prenota

massautosin
massauto

Anno 1°

martedì, 7 aprile 2020 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Cronaca

Cremazioni gratis per i residenti: la proposta di Italia Viva a fronte dei grandi introiti del forno crematorio

mercoledì, 12 febbraio 2020, 19:17

di vinicia tesconi

Gli affari d’oro del forno crematorio di Turigliano svelano la gestione impostata sul business dI Nausicaa, la megapartecipata del comune che tra i suoi servizi ha anche quelli legati ai cimiteri e alle cremazioni.

A dirlo è il gruppo carrarese di Italia Viva che ha fatto notare come la linea del presidente di Nausicaa, Luca Cimino, e dell’amministrazione 5 stelle, che fino a un anno fa parlava di uso limitato a poche ore per il forno crematorio e cremazioni garantite ai soli residenti, sia oggi diventata quella di un servizio a pieno regime che accoglie richieste di cremazioni anche da altre comuni, come dimostrano gli introiti decisamente in crescita.

Italia Viva ha invitato Cimino e gli amministratori 5 Stelle a rileggere le dichiarazioni in cui sancivano una gestione dell’impianto “calibrata“ che metteva al primo posto la tutela della salute dei cittadini e in seconda battuta valutava  l’obiettivo del pareggio finanziario dei servizi cimiteriali nel loro complesso.

“A far cambiare idea con un trasformismo imperante - hanno detto da Italia Viva - sono state  le richieste arrivate in questi giorni da parte di altri comuni che hanno  incentivato e messo a nudo la  volontà di fare  business.  L' Amministrazione 5 Stelle ha l'obbligo a questo punto di esprimersi a favore della cittadinanza e decidere per  la gratuità del servizio per i  residenti.”

L’ impianto, secondo quanto hanno spiegato i membri di Italia Viva, è in grado di effettuare oltre 1700 cremazioni all’anno se mantenuto in funzione per più ore al giorno per sei giorni settimanali   e sarebbe  predisposto già per una seconda linea in tutta sicurezza.

“Fino ad oggi i 5 Stelle ne hanno previsto al massimo 1000-1100 - hanno proseguito da Italia Viva - secondo il piano finanziario allegato alla delibera del vecchio consiglio comunale, che tuttavia, dopo due anni, sembra aver preso un’altra strada. Dopo una lunga ed estenuante attesa i vertici di Nausicaa e l'amministrazione grillina sembrerebbero aver abbandonato anche la  presa di posizione ideologica ed ambientale usata in campagna elettorale contro le cremazioni inquinanti . Adesso per favorire il business  si è superata l’idea  dell’ avvelenamento dell’ aria,  dell'inquinamento dei terreni  e dello scenario catastrofico per la salute della cittadinanza. Detto questo è convinzione di chi scrive che ogni iniziativa pubblica debba avere come unico obiettivo quello di offrire un  servizio al cittadino  sul piano dell’efficienza e della qualità. Il Tempio Crematorio, realizzato dall’amministrazione precedente, rappresenta di certo un valore aggiunto alla città e merita di essere valutato ed apprezzato nel suo insieme. “

Il gruppo di Italia Viva si è quindi detto sorpreso e compiaciuto del nuovo approccio non più disfattista del Movimento 5 Stelle nei confronti del Forno Crematorio, per quanto sia risultata evidente l’incapacità   di gestire e programmare le cremazioni e alla luce del cambiamento di rotta sugli obiettivi del forno crematorio ha lanciato la proposta di rendere gratuite le cremazioni dei residenti visti gli introiti decisamente ingenti.


Questo articolo è stato letto volte.


prenota

prenota_spazio

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Altri articoli in Cronaca


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


lunedì, 6 aprile 2020, 18:31

Apuane e Lunigiana: 26 nuovi casi

Asl invia l’aggiornamento sui casi di Coronavirus “Covid-19”. Si ricorda ancora che il flusso di validazione dei tamponi è continuo e che gli orari di estrazione dei dati delle persone risultate positive al test dai laboratori -  da parte della Regione e dell’Azienda USL Toscana nord ovest - sono vicini (a...


lunedì, 6 aprile 2020, 18:04

Profili: "Negativi anche gli ultimi tamponi al Regina Elena"

Il presidente del consiglio di amministrazione dell’Azienda Speciale “Regina Elena” di Carrara, Giuseppe Profili, aggiorna sugli ultimi sviluppi all'interno della struttura dopo lo scoppio dell'emergenza Coronavirus


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


lunedì, 6 aprile 2020, 17:22

Distribuite dalla protezione civile provinciale ai comuni 428 mila mascherine per la popolazione

Fanno parte del contingente di 10 milioni di mascherine che la Regione Toscana ha messo a disposizione dei comuni per la distribuzione alla popolazione


lunedì, 6 aprile 2020, 17:03

Coronavirus, Nausicaa prosegue la sanificazione della città

Con l'inizio della settimana, Nausicaa Spa e i suoi operatori hanno ripreso il servizio di sanificazione straordinaria della città per contrastare la diffusione del coronavirus. Le attività avevano preso avvio lo scorso 17 marzo e hanno riguardato le strade delle frazioni – da quelle montane a quelle a valle –...


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


lunedì, 6 aprile 2020, 16:41

Unità speciali per il monitoraggio a domicilio dei pazienti Covid

Sono partite oggi (6 aprile), su tutto il territorio della ASL Toscana nord ovest, le prime 22 Unità Speciali di Continuità Assistenziale (USCA)


lunedì, 6 aprile 2020, 15:24

31 nuovi casi in provincia: tre i decessi

Sono 154 i nuovi casi positivi al Coronavirus registrati in Toscana a ventiquattro ore dal precedente bollettino, analizzati nei laboratori toscani; e 25 i nuovi decessi. Discendente il trend dei nuovi casi positivi (ieri erano stati 175). Sale invece il numero di decessi: 25, rispetto ai 18 di ieri


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara