prenota

massautosin
massauto

Anno 1°

sabato, 4 luglio 2020 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Cronaca

Lettera aperta dei quattro ex presidenti dell'Accademia sulla situazione disastrosa dell'ateneo

sabato, 16 maggio 2020, 09:39

Sono stati, in ordine di tempo, gli ultimi quattro presidenti dell’Accademia di Belle Arti di Carrara prima dell’attuale, Antonio Passa e tutti hanno mostrato prima e adesso di avere particolarmente a cuore le sorti dell’istituto di studi più importante della provincia. Di fronte a una situazione di immobilità dovuta alla mancanza di tutti gli organi e le cariche istituzionali Enrico Bogazzi, Simone Caffaz,Anna Laghi e Giancarlo Casani si sono riuniti ed hanno deciso di rivolgere un accorato appello al sindaco di Carrara Francesco De Pasqulae affinchè intervenga al più presto per risolvere la pericolosa e dannosa situazione dell’Accademia. Ecco il testo della lettera aperta dei quattro ex presidenti dell’Accademia:

"Gentile Signor sindaco Francesco De Pasquale,

l'Accademia di Belle Arti di Carrara, l'Istituzione culturale più importante del Territorio, con significative ripercussioni economiche, si trova in una situazione molto preoccupante. In un momento estremamente difficile, in cui sarebbe indispensabile una gestione illuminata e coraggiosa, con una visione rivolta al futuro, si trova invece senza organi dirigenziali. Praticamente è decapitata, essendo priva di tutti i vertici.

Il presidente è a capo di un consiglio di amministrazione che non ha il numero legale di componenti, quindi non può operare. Il ruolo del direttore è vacante dalla metà di dicembre, il che fa pensare a impedimenti legali per la sua nomina.  Da gennaio è scaduto il Consiglio Accademico e non si è nemmeno avviata la procedura per il suo rinnovo. L'organo di revisione e il comitato di valutazione hanno dato le dimissioni.

Non è stata rinnovata la Consulta degli Studenti i cui componenti sono scaduti da molti mesi e in parte dimissionari. In questo quadro di vuoto di poteri sono in corso diverse indagini della Magistratura.

L'ultimo bilancio approvato risale al 2017 e risulta che non siano stati preparati né il piano didattico né i bilanci di previsione annuali e ultrannuali. Lo scorso anno, in cui cadeva il 250° anniversario della fondazione dell'Accademia, sono stati persi 200 iscritti, pari al 20 per cento del totale.

Non è quindi procrastinabile mettere ordine nell'Accademia e ricostituire gli organi dirigenziali per poter affrontare adeguatamente la grave situazione. Nella nostra qualità di ex Presidenti dell'Accademia di Belle Arti di Carrara, sentiamo il dovere di segnalare la gravissima situazione in cui versa affinché vi sia posto rimedio senza ulteriori indugi.  L'Accademia di Belle Arti è un'istituzione troppo importante per il nostro territorio e non solo. Ha una grande tradizione ultrasecolare, vi hanno insegnato docenti di grande prestigio che hanno fatto la storia delle arti visive e ne sono usciti allievi che he hanno mostrato in tutto il mondo la sua eccellenza.

Non possiamo lasciare che venga perduto questo patrimonio che riguarda tutto il mondo culturale.

Appena nel 2018 l'Accademia di Carrara ha ottenuto dal MIBACT il Premio Nazionale ART BONUS per il 2017 per il restauro della Sala Campionario dei Marmi.  Confidiamo in un Suo rapido e autorevole intervento al fine di indurre il Ministero competente – MIUR – a ristabilire le condizioni di operatività efficace ed efficiente, come il prestigio, la storia e le esigenze dell'Accademia di Belle Arti di Carrara richiedono. Restando a disposizione per quanto in materia  potesse occorrere, porgiamo distinti saluti".


Questo articolo è stato letto volte.


prenota

prenota_spazio

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Altri articoli in Cronaca


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


venerdì, 3 luglio 2020, 13:27

Accessibilità ai mezzi di trasporto per disabili: consegnato report

Ad affidare il report alle mani del sindaco di Massa, Francesco Persiani, e dell’assessore del comune di Carrara Giovanni Macchiarini, è stato, al termine della mattinata il presidente del consiglio regionale della Toscana Eugenio Giani


venerdì, 3 luglio 2020, 13:05

Un murales dedicato a Fabrizio Lorenzani: il grande amore della figlia Giulia per l’artista prematuramente scomparso

Aveva un muro, alto, opprimente davanti alla finestra della camera da letto, sul quale da tempo meditava di far dipingere qualcosa che lo rendesse più accettabile, ma non sapeva decidersi sul soggetto. Poi due mesi fa, in maniera fin troppo dolorosa, la vita ha scelto per lei: suo padre, Fabrizio...


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


venerdì, 3 luglio 2020, 11:05

Marrai: "Parti in sicurezza al reparto di maternità dell’ospedale Apuane"

L’ospedale delle Apuane è stato tra l’altro riconosciuto da ONDA (Osservatorio Nazionale sulla salute della Donna) come ospedale a misura di donna ottenendo il riconoscimento di due bollini rosa


venerdì, 3 luglio 2020, 10:14

Massa Carrara, installati nuovi gazebo davanti ai distretti socio-sanitari

Nell'attesa di un ritorno veloce alla normalità, nel rispetto delle misure di distanziamento sociale e della sanificazione prevista, queste installazioni aiuteranno ad alleviare l'eventuale attesa nelle sedi Cup


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


venerdì, 3 luglio 2020, 07:47

Centri estivi, incontro in Prefettura. La replica di Cimino (Nausicaa): "Stupito da atteggiamento di Cgil e Cisl"

Sono le parole del presidente di Nausicaa Spa, Luca Cimino, al termine dell'incontro avvenuto questa mattina in Prefettura convocato in relazione allo stato di agitazione proclamato dai due sindacati


giovedì, 2 luglio 2020, 17:24

Coronavirus: ripartono calcetto, saune e giochi con le carte

Si allargano le possibilità di socializzazione della fase 2 in Toscana grazie all’ordinanza numero 69 firmata oggi dal presidente della Regione Enrico Rossi


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara