che hanno reso indimenticabile la mattinata tanti i piccoli, ma anche i grandi che hanno voluto una foto ricordo o un selfie con questi bravi e gentili personaggi.

Intanto mentre i 9 scendevano dal cielo altri  vestiti da eroi di cartoni animati e fumetti come Frozen, Minnie, Masha e Orso si sono recati all’interno del reparto in visita ai piccoli ed hanno portato, ma, soprattutto sorrisi doni e sorrisi Mentre i Supereroi scenderanno e si affacceranno alle finestre per salutare i bambini, all’interno del reparto passeranno in visita, portando doni e sorrisi altri eroi di cartoni animati e fumetti come Frozen, Minnie, Masha e Orso.

La mattinata di svago ai bambini ricoverati e non  sono stati i manager e i tecnici di EdiliziAcrobatica, azienda leader in Italia nel settore dell’edilizia in doppia fune di sicurezza. Scopo dell’iniziativa ideata da EdiliziAcrobatica che già da qualche anno dà vita alle calate dei Supereroi negli ospedali italiani, è offrire a uno spettacolo che possa regalare una giornata diversa a tutti i piccoli pazienti costretti dalla malattia a trascorrere le loro giornate in reparto e vista la grande affluenza di pubblico hanno colpito il… bersaglio. Da dire che l’iniziativa era inserita nel contesto  del convegno interregionale “Principi e metodiche di assistenza  cardio-respiratoria in età pediatrica” che si è tenuto nella sala convegni dell’Ospedale del Cuore Opa organizzato.

L’evento organizzato dalla Fondazione Toscana Gabriele Monasterio ha visto la presenza di oltre 100 medici e specialisti giunti da tutte le Asl toscane tantochè i tecnici della Fondazione per accogliere il folto pubblico hanno dovuto aprire altre due sale dotate di grandi monitor per permettere a tutti di seguire i lavori. Presenti quali relatori un pool di specialisti dell’Ospedale del Cuore: Opa di  Massa, Ospedale “Mayer” Firenze; Ospedale Giovanni XXIII , Bergamo; Ospedale Careggi Firenze e Centrale Operativa 118 Alta Toscana  che  ha illustrato  il  progetto dell’Eco team pediatrico di cui l’Opa è l’unica struttura esistente in Toscana, Importante l’ Ecmo, ossigenazione extracorporea a membrana (Extra Corporeal Membrane Oxygenation). Si tratta di  una tecnica che supporta le funzioni vitali mediante circolazione extracorporea, aumentando l’ossigenazione del sangue, riducendo i valori ematici di anidride carbonica (CO2), incrementando la gittata cardiaca ed agendo sulla temperatura corporea. Permette, in condizioni di severa insufficienza respiratoria e/o cardiaca, di mettere a riposo cuore e polmoni vicariandone la funzione ventilatoria e di pompa.


Questo articolo è stato letto volte.


prenota

prenota_spazio

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Altri articoli in Cronaca


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


mercoledì, 1 aprile 2020, 20:52

Coronavirus, un nuovo caso a Massa, cinque a Carrara, un decesso a Bagnone

Nuovi casi a Carrara 5, Massa 1 e Montignoso 2. In Lunigiana si sono avuti 23 contagiati così ripartiti: Aulla 3, Bagnone 6, Filattiera 3, Fivizzano 2, Licciana Nardi 1, Pontremoli 4, Villafranca in Lunigiana 4


mercoledì, 1 aprile 2020, 18:41

Tante donazioni nell'ambito territoriale di Massa Carrara: il ringraziamento dell'Asl

Un sentito ringraziamento da parte dell'Azienda USL Toscana nord ovest al Rotary club "Carrara e Massa" che dopo l'acquisto di mille mascherine FFP2 continua a dare il proprio contributo all'emergenza; nei prossimi giorni, infatti, sarà effettuata la consegna di un ecografo polmonare per fare diagnosi immediate


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


mercoledì, 1 aprile 2020, 17:27

Coronavirus, 50 nuovi casi in provincia

Sono 259 i nuovi casi positivi al Coronavirus registrati in Toscana a ventiquattro ore dal precedente bollettino; e 9 i nuovi decessi. Rispetto a ieri, i nuovi casi sono di nuovo in crescita. Questo si spiega con l'ulteriore aumento del numero di tamponi (3.410 nelle ultime 24 ore), e con l'avvio del programma...


mercoledì, 1 aprile 2020, 16:36

Nausicaa Spa compie un anno

Intervista al presidente Luca Cimino in occasione del primo anno compiuto da Nausicaa Spa


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


mercoledì, 1 aprile 2020, 16:01

Coronavirus, 300 mila euro per 48 posti letto di degenza ordinaria nell’ex ospedale di Massa

Assegnati 300mila euro alla Asl nord ovest per 48 nuovi posti letto di degenza ordinaria per pazienti affetti da Covid-19 nell'ex ospedale di Massa. La delibera è stata approvata dalla Giunta, durante l'ultima seduta, su proposta dell'assessore al diritto alla salute Stefania Saccardi


mercoledì, 1 aprile 2020, 13:27

Regalo da parte delle vicine di casa cinesi: arrivano le mascherine con dedica nel villaggio San Martino

Una bella storia di solidarietà e di amicizia, in questi giorni di ansie, di lutti e di limitazioni per l'emergenza coronavirus


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara