prenota

massautosin
massauto

Anno 1°

lunedì, 24 febbraio 2020 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Cronaca

Frequentazioni sospette con la comunità rom, ricatti e l’ombra della pedofilia sul caso dell’avvocato massese

giovedì, 13 febbraio 2020, 09:42

di vinicia tesconi

La compagna dell’avvocato massese arrestato ieri per favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione minorile è di etnia rom. Così pure la madre della ragazza, che, con la figlia è stata tratta in arresto con lo stesso capo di imputazione dell’avvocato. La relazione con la ragazza, che gestiva i rapporti economici coi clienti dello studio dell’avvocato, era stata motivo di scandalo sociale, alcuni anni fa, perché esposta tranquillamente alla luce del sole, nonostante la ragazza fosse all’epoca minorenne ed avesse abbandonato per lui la figlioletta appena nata, rimasta al campo rom. L’avvocato,  da sempre oggetto di chiacchiere a sfondo sessuale sulla sua passione per le ragazzine,  per la giovane rom aveva deciso di separarsi dalla moglie e lasciare la sua famiglia.

A quanto emerso dalle indagini dei carabinieri, la pista che ha portato all’arresto dei tre personaggi ha preso l’avvio dall’operazione “ Shangai” coordinata dalla Procura della Spezia  e poi dalla DIA di Genova sulla base dell’incendio sospetto di tre auto presso il campo rom di La Spezia avvenuto lo scorso autunno. La ricerca dei proprietari delle auto date alle fiamme, con ogni probabilità una forma di vendetta per oneri economici illeciti non corrisposti,  ha portato alla scoperta dell’abitazione presso la quale due ragazzine rom minorenni risiedevano abitualmente. Da qui l’angosciante scoperta di una vicenda dai contorni torbidi e inquietanti: a portare nella casa dell’avvocato le due ragazzine che hanno 13 e 17 anni, sarebbe stata la madre di 42 anni con la complicità della figlia maggiore, la ventiduenne compagna dell’avvocato  con lo scopo di offrire prestazioni sessuali all’avvocato ultrasettantenne. Dalle ricerche svolte anche dai carabinieri di Lerici, Castelnuovo Magra e Santo Stefano sono emerse anche chat a luci rosse tra l’avvocato e le ragazzine a cui l’uomo offriva doni e soldi. Soldi alla madre delle ragazze che acconsentiva agli incontri mentre alla sua compagna che aveva il ruolo di  intermediaria e organizzatrice dello laido commercio a sfondo sessuale aveva invece promesso di regalare una casa.  

Il Gip di Genova ha disposto l’arresto e la custodia cautelare in carcere dei tre protagonisti della vicenda e il trasferimento delle due minori in una struttura protetta. Oltre agli arresti, sono state disposte le perquisizioni presso la villa dell’avvocato che si trova a Marina di Massa e presso il suo studio che è in piazza Aranci a Massa dalle quali è stato raccolto materiale utile alle indagini.

La notizia dell’arresto dell’avvocato, molto conosciuto sul territorio locale, ha suscitato molto scalpore non solo nell’ambito legato in cui era uno stimato professionista ma anche in tutta la buona società massese impegnata  nella sfera culturale e sociale: per diversi anni, infatti, l’avvocato ha avuto incarichi di presidenza nelle più prestigiose associazioni culturali locali.


Questo articolo è stato letto volte.


prenota


prenota_spazio


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Altri articoli in Cronaca


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


domenica, 23 febbraio 2020, 15:00

Ruru si è smarrito e la sua proprietaria offre una generosa ricompensa

Marina e la sua famiglia sono molto preoccupati per Ruru - ecco perché ho deciso di dare anche io il mio piccolo contributo nelle ricerche


domenica, 23 febbraio 2020, 14:28

Movida, un denunciato per guida in stato d’ebbrezza e cinque segnalati per droga

Nel corso del fine settimana, le volanti della questura di Massa Carrara hanno intensificato i controlli nel centro cittadino, in attuazione del servizio disposto dal questore, finalizzato a garantire la sicurezza nel capoluogo apuano soprattutto nelle ore interessate dalla “movida” nel corso dei fine settimana.


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


sabato, 22 febbraio 2020, 19:07

Gravissimo motociclista caduto a Pian della Fioba

Ha perso il controllo della moto lungo la strada che da Massa va a Pian della Fioba ed è andato a sbattare contro il guard rail sbattendo violentemente la testa sull'asfalto. È accaduto oggi pomeriggio di oggi verso le 17,30


sabato, 22 febbraio 2020, 17:11

Asl: “Per il Coronavirus confermate tutte le misure di prevenzione necessarie”

Si è riunita oggi l'unità di crisi aziendale, formata dalla Direzione e da tutte le componenti ospedaliere e territoriali coinvolte nel percorso di prevenzione per il Coronavirus “Covid-19”


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


sabato, 22 febbraio 2020, 14:30

White Marble Marathon: educazione ambientale, divertimento e regali al "Nausicaa Educational Park"

Impegno a 360 gradi per la multiservizi del comune di Carrara. Il presidente Luca Cimino: «La scelta 'plastic free' corrisponde ai nostri obiettivi». Borraccia e zainetto per i partecipanti alla 'family run'


sabato, 22 febbraio 2020, 14:13

Athamanta: la White Marble Marathon 2020 "plastic free" è un grande esercizio di "greenwashing"

Athamanta, il percorso nato per la difesa delle Alpi Apuane: la prima maratona "ecocompatibile" d'Italia è uno specchietto per le allodole per coprire il disastro ambientale e sociale delle cave di marmo


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara