prenota

massautosin
massauto

Anno 1°

domenica, 12 luglio 2020 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Cronaca

Due progetti pilota per eliminare i detriti di cava con minor impatto ambientale

martedì, 12 maggio 2020, 14:19

Con delibera numero 11 del 5 Maggio scorso il Consiglio direttivo del Parco delle Alpi Apuane a maggioranza ribadisce il divieto di installazione di frantoi fissi e mobili presso le cave, aprendo alla possibilità di impiantarne al massimo due e solo mobili per tutte le Alpi Apuane a titolo sperimentale. L'obiettivo è di verificare, attraverso un protocollo di utilizzo, l'effettiva riduzione dei viaggi dei camion per l'ordinaria rimozione dei detriti derivanti dall'attività estrattiva, come viene sostenuto da alcune amministrazioni comunali.

Con questa delibera il Consiglio direttivo interviene sulla gestione dei detriti di cava a dieci anni di distanza dalla sua deliberazione in materia (la n. 22 del 13.07.2009) con l'intento di valutare, con dati concreti, la supposta riduzione delle criticità indotte da trasporto su gomma, tenuto conto dell'evoluzione tecnologica degli impianti di frantumazione che, rispetto al passato, hanno diminuito sensibilmente le emissioni di polveri e rumori.

L'apertura ha quindi l'obiettivo di mitigazione degli attuali impatti ed è guidata, nei pochissimi casi di attuazione, dal principio di precauzione. La delibera votata dal Consiglio Direttivo stabilisce che l'utilizzo di un frantoio mobile sia finalizzato alla gestione dei detriti prodotti dalla attività di coltivazione o alla rimozione di un ravaneto esistente, non naturalizzato e non deve produrre materiali con granulometrie inferiori a 25 mm.

L'utilizzo del frantoio sarà poi consentito con altre limitazioni per rendere compatibili le esigenze di lavorazione con la tutela ambientale. Per questo, la delibera stabilisce che i frantoi mobili che eventualmente verranno utilizzati, debbano dare garanzia, "anche attraverso la relativa documentazione tecnica, di produrre impatti ambientali ed emissioni in atmosfera, sui corpi idrici e in generali nell'ambiente, inferiori o analoghi a quelli prodotti dai macchinari utilizzati di norma nelle cave presenti nelle aree estrattive di competenza del Parco Regionale delle Alpi Apuane".

Si dispone poi che i frantoi mobili non possono essere collocati nelle seguenti aree: nelle aree di Rete Natura 2000; nelle aree interessate da emergenze naturalistiche e/o geomorfologiche; nelle aree al di sopra dei 1200 metri.

Infine, si ribadisce che la delibera del Consiglio Direttivo ha aperto si alla possibilità di progetti pilota, ma le richieste specifiche degli interventi dovranno poi passare l'esame della valutazione di impatto ambientale che, ai sensi del Dlgs 152/2006, e limitatamente alle attività estrattive nelle aree contigue, spetta al Parco delle Apuane.


Questo articolo è stato letto volte.


prenota

prenota_spazio

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Altri articoli in Cronaca


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


domenica, 12 luglio 2020, 22:39

Marina di Carrara, la polizia arresta un giovane per violenza e resistenza

Un gruppo di giovani, amici dell'arrestato, ha assalito gli agenti cercando di impedire la cattura dell'amico


sabato, 11 luglio 2020, 14:07

Un nuovo ecografo per la radiologia senologica di Carrara

Un ecografo di ultima generazione per un servizio di eccellenza della sanità apuana è stato inaugurato oggi nella sede del servizio di Radiologia senologica collocato all’interno dell’ex ospedale Civico di Carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


sabato, 11 luglio 2020, 10:45

Nausicaa: ecco Junker, l'app per facilitare la raccolta differenziata

l presidente Cimino: «Diventerà anche un canale di segnalazioni». L'assessore Scaletti: «Un aiuto in più per orientarsi e per i comportamenti virtuosi»


sabato, 11 luglio 2020, 09:45

In e-bike fino alle cave, tour anche a piedi o in 4x4 per scoprire Carrara

In e-bike (bicicletta con pedalata assistita) fino alle cave di marmo tra una degustazione di lardo di Colonnata Igp ed una visita al centro storico di Carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


venerdì, 10 luglio 2020, 19:38

Furti nei negozi a Lucca, trovato il ladro: è di Massa

Operava a Lucca già dall’anno scorso. Sempre all’ora di pranzo, si avvicinava ai negozi sperando che fossero stati lasciati incustoditi per l’assenza temporanea del titolare e forzava l’ingresso


giovedì, 9 luglio 2020, 17:59

Individuati e denunciati gli autori dei danneggiamenti in centro e a Marina di Carrara

A seguito dei diversi episodi di danneggiamento a strutture di arredo urbano e di suppellettili di alcuni locali pubblici nonché di una centralina elettrica, tutti avvenuti nel centro cittadino e a Marina di Carrara, il commissariato di polizia, con un’indagine lampo, ha individuato e denunciato all’autorità giudiziaria per danneggiamento aggravato...


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara