prenota

massautosin
massauto

Anno 1°

sabato, 4 luglio 2020 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Cronaca

Addio a 'Kociss' alias Stefano Rossi: l’anarchia e la Carrarese nel cuore

martedì, 12 maggio 2020, 11:35

di vinicia tesconi

Lo conoscevano tutti. Di vista, sicuramente. Tutti sapevano che il suo soprannome era Kocis(s) – la seconda esse finale i carrarini la perdono sempre. Tutti, stamani, vedendo le molte foto che lo ritraggono postate dai suoi amici su facebook, si sono ricordati di averlo incontrato almeno una volta “per Carrara” e si sono rattristati alla notizia della sua scomparsa.

Stefano Franco - nemmeno lui sapeva ben decidere quale fosse veramente il suo nome - Rossi, detto Kocis, aveva compiuto 59 anni lo scorso dicembre.

Era un omone grande e grosso con una chioma fluente raccolta in una coda, una volta corvina, da qualche anno sempre più grigia. Alcuni mesi prima del suo ultimo compleanno aveva scoperto di avere il male incurabile che lo ha consumato rapidamente e che se lo è portato via, ieri notte. Kocis era un carrarino purosangue, nato e residente a Grazzano dove era vissuto prima con la zia, per la morte prematura di entrambi i genitori, poi da solo e infine con la sorella Maria negli ultimi tempi della malattia.

Il soprannome, secondo alcuni che lo hanno conosciuto bene, derivava dal soprannome di un altro personaggio (a)tipico di Carrara, noto negli anni settanta e ottanta, che si ritrovava ad ogni angolo della città con una grossa radio portatile in spalla accesa con il volume al massimo.

Per anni aveva lavorato a un banco del mercato che vendeva detersivi e puntualmente lo si era trovato in piazza D’Armi il lunedì mattina. Non si era mai sposato: il cuore diviso in due tra l’anarchia e la Carrarese. Il concentrato puro della carrarinità.

E’ stato un capo ultras per molti anni, fedelissimo e devoto ai colori gialloazzurri. Ha bazzicato per tutta la vita la sede degli anarchici, puntuale ad ogni celebrazione e commemorazione.

Kocis era un uomo buono sempre pronto a dare una mano a tutti: così lo ricordano moltissime persone sui social. Amava Carrara e frequentava i suoi locali sia storici, sia di recente apertura. Una delle ultime figure del quotidiano panorama cittadino carrarese di cui è ricca la storia della città: persone un po’, o tanto, insolite, riconosciute da tutti, conosciute veramente, forse, da pochi, ma fissate nella memoria di ognuno come la statua della Beatrice o quella del Gigante. Un pezzetto, l’ennesimo, di Carrara che se ne va.

 


Questo articolo è stato letto volte.


prenota

prenota_spazio

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Altri articoli in Cronaca


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


venerdì, 3 luglio 2020, 13:27

Accessibilità ai mezzi di trasporto per disabili: consegnato report

Ad affidare il report alle mani del sindaco di Massa, Francesco Persiani, e dell’assessore del comune di Carrara Giovanni Macchiarini, è stato, al termine della mattinata il presidente del consiglio regionale della Toscana Eugenio Giani


venerdì, 3 luglio 2020, 13:05

Un murales dedicato a Fabrizio Lorenzani: il grande amore della figlia Giulia per l’artista prematuramente scomparso

Aveva un muro, alto, opprimente davanti alla finestra della camera da letto, sul quale da tempo meditava di far dipingere qualcosa che lo rendesse più accettabile, ma non sapeva decidersi sul soggetto. Poi due mesi fa, in maniera fin troppo dolorosa, la vita ha scelto per lei: suo padre, Fabrizio...


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


venerdì, 3 luglio 2020, 11:05

Marrai: "Parti in sicurezza al reparto di maternità dell’ospedale Apuane"

L’ospedale delle Apuane è stato tra l’altro riconosciuto da ONDA (Osservatorio Nazionale sulla salute della Donna) come ospedale a misura di donna ottenendo il riconoscimento di due bollini rosa


venerdì, 3 luglio 2020, 10:14

Massa Carrara, installati nuovi gazebo davanti ai distretti socio-sanitari

Nell'attesa di un ritorno veloce alla normalità, nel rispetto delle misure di distanziamento sociale e della sanificazione prevista, queste installazioni aiuteranno ad alleviare l'eventuale attesa nelle sedi Cup


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


venerdì, 3 luglio 2020, 07:47

Centri estivi, incontro in Prefettura. La replica di Cimino (Nausicaa): "Stupito da atteggiamento di Cgil e Cisl"

Sono le parole del presidente di Nausicaa Spa, Luca Cimino, al termine dell'incontro avvenuto questa mattina in Prefettura convocato in relazione allo stato di agitazione proclamato dai due sindacati


giovedì, 2 luglio 2020, 17:24

Coronavirus: ripartono calcetto, saune e giochi con le carte

Si allargano le possibilità di socializzazione della fase 2 in Toscana grazie all’ordinanza numero 69 firmata oggi dal presidente della Regione Enrico Rossi


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara