prenota

massautosin
massauto

Anno 1°

venerdì, 14 agosto 2020 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Cronaca

Discariche abusive, Nausicaa: "Senza la collaborazione dei cittadini, nostro lavoro meno efficace"

sabato, 1 agosto 2020, 16:47

«La rimozione dei rifiuti abbandonati impropriamente causa all'azienda pubblica (e quindi alla collettività) un costo di poco inferiore al mezzo milione di euro l'anno. Considerando che le discariche abusive non si formano da sole, basterebbe un po' più di civilità da parte degli utenti, per annullare quel costo e mostrare più rispetto verso gli altri e l'ambiente». È l'incipit della risposta che arriva da Nausicaa Spa a seguito di una serie di articoli di stampa dedicati alle numerose discariche abusive rilevate nei giorni scorsi sul territorio. 

Secondo la multiservizi, infatti, di fronte all'inciviltà l'impegno dell'azienda corre il rischio di non risultare efficace. «Chi abbandona i rifiuti compie un gesto di grande inciviltà e danneggia l'ambiente» spiegano da Nausicaa, invitando chi rileva discariche abusive a segnalarle attraverso i canali che la spa ha messo a disposizione dei cittadini: Numero verde, mail e Junker.

«La rimozione delle discariche abusive – precisano dall'azienda - non è un servizio accorpabile alla normale raccolta dei rifiuti. In sostanza, quando viene effettuato un giro di raccolta (ad esempio quello della carta), l'operatore in servizio non può rimuovere altri tipi di rifiuti. La legge non consente di prelevare assieme frazioni di natura diversa e in particolare gli ingombranti. Questi, peraltro, nelle isole ecologiche non dovrebbero esserci anche perché Nausicaa ha un servizio dedicato e gratuito». 

Da viale Zaccagna ricordano che per la pulizia delle piazzole e dei cumuli dei rifiuti attorno alle isole ecologiche servono interventi appositi, eseguiti da Nausicaa con regolarità. «Noi facciamo la nostra parte ma se nel giro di poche ore, le isole ecologiche vengono nuovamente sommerse di rifiuti, spesso abbandonati fuori dai contenitori stradali ancora mezzi vuoti, allora siamo chiamati a una sfida impari. È  quello che è accaduto nelle scorse settimane davanti alla Ricicleria: nel giro di poche ore abbiamo rimosso una grande mole di materiale salvo trovarci, la mattina seguente, davanti alla stessa scena».


Questo articolo è stato letto volte.


prenota

prenota_spazio

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Altri articoli in Cronaca


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


giovedì, 13 agosto 2020, 11:17

Rinnovato il direttivo dell’associazione Medici dello Sport: ecco i nuovi eletti

Si è svolta nei giorni scorsi a Villafranca Lunigiana l'Assemblea Elettiva dei Medici dello Sport provinciali di Massa-Carrara per comporre il nuovo direttivo per il Quadriennio Olimpico 2021- 2024


giovedì, 13 agosto 2020, 10:18

Il programma di Con-vivere 2020 ancora più ricco

Si aggiungono altri appuntamenti al programma della quindicesima edizione di Con-vivere in programma da giovedì 10 a domenica 13 settembre dedicato a Diritti


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


mercoledì, 12 agosto 2020, 15:38

Falsi giornalisti, Nausicaa prende un granchio e fa una enorme figura di m...a

Fanno verifiche sui danni causati da pigne e radici dei pini ma per Nausicaa, partecipata del comune, sono sospetti pedofili: parla Flavio Franciosi protagonista della spiacevole vicenda


mercoledì, 12 agosto 2020, 15:32

Non una di più

La polizia arresta una donna ritenuta la principale spacciatrice di cocaina ed eroina nel centro di Carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


mercoledì, 12 agosto 2020, 13:08

Spaccio di stupefacenti in via Verona: la polizia denuncia sei persone

I numerosi controlli, concentrati in particolare nei due quadrilateri piazza Betti, viale A. Vespucci, via Verona, via Ascoli, via delle Pinete, tipiche zone della movida giovanile, hanno consentito di localizzare e fermare un minorenne di diciassette anni, massese


lunedì, 10 agosto 2020, 16:50

Anche la Asl se la fa sotto e usa la parola cittadini invece di nigeriani

Il comunicato odierno della Asl è una vergogna. Anche lei, come il sindaco e il suo portavoce, hanno paura di urtare la suscettibilità degli immigrati. Intanto sono 25 le persone in isolamento che hanno avuto contatti con gli ospiti della casa famiglia


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara