massautosin
massauto

Anno 1°

mercoledì, 18 settembre 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Cronaca

La guardia costiera ferma una nuova nave in porto per insufficienti condizioni di sicurezza

mercoledì, 17 aprile 2019, 15:50

Non si ferma l’intensa attività della Capitaneria di Porto di Marina di Carrara nella contrasto al fenomeno delle cosiddette “carrette del mare”, più tecnicamente classificate “sub standard”, per indicare il mancato rispetto degli standard minimi di sicurezza fissati dalle convenzioni internazionali vigenti.

Nella giornata del 9 aprile scorso, veniva infatti ispezionata e successivamente detenuta in porto, la M/N Akasia 1, battente bandiera delle Isole Comore, così come la motonave Virile, anch’essa detenuta dalla Guardia Costiera di Marina di Carrara, meno di un mese fa.

“Nonostante sia stata riscontrata una situazione decisamente meno grave” – commenta il Comandante della Capitaneria di Porto C.F. (CP) Maurizio SCIBILIA – “le risultanze dell’ispezione condotta a bordo dall’Ispettore hanno portato inevitabilmente alla detenzione della nave”.

15 sono state le irregolarità accertate nell’ambito dell’attività ispettiva, di cui 6 particolarmente gravi. In particolare è stato rilevato il mancato funzionamento di alcuni dispositivi di radiocomunicazione sul ponte di comando, l’assenza a bordo di d.p.i. da utilizzare in caso di principio di incendio su merci pericolose, la mancata conoscenze delle procedure di sicurezza da rispettare per l’ingresso in spazi confinati, la non corretta manutenzione del dispositivo di rilevamento di gas tossici o esplosivi, l’assenza del manuale di prevenzione e mitigazione del rischio di incendio correlato alle operazioni di bordo. In ultimo a similitudine di quanto rilevato dal personale ispettivo della Capitaneria di Porto sulla M/N Virile, sono emerse delle irregolarità anche sui contratti di lavoro dei marittimi in cui era stato fissato un importo salariale ben al di sotto dei minimi imposti dalla Organizzazione Internazionale del Lavoro.

Alla nave, rimasta bloccata in porto per 3 giorni, è stata rilasciata l’autorizzazione alla partenza verso il porto di Saida (Libano) il giorno 12 aprile,  dopo la verifica da parte degli ispettori della Capitaneria di Porto, dell’avvenuto ripristino delle condizioni di sicurezza e navigabilità e della conformità della nave a tutte le convenzioni applicabili in materia di Sicurezza della Navigazione.

La M/N Akasia 1 è la terza detenuta dal Nucleo Ispettivo della Capitaneria di Porto di Marina di Carrara, su un totale di 7 navi straniere ispezionate, dall’inizio del 2019.


Questo articolo è stato letto volte.


prenota


prenota_spazio


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Altri articoli in Cronaca


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


mercoledì, 18 settembre 2019, 09:45

Servizi di vigilanza lungo il litorale apuano, ritirate due patenti

Il bilancio dell’attività compiuta è estremamente rilevante, atteso che tra sabato e domenica notte sono state: identificate 83 persone, controllati 56 veicoli, elevate cinque contravvenzioni al codice della strada; ritirate due patenti di guida per gravi violazioni al codice della strada


mercoledì, 18 settembre 2019, 09:27

“Il Monoblocco non si tocca”: comitati chiedono posizione forte contro demolizione ospedale

A leggere l’appello rivolto al sindaco De Pasquale è stato il presidente del Comitato Primo Soccorso e urgenza Carrara, Paolo Biagini. Ecco il testo integrale della lettera aperta al primo cittadino


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


mercoledì, 18 settembre 2019, 09:25

Sciopero autoscuole per rincaro Iva

Saranno chiuse oggi, per tutto il giorno, le autoscuole del Consorzio di Massa Carrara per dare un segno forte di   protesta contro la stangata dell’Iva al 22 per cento imposta su tutti i servizi offerti


mercoledì, 18 settembre 2019, 09:14

Cave, Ceccarelli al Ministero: "Non c'è più tempo da perdere per la proroga dei piani attuativi"

L'assessore al governo del territorio, Vincenzo Ceccarelli, non nasconde il suo disappunto per la difficoltà di avere una interlocuzione chiara con il Ministero dei beni culturali sulla sottoscrizione dell'Atto di condivisione riguardo alle attività estrattive sulle Alpi Apuane


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


martedì, 17 settembre 2019, 12:00

Pronto soccorso: personale potenziato con 12 nuovi medici a Massa, Livorno e Lucca

La distribuzione territoriale dei 40 medici assegnati all’Azienda USL Toscana nord ovest si concluderà, come detto, entro la fine dell’anno e vedrà, a regime, nove specializzandi entrare in servizio al pronto soccorso della Versilia, sette al pronto soccorso di Livorno, sei tra Pontedera e Volterra, cinque tra Lucca e la...


martedì, 17 settembre 2019, 10:12

Squallida truffa telefonica: associazione inesistente chiede offerte per famiglie dei bimbi ricoverati all’Opa

Chiamano al telefono e probabilmente non fanno i numeri a caso: spesso, infatti, le vittime  sono persone che in qualche modo hanno vissuto di recente storie di degenze o di lutti o di gravi malattie e chiedono un’offerta per dare sostegno alle famiglie dei bambini malati oncologici terminali ricoverati all’ospedale...


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara