prenota

massautosin
massauto

Anno 1°

mercoledì, 19 febbraio 2020 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Cronaca

“Ma dimmi, dove giocano i bambini?”: il professor Canesi segnala la mancanza di impianti sportivi a Marina di Carrara

mercoledì, 11 settembre 2019, 21:39

di vinicia tesconi

E’ partito dall’assunto: “ll diritto al gioco è sacrosanto per ogni bambino e adolescente.” E ha citato ben tre leggi, una internazionale, una nazionale e una regionale che ribadiscono l’importanza dell’attività sportiva nella formazione degli adolescenti e in generale per tutti gli esseri umani.

Carta Internazionale per l’Educazione Fisica, l’Attività Fisica e lo Sport dell’Unesco:  

“Ogni essere umano ha il diritto fondamentale all’educazione fisica, all’attività fisica e allo sport senza  discriminazione  sulla  base  di  origine  etnica,  genere,  orientamento  sessuale,  lingua, religione,  opinione  politica  o  di  altra  natura,  origine  nazionale  o  sociale,  economica o  qualsiasi altra base”.

Convenzione sui Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza approvata dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite il 20 novembre 1989, e ratificata dall'Italia il 27 maggio 1991 con la legge numero 176 : 

“Gli Stati  riconoscono al fanciullo il diritto al riposo e al tempo libero, a dedicarsi al gioco e ad attività ricreative proprie della sua età e a partecipare liberamente alla vita culturale ed artistica”.  

Legge regionale della Toscana del 27 febbraio 2015:

“riconosce  all’attività fisica un ruolo fondamentale per la promozione della salute della società toscana e , tra le tante finalità da perseguire, inserisce anche la realizzazione di impianti sportivi pubblici e la loro manutenzione, anche in sinergia fra pubblico e privato .”

E poi ha portato le sue argomentazioni sulla realtà della frazione più popolosa di tutta la città che oggi, risulta quasi sprovvista di impianti sportivi. La segnalazione viene dal professor Riccardo Canesi, un passato da parlamentare nelle file dei Verdi e, oggi un impegno in prima linea nella scuola, per la promozione dello studio della geografia, che ha fatto parte della commissione parlamentare per l’infanzia.

“Che dire di una realtà urbana con oltre 20 mila abitanti - ha chiesto il professor Canesi – cioè la più importante in termini demografici del comune di Carrara ed anche la più giovane per composizione anagrafica, che è senza un campo di calcio ? Lo sport più diffuso in città e nel paese ?”. Canesi ha ricordato che una ventina d’anni fa la realtà sportiva di Marina era ben diversa: allora i campi a disposizione della gioventù appassionata di calcio erano ben tre, dei quali due nell’area in cui oggi ci sono i padiglioni di Carrara Fiere e uno che è sopravvissuto ai cambiamenti urbanistici della zona ma che, da cinque anni versa in uno stato di totale degrado. Si tratta del famoso e storico Campo dei Pini, in origine campo casalingo della Portuale, sul quale si sono combattute epiche partite, rimasto nel cuore di molti marinelli un po’ più grandicelli e, oggi trasformato in un bosco selvaggio e incolto. Accanto al campo dei pini c’è un’area di sgambamento per i cani molto utile e frequentata, come ha fatto notare Canesiche tuttavia ha rilanciato un quesito all’amministrazione usando un verso di una canzone di Cat Stevens: “But tell me, where do the children play? (Ma dimmi, dove giocano i bambini? ). Nelle strade da decenni, a causa l’aumento del traffico, i ragazzi non possono più giocare,  garantire un impianto finalizzato al calcio giovanile (e non solo)  sarebbe il minimo. Carrara dovrebbe imitare altre città come Roma, Torino, Milano, Genova e riscrivere il proprio Regolamento di Polizia Urbana favorendo il gioco nelle strade. E’ scandaloso riscontrare che il gioco più praticato non abbia strutture adeguate nella comunità più popolosa della città.”

Canesi ha ricordato l’esistenza di una petizione aperta da tempo che ha già raccolto duemila firme per ottenere spazi adeguati per gli amanti del calcio. “ E’ avvilente constatare – ha concluso Canesi - che il monocolore che governa Carrara, alfiere della democrazia diretta,  la abbia finora ignorata. Confidando in una sollecita emanazione di un ragionevole bando di gara per l’affidamento del Campo dei Pini promesso da tempo dall’assessore Raggi. il comune dovrebbe intanto provvedere a ripulire il campo dalla vegetazione infestante , non solo per un fatto estetico ma anche per motivi di sicurezza in caso di incendi che potrebbero estendersi facilmente alle case e alla pineta circostante. Importante anche l’aspetto della funzionalità perché in attesa del nuovo campo , con l’aiuto di volontari e aziende pubblico-private, si potrebbe risistemare il fondo e quindi ricominciare ad utilizzarlo gradualmente . Visto il suo lungo tergiversare forse dovuto anche alla fantasiosa idea di cancellare il campo per far posto ad improbabili edifici scolastici, perché l’assessore ai lavori pubblici non manda intanto gli operai di Nausicaa a ripulire dalla vegetazione infestante il terreno ?”.

 

 


Questo articolo è stato letto volte.


prenota


prenota_spazio


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Altri articoli in Cronaca


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


mercoledì, 19 febbraio 2020, 19:32

Consegnate le firme per il Monoblocco

Sono  state consegnate stamani le oltre 6500 firme raccolte dal Comitato Primo Soccorso e Urgenza Carrara in difesa del Monoblocco, da una rappresentanza del comitato  che ha incontrato il sindaco di Carrara, e presidente zonale della Conferenza zonale Sanità, Francesco De Pasquale


mercoledì, 19 febbraio 2020, 17:43

Il 5 luglio torna l’air show delle Frecce Tricolori a Marina di Massa

Dopo 16 anni tornano a Marina di Massa le Frecce Tricolori, la Pattuglia Acrobatica Nazionale dell'Aeronautica Militare Italiana famosa in tutto il mondo per le sensazionali acrobazie aeree


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


mercoledì, 19 febbraio 2020, 08:35

Afaph e Daniele Carmassi, un passo vincente

Si chiama "Progetto 1000 Fontane" l'idea partita da Carmassi Daniele, presidente dell'Afaph onlus associazione, assieme al prof Ricci Nicola ed il dottor Angelo Bianco, progetto che tiene alta l'attenzione sul tema disabilità in una provincia Massa Carrara nella quale c'è molto bisogno di sviluppare idee ed azioni rivolte ai cittadini diversamente abili


martedì, 18 febbraio 2020, 09:44

POR FSE 2014-2020: oltre 460 mila euro destinati alla Zona distretto delle Apuane

Favorire la permanenza presso la propria abitazione delle persone non autosufficienti prese in carico dai servizi territoriali, finanziando interventi per l'accesso a percorsi innovativi di carattere socio-assistenziale e l'ampliamento dei servizi di assistenza familiare a sostegno della domiciliarità


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


lunedì, 17 febbraio 2020, 19:52

Il Carnevale del liceo artistico raddoppia col patrocinio del comune

E’ una tradizione consolidata ormai dal 2001 quella del Carnevale del liceo artistico Artemisia Gentileschi che sfila per le vie della città mostrando i costumi creati dal genio degli studenti che quest’anno grazie al bando sui fondi sfitti vinto dall’amministrazione 5 stelle si trasformerà in un doppio appuntamento


sabato, 15 febbraio 2020, 13:23

Lo stadio di Massa sarà intitolato alla memoria di Giampiero Vitali, indimenticato giocatore bianconero

L’amministrazione del sindaco Francesco Persiani intitolerà lo stadio “Degli Oliveti” a Giampiero Vitali (Milano, 1º agosto 1940 – Milano, 20 maggio 2001), uno dei più amati giocatori della Us Massese 1919 contribuendo, con una costanza unica e con risultati mai più ottenuti, a portare in alto il nome della società...


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara