massautosin
massauto

Anno 1°

venerdì, 20 settembre 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Cronaca

La sfida della Cipriani alla “sindaca” di Massa: diretta dal comune a Pomeriggio 5

martedì, 10 settembre 2019, 23:31

di vinicia tesconi

Versioni contrastanti sull’identità di genere del primo cittadino di Massa sono emerse oggi nel salotto di Barbara D’Urso su Canale 5: per lanciare il collegamento con Francesca Cipriani inviata di Pomeriggio 5 la D’Urso ha mandato in onda un servizio realizzato dalla redazione del programma sulle sanzioni imposte dal regolamento comunale di Massa per chi indossa abiti succinti, nel quale si cita più volte Francesco Persiani indicandolo come “la sindaca”.

Nella scaletta odierna della trasmissione, infatti, tra i più disparati argomenti proposti, c’era anche la storia delle multe a Massa per chi “si veste come una prostituta”, voce inserita nel nuovo regolamento comunale a firma dell’amministrazione di centrodestra. La svista sul sesso del sindaco è probabilmente nata dallo scambio di battute al vetriolo tra alcuni vip e l’amministrazione massese avvenuto nel corso dell’estate. Alessandro Gassman e Fiorella Mannoia, infatti, hanno lanciato tweet molto critici all’indirizzo di Persiani, usando per citarlo la versione al femminile del suo titolo, abitualmente usata dal gruppo della Rete Antisessista di Massa per sottolineare la parità di genere anche tra il femminile e il maschile dei titoli personali e contenuta nell’articolo di denuncia pubblicato dal gruppo proprio sulle multe per gli outfit non consoni al decoro urbano.

Quindi, per ricapitolare: quel "sindaca" già polemico di suo rivolto al primo cittadino leghista, cioè a chi, per scelta politica, non approva commistioni di genere, è rimbalzato dalla polemica contro le multe per gli abiti osè al servizio della redazione di Pomeriggio 5 che, probabilmente, non ha colto il sarcasmo nell’appellativo dato a Persiani e lo ha rimandato credendo che, in realtà, si trattasse di un sindaco donna. E così il sindaco di Massa si è ritrovato citato come femmina nella trasmissione più seguita del pomeriggio televisivo italiano.

Ma il paradosso non si è fermato lì. Il successivo collegamento dalla piazza sotto al palazzo del comune di Massa, se ha restituito a Persiani il suo genere originario – la Cipriani a gran voce lo ha chiamato sindaco – ha riaperto la polemica sulla libertà di look e lo ha fatto per mezzo della Cipriani, nota fan di Salvini, a cui sicuramente è sfuggito che stava attaccando un sostenitore del suo stesso idolo politico. Cioè, in pratica: dopo esser stato scambiato per una donna, Persiani, è finito sotto il fuoco amico. La Cipriani, con la sobrietà che notoriamente le appartiene e con indosso un abito di almeno tre taglie più piccolo della sua, con profusione di tette in vista, ha sollecitato alcuni passanti massesi sull’opportunità di essere multata – ma, guardacaso, essendo tutti maschi gli intervistati, la risposta, anche quella di un vigile urbano, è stata di corale approvazione del look della soubrette. La Cipriani ha poi berciato all’indirizzo dell’ufficio di Persiani per invitarlo a scendere e a rispondere alle sue domande sulla regolarità del suo abbigliamento , ma sia Persiani, sia gli altri membri della sua giunta, si sono guardati bene dallo scendere, per cui la Cipriani, imbronciata, ha potuto solo ribadire che, nel suo caso, l’eventuale multa di cento euro prevista per gli abiti succinti, avrebbe dovuto essere portata a ottocento euro, visto che lei porta un’ottava di reggiseno.

Insomma, tra malintesi, recrudescenze polemiche, serpi in seno, con molto seno e pochissimo senno, alla fine ne è uscita comunque una cartolina della città di Massa. Sicuramente non la più bella.


Questo articolo è stato letto volte.


prenota


prenota_spazio


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Altri articoli in Cronaca


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


venerdì, 20 settembre 2019, 13:34

Cade sul sentiero, soccorsa una donna

Stamattina una signora francese, che faceva parte di una comitiva, ha riportato un trauma cranico, apparentemente non grave, dopo una caduta sul sentiero Cai 38 in località Colonnata a Carrara. La chiamata è scattata alle 11


venerdì, 20 settembre 2019, 13:26

Inaugurata la palestra del liceo Fermi di Massa

Struttura in legno lamellare e applicate le migliori tecnologie: spesi dalla provincia 380 mila euro. In programma altri interventi per nuovi spazi al liceo


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


venerdì, 20 settembre 2019, 13:14

Celebrato il patrono della guardia di finanza

Si è tenuta questa mattina, nel il Duomo di Massa, la celebrazione del patrono della guardia di finanza. Il corpo si ispira alla figura del Santo proprio per la sua attività di riscossore delle imposte narrata nel Vangelo


venerdì, 20 settembre 2019, 13:00

Consorzio sempre più "plastic free": stop ai bicchieri di plastica in distribuzione nelle sedi

Il Consorzio di bonifica 1 Toscana Nord sempre più "plastic free". A partire da questi giorni, infatti, grazie alle nuove macchinette di distribuzione delle bevande calde, i dipendenti consortili utilizzeranno solo bicchieri di carta con palettine in materiale riciclabile abbandonando del tutto l'alternativa in plastica


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


giovedì, 19 settembre 2019, 19:19

Grande successo per Lions in piazza per la prevenzione all’interno di Con-vivere

Hanno richiamato molti interessati le visite mediche gratuite, tenute da professionisti di alto livello nel campo medico, organizzate dal Lions Club Massa Carrara Apuania con la collaborazione del Lions Club Massa Carrara Host


giovedì, 19 settembre 2019, 19:14

Anziano minaccia dei ragazzini in pieno centro a Carrara: intervengono i carabinieri

Un uomo di 91 anni, proprietario di alcuni immobili in una nota piazza del centro di Carrara, ha inveito nel pomeriggio di oggi contro un gruppo di ragazzini delle medie che si trovavano nella piazza, alcuni in bicicletta, altri in skateboard, altri ancora seduti a chiacchierare


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara