prenota

massautosin
massauto

Anno 1°

sabato, 18 gennaio 2020 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Cronaca

"Anche i fiumi straripano", successo per la conferenza di Fabio Celi

venerdì, 6 dicembre 2019, 19:37

di donatella beneventi

"Anche i fiumi straripano", grandissimo successo per la conferenza di Fabio Celi sul mondo dei DSA. L'aula magna dell'accademia di belle arti di Carrara al gran completo per la conferenza di Fabio Celi, psicologo e docente all'Università di Pisa e Parma, sul tema dei disturbi specifici dell'apprendimento (DSA): l'incontro, organizzato in seno a Con_vivere  Formazione, si è avvalso della collaborazione della commissione pari opportunità della Regione Toscana.. L'introduzione e i saluti da parte di Mirella Cocchi, notissima ex preside e membro della commissione stessa, che ha sottolineato il rapporto speciale che Celi ha instaurato nel corso della sua carriera, con le scuole del comprensorio, a contatto con allievi, docenti e famiglie, mentre Michela Zanetti, psicologa, ha introdotto il libro scritto da Celi " Anche i fiumi straripano", una raccolta di esperienze di vita e lavoro con protagonisti i suoi ragazzi, giovani pazienti, alcuni molto piccoli, dislessici, disgrafici, disortografici, i loro successi, le loro ansie, storie a lieto fine, ma a volte no. Celi in realtà, più che presentare un libro, ha fatto molto di più: ha scoperchiato definitivamente un vaso che non era del tutto aperto, parlando direttamente ai tantissimi insegnanti presenti in sala, soprattutto della scuola primaria e secondaria di primo grado, che sono stati chiamati direttamente in causa e prima di tutto il sistema scuola che ha accolto una legge , la 170 del 2010, ma che ha spesso dimenticato, in nome della performance, l' accettazione, la pietà e la comprensione : tre parole che tuonano nella grande sala e che colpiscono profondamente i presenti.

Le storie raccontate da Celi sono molto familiari a chi ha in casa o nella propria famiglia, un dsa: c'è una porta stretta attraverso la quale si deve passare, è tutta una conquista, ore e ore sui libri, trascurando spesso la vita sociale, lo sport, e magari, non sempre arriva quella gratificazione così importante e terapeutica per iniziare a credere in se stessi, ci sono insegnanti che si mettono totalmente a disposizione, altro che sono più recalcitranti, non riescono a mettersi in discussione se non davanti all'evidenza dei fatti.Fra i presenti alla conferenza, anche la testimonianza di un maestro, Francesco Lucetti, che porta una sua testimonianza professionale e la conclusione è curata da Luciana Ceccarelli, diriigente dell'Istituto comprensivo di Carrara, che pone l'attenzione sulla necessità di riformare la scuola nelle sue radici per situazioni che nella loro complessità, hanno bisogno di personale preparato e che non si senta abbandonato dalle istituzioni, con al centro l'allievo: "Decisori politici" svegliatevi! La scuola non può aspettare. Non deve più aspettare. Non ha bisogno di altre leggi ma di risorse di strutture oltre che di buon insegnanti".

 


Questo articolo è stato letto volte.


prenota


prenota_spazio


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Altri articoli in Cronaca


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


venerdì, 17 gennaio 2020, 15:37

In piazza per le scuole e, soprattutto, senza bandiere politiche e senza sardine

Chiedono a gran voce una scuola sicura, un luogo accogliente in cui possano apprendere e vivere serenamente, chiedono di riavere il loro futuro


venerdì, 17 gennaio 2020, 13:43

Manifestazione scuole, la proposta di Lorenzetti: “Costituiamo la Consulta Provinciale dell’Istruzione”

La proposta il presidente della Provincia di Massa-Carrara, Gianni Lorenzetti l’ha fatta in fondo all’incontro che si è svolto a Palazzo Ducale al termine della manifestazione che ha visto sfilare  assieme studenti, genitori, docenti, per chiedere sicurezza nelle scuole


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


venerdì, 17 gennaio 2020, 11:06

Screening mammografico: unità mobile attiva dal 20 gennaio davanti al monoblocco di Carrara

La Regione Toscana ha deciso di estendere la platea delle donne da inserire all’interno dello screening mammografico. Se prima vi rientravano le donne dai 50 ai 69 anni, adesso vi devono rientrare, entro cinque anni, tutte le donne dai 45 ai 74


venerdì, 17 gennaio 2020, 10:25

Alberghiero Marina di Massa: terminati i lavori nelle aule

Rispettato il crono programma presentato agli studenti la scorsa settimana: sono terminati i lavori di messa in sicurezza dei soffitti nelle dieci aule dell’istituto alberghiero di Marina di Massa iniziati durante la pausa natalizia


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


venerdì, 17 gennaio 2020, 10:09

Il cuore grande dell'associazione Mattei: donati 3 mila 600 euro all'Opa con il ricavato del Seravezza Blues Festival

Il cuore grande della musica. E di chi la promuove. L'associazione culturale Alexandre Mattei ha devoluto parte del ricavato della quinta edizione del Seravezza Blues Festival all'Ospedale del Cuore (meglio conosciuto come Opa) di Massa


venerdì, 17 gennaio 2020, 09:48

Più di mille studenti in piazza al grido: “Lo Stato intasca e la scuola casca”

C’erano rappresentanti da quasi tutte le scuole superiori della provincia. C’erano i genitori di moltissimi studenti. C’erano molti insegnanti. E c’era anche il presidente della Provincia Gianni Lorenzetti a sfilare in prima fila a fianco dei ragazzi


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara