prenota

massautosin
massauto

Anno 1°

giovedì, 20 febbraio 2020 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Cronaca

"Scuola decadente, futuro inesistente". L'urlo dei docenti per una scuola più sicura

sabato, 25 gennaio 2020, 16:25

di rossella barattini

Il desiderio di avere strutture adeguate, con aule conformi e agibili, che non siano un pericolo per chi lavora o studia, sono i motivi che hanno mosso la protesta avvenuta nel pomeriggio. Più di seicento persone, tra corpo docenti, personale ATA, associazioni dei genitori, sindacati e gli stessi alunni, sono partite da piazza De Gasperi e hanno continuato la loro marcia per le vie del centro città cantando slogan, uniti per chiedere la garanzia del loro futuro. 

"L'iniziativa è partita dai docenti, è stata organizzata e pensata dai docenti ed è partita dai docenti del Pascoli - Rossi, ma  hanno aderito anche altre scuole che ci hanno aiutato nell'organizzazione. - dichiara Carla Boldrini, docente del Pascoli -  I nostri edifici scolastici sono fatiscenti, mancano le condizioni necessarie, manca la sicurezza, manca vivibilità, perché da troppo tempo non viene fatta manutenzione, da decenni ormai".

In prima fila anche il presidente della provincia Gianni Lorenzetti, che ha accompagnato alunni, docenti e genitori durante la manifestazione, per mostrare il suo appoggio. 
"Mi sento un pezzetto di tutte le parti lese - dichiara Lorenzetti - perché avendo le competenze ma non avendo le sufficienti risorse sia economiche che umane, mi sento dentro le difficoltà dei docenti, il personale ATA e dei ragazzi. Tutti assieme per sensibilizzare chi deve essere sensibilizzato e deve mettere insieme le risorse umane ed economiche".  

Durante la manifestazione in molti si sono aggiunti alla protesta, perché come ci raccontano alcuni ragazzi, in pericolo ci sono anche le generazioni future e non si possono ignorare i problemi che accomunano tutte le strutture scolastiche della provincia.

"Sono qui oggi perché, anche se non faccio parte delle scuole coinvolte in primo piano nel problema delle strutture - ci racconta Gioele - un giorno i miei figli o i miei nipoti dovranno andare a scuola e voglio che abbiano a disposizione una scuola adeguata, dove sentirsi al sicuro".

La protesta si è poi conclusa in piazza Mercurio, dove in un momento di raccoglimento ragazzi e docenti delle varie scuole sono intervenuti per portare alcune testimonianze.
 "Siamo qua oggi perché siamo convinti che la nostra unione possa fare la forza. - dichiara Sofia Tabarrani, rappresentante d'istituto del liceo Pascoli - La giusta forza che ci serve per sensibilizzare e smuovere più persone per un tema che è stato dimenticato da troppo tempo".

Ciò che è accaduto al liceo Pascoli qualche giorno fa, dimostra come la situazione dell'edilizia scolastica sia fuori controllo. Non soltanto palestre fatiscenti o inesistenti, aule inagibili, laboratori inutilizzabili, ma anche muri che crollano all'improvviso. Ciò che viene denunciato è un sistema sbagliato che non permette di svolgere il normale iter formativo a ragazzi e docenti. I 18 milioni stanziati per il rifacimento delle scuole della provincia non sono rassicuranti e i professori chiedono a gran voce un programma  di investimenti continui, per migliorare e garantire un sistema scolastico adeguato.

"Non si dovrebbe intervenire quando crolla un soffitto, perché un soffitto non deve crollare. I fondi vanno impiegati per arrivare prima. - Spiega Luca Marzario, docente del Minuto - C'è bisogno di un programma di prevenzione e monitoraggio, per individuare in anticipo gli interventi da effettuare".

Video "Scuola decadente, futuro inesistente". L'urlo dei docenti per una scuola più sicura


Questo articolo è stato letto volte.


prenota


prenota_spazio


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Altri articoli in Cronaca


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


mercoledì, 19 febbraio 2020, 19:32

Consegnate le firme per il Monoblocco

Sono  state consegnate stamani le oltre 6500 firme raccolte dal Comitato Primo Soccorso e Urgenza Carrara in difesa del Monoblocco, da una rappresentanza del comitato  che ha incontrato il sindaco di Carrara, e presidente zonale della Conferenza zonale Sanità, Francesco De Pasquale


mercoledì, 19 febbraio 2020, 17:43

Il 5 luglio torna l’air show delle Frecce Tricolori a Marina di Massa

Dopo 16 anni tornano a Marina di Massa le Frecce Tricolori, la Pattuglia Acrobatica Nazionale dell'Aeronautica Militare Italiana famosa in tutto il mondo per le sensazionali acrobazie aeree


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


mercoledì, 19 febbraio 2020, 08:35

Afaph e Daniele Carmassi, un passo vincente

Si chiama "Progetto 1000 Fontane" l'idea partita da Carmassi Daniele, presidente dell'Afaph onlus associazione, assieme al prof Ricci Nicola ed il dottor Angelo Bianco, progetto che tiene alta l'attenzione sul tema disabilità in una provincia Massa Carrara nella quale c'è molto bisogno di sviluppare idee ed azioni rivolte ai cittadini diversamente abili


martedì, 18 febbraio 2020, 09:44

POR FSE 2014-2020: oltre 460 mila euro destinati alla Zona distretto delle Apuane

Favorire la permanenza presso la propria abitazione delle persone non autosufficienti prese in carico dai servizi territoriali, finanziando interventi per l'accesso a percorsi innovativi di carattere socio-assistenziale e l'ampliamento dei servizi di assistenza familiare a sostegno della domiciliarità


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


lunedì, 17 febbraio 2020, 19:52

Il Carnevale del liceo artistico raddoppia col patrocinio del comune

E’ una tradizione consolidata ormai dal 2001 quella del Carnevale del liceo artistico Artemisia Gentileschi che sfila per le vie della città mostrando i costumi creati dal genio degli studenti che quest’anno grazie al bando sui fondi sfitti vinto dall’amministrazione 5 stelle si trasformerà in un doppio appuntamento


sabato, 15 febbraio 2020, 13:23

Lo stadio di Massa sarà intitolato alla memoria di Giampiero Vitali, indimenticato giocatore bianconero

L’amministrazione del sindaco Francesco Persiani intitolerà lo stadio “Degli Oliveti” a Giampiero Vitali (Milano, 1º agosto 1940 – Milano, 20 maggio 2001), uno dei più amati giocatori della Us Massese 1919 contribuendo, con una costanza unica e con risultati mai più ottenuti, a portare in alto il nome della società...


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara