prenota

massautosin
massauto

Anno 1°

sabato, 28 marzo 2020 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Cronaca

Siglato protocollo d'intesa per la tutela dell’ambiente e della salute dei cittadini

giovedì, 20 febbraio 2020, 18:05

di vinicia tesconi

E’ stato sottoscritto, stamani, nella sede della Capitaneria di Porto di Marina di Carrara, un protocollo d’intesa tra la Direzione Interregionale per La Toscana, la Sardegna e l’Umbria dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli - Ufficio delle Dogane di Pisa e la Capitaneria di Porto di Marina di Carrara, con il quale sono state definite le procedure operative per l’esecuzione di analisi chimiche volte a verificare l’effettivo quantitativo di zolfo contenuto nei combustibili in uso alle navi che scalano nel porto di Marina di Carrara.

Questa virtuosa collaborazione trae origine dall’Accordo quadro siglato nel Marzo del 2017 a livello centrale tra il Ministero dei Trasporti – Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto e l’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, in attuazione della legge di recepimento della Direttiva 2005/35/CE, allo scopo di consentire ai militari della Guardia Costiera di esercitare concretamente l’attività di controllo sul quantitativo degli inquinanti contenuti all’interno del combustibile marittimo, grazie all’effettuazione di analisi presso i qualificati laboratori dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli.

Grazie alla sinergia delle risorse e delle professionalità di ciascuna Amministrazione firmataria, d’ora in avanti sarà pertanto possibile un riscontro in concreto mediante campionamento, per la verifica del rispetto dei limiti delle emissioni in atmosfera imposti dalla normativa vigente, divenuta ancor più stringente a partire dal 1 gennaio 2020, prevendo un quantitativo massimo ammissibile di zolfo pari allo 0,5 per cento  in massa, in navigazione e 0,1 per cento quando la nave è in sosta in porto.

La Capitaneria di Porto precisa che, nel corso degli anni precedenti e cioè dal 2010 - anno a partire dal quale la Convenzione internazionale Marpol ha iniziato a prevedere una limitazione via via crescente del contenuto di zolfo nei combustibili marittimi e delle emissioni di ossidi di azoto (NOx) da parte dei motori delle navi - i controlli sono sempre stati eseguiti puntualmente mediante una verifica della documentazione tecnica fornita dai  supplier, ossia dai fornitori di combustibile marittimo certificato con un tenore di zolfo entro i limiti imposti dalla normativa vigente, nonché effettuando riscontri sulle piattaforme informatiche di riferimento.

Da oggi, pertanto, al controllo documentale, si affiancherà anche quello chimico fisico, effettuato dai laboratori di analisi, all’uopo messi a disposizione da parte dell’Agenzia delle Dogane, che certificheranno la rispondenza del combustibile utilizzato dalla nave, al momento del controllo, ai limiti imposti dalla normativa vigente, mediante il sampling, cioè prelevamento di più campioni direttamente dai serbatoi della nave soggetta a controllo.

Nel 2018 e 2019 sono stati svolti in tutto 153 controlli documentali allo scopo di verificare la conformità ai parametri legali del combustibile ad uso marittimo: “ Tuttavia, con la stipula di tale protocollo operativo – ha detto  il Comandante Aloia – viene data anche una rassicurazione ulteriore alla cittadinanza marinella sul rispetto della normativa vigente in tema di inquinamento dell’aria da parte delle navi, misurandone analiticamente tutti i parametri”.

La Guardia Costiera ricorda che in caso di accertamento di eventuali violazioni dei limiti imposti, l’armatore e il comandante della nave saranno sanzionati con un verbale amministrativo con limiti compresi tra 15 mila  e 150 mila euro, il sequestro di tutto il combustibile presente a bordo e dovranno provvedere - a proprie spese – ad un nuovo rifornimento con combustibile a norma.


Questo articolo è stato letto volte.


prenota

prenota_spazio

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Altri articoli in Cronaca


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


sabato, 28 marzo 2020, 18:07

Angelo Zubbani, dimesso, ringrazia per le cure e la solidarietà ricevuta

Angelo Zubbani, ex sindaco di Carrara, interviene dopo essere stato dimesso a seguito del ricovero dovuto al brutto incidente che lo ha visto protagonista l'8 febbraio


sabato, 28 marzo 2020, 17:13

Coronavirus, salgono a 470 i casi in provincia: morto un anziano di Pontremoli

Sono 252 i nuovi casi positivi al Coronavirus registrati in Toscana a ventiquattro ore dal precedente bollettino, analizzati nei laboratori toscani (anche se, come spiegato sopra, l'incremento risulta di 367 casi); e 21 i nuovi decessi


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


sabato, 28 marzo 2020, 15:27

Favole al telefono, una iniziativa per i più piccoli nel ricordo di Gianni Rodari

Continua l’attività on line dell’assessorato alla cultura di Massa e dopo la ben riuscita “Maratona di poesia” di sabato 21 marzo, da settimana prossima partirà l’iniziativa “Favole al telefono”


sabato, 28 marzo 2020, 14:39

Emergenza Covid-19: anche gli avvocati scendono in campo

Sono già stati consegnati all’ospedale Delle Apuane materiali sanitari comprati grazie a una prima somma derivata dalla raccolta fondi avviata dall’Ordine degli Avvocati della provincia di Massa Carrara e una fornitura di mascherine  chirurgiche donate al reparto rianimazione dalla Camera Civile di Massa Carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


sabato, 28 marzo 2020, 11:52

Gli autobus non vengono sanificati, per questo abbiamo scioperato: parla Fabio Scarsini segretario provinciale di Cub

Hanno fatto segnalazioni, appelli accorati, richieste ed esposti per ottenere l’adeguamento delle misure di sicurezza relative al contagio di Coronavirus anche sui loro luoghi di lavoro, cioè gli autobus e sono stati additati come irresponsabili per aver fermato il servizio il 24 marzo in un momento di così grave emergenza


sabato, 28 marzo 2020, 11:45

Un contagiato tra i dipendenti di Esselunga di Piazza Matteotti a Carrara: sanificato il supermercato e messi sette addetti in quarantena

Le sue condizioni sono buone e, al momento, non ha avuto bisogno di ricovero in ospedale ma è risultato positivo al coronavirus. La vicenda riguarda un dipendente di Esselunga 


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara