massautosin
massauto

Anno 1°

martedì, 23 aprile 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Cronaca

Evadeva i diritti di confine: sequestrato aereo Cessna gestito da una società di imprenditori del marmo

mercoledì, 17 aprile 2019, 16:25

di vinicia tesconi

200 euro di iva inevasa grazie  al giochetto di bypassare i diritti di confine con un Cessna 525 dal valore di un milione di euro: questo hanno contestato la guardia di finanza  e i funzionari dell’agenzia delle dogane e monopoli al responsabile e pilota del velivolo, un carrarino di 46 anni, U.M. e alla società consortile fiorentina che lo gestisce, che conta tra i suoi soci molti imprenditori del marmo.

L’operazione chiamata Fly down è avvenuta ieri all’aeroporto Amerigo Vespucci di Firenze Peretola. La Guardia di Finanza   da tempo   aveva notato che l’aereo ha avuto una sequela di proprietari che se lo sono rimbalzato dall’Europa, all’America e poi di nuovo in Europa: comprato nel 2013 da una società milanese, il Cessna,  è sempre stato usato da un’altra società, quella di imprenditori del marmo con sede a Firenze.  Dopo una prima immatricolazione nell’Unione Europea nel 2013, il mezzo è stato di nuovo immatricolato negli Stati Uniti  nel 2016 e infine è entrato a far parte di un trust inglese. Sono stati proprio i continui cambi di proprietà ad insospettire la Guardia di Finanza insieme al fatto che l’aereo, nonostante le proprietà straniere sia sempre stato usato dalla società fiorentina e abbia sempre gravitato sulla Toscana, come dimostrano gli oltre duecento scali fatti in pochi anni a Pisa e a Firenze. La gestione del mezzo sarebbe finalizzata al noleggio ma quasi tutti i voli sono stati fatti dai soci per motivi di lavoro, inoltre l’aereo dovrebbe volare in America mentre, di fatto, vola solo in Italia ma grazie all’immatricolazione americana può evitare di pagare i diritti di confine. L’uso sistematico di un aereo  nei cieli italiani implica il pagamento dell’Iva all’importazione e il mancato rispetto di questo obbligo comporta il sequestro del mezzo in quanto oggetto di contrabbando, cioè la misura messa in atto ieri dalla Guardia di Finanza. Al momento sono in corso le perquisizioni sia presso la sede della società fiorentina sia presso il pilota carrarese che ha anche la rappresentanza legale della società  che gestiva il mezzo.

 


Questo articolo è stato letto volte.


prenota


prenota_spazio


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Altri articoli in Cronaca


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


martedì, 23 aprile 2019, 10:08

Dono di Pasqua ai ragazzi disabili di Apodi: l'associazione compie 30 anni

Uova e colombe donate dall'Ada di Carrara ai ragazzi diversamente abili che fanno parte di Apodi. Una bella sorpresa organizzata dall'Associazione per i diritti degli anziani, ricambiata con grandi sorrisi e tanta gioia


lunedì, 22 aprile 2019, 23:19

Moto investe bimba di quattro anni ai Ronchi: ricoverata al Meyer in codice rosso

Passeggiava sul lungomare di Levante insieme ai suoi familiari ai Ronchi quando è stata investita da una moto che l'ha fatta volare e piombare a terra


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


lunedì, 22 aprile 2019, 16:36

Fugge in mezzo alla strada per scappare ai carabinieri: arrestato clandestino 24enne

Il giovane, originario del Marocco, è stato arrestato alcuni giorni fa dai carabinieri con l'accusa di resistenza a pubblico ufficiale e detenzione illecita di stupefacenti. Per sfuggire alla cattura si è gettato pericolosamente sulla Via Aurelia mettendo in serio pericolo la circolazione stradale


domenica, 21 aprile 2019, 10:02

Controlli straordinari per le festività pasquali: marocchino in carcere per spaccio

I servizi svolti hanno consentito di dare esecuzione ad una ordinanza di custodia cautelare in carcere per reati inerenti gli stupefacenti nei confronti di un cittadino marocchino rintracciato nel comune di Montignoso


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


sabato, 20 aprile 2019, 19:17

Scuole sicure, nuove risorse stanziate per le scuole di Massa e Carrara

Dal Governo 36 mila euro da poter impiegare a Massa e 34 mila a Carrara per la videosorveglianza, l'acquisto di attrezzature e l'impiego di agenti di polizia locale dedicati allo specifico contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti vicino alle scuole


sabato, 20 aprile 2019, 11:48

Scuole sicure, finanziamenti per Massa e Carrara

Al via l’operazione Scuole sicure 2019/2020, alla Toscana andranno 437.000€ così ripartiti: Prato (66.120,79€); Livorno (57.781,95€); Arezzo (43.718,00€); Pistoia (41.517,47€); Pisa (41.499,10€); Lucca (41.290,35€); Grosseto (39.571,01€); Massa (36.469,89€); Carrara (34.919,21€) e Viareggio (34.809,94€)


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara