prenota

massautosin
massauto

Anno 1°

sabato, 26 settembre 2020 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Cronaca

Poc, per le nuove edificazioni solo 80.290 mq: basta consumo del suolo, sì al riuso

venerdì, 7 agosto 2020, 15:33

«Stiamo ridefinendo gli strumenti di governo del territorio: dopo i Pabe e il Regolamento degli Agri, ieri è stata la volta del Piano Operativo Comunale. Si tratta di interventi tutti accomunati dallo stesso filo conduttore: avviare la città verso uno sviluppo sostenibile e resiliente»: il sindaco di Carrara Francesco De Pasquale ha commentato così l’adozione da parte del consiglio comunale del nuovo Poc.

Un Piano che l’assessore all’Urbanistica Maurizio Bruschi ha definito “di transizione” e “di innovazione”. «Di transizione perché ha l’ambizione di anticipare alcune riflessioni e di mettere in campo progetti di lungo respiro che troveranno un più coerente completamento quando tutti gli strumenti e gli atti comunali saranno stati elaborati (Pabe, Poc, Piano strutturale e  Regolamento Edilizio Comunale). E’ innovativo perché pone la questione ambientale al centro delle politiche di governo del territorio, sceglie di contenere il nuovo consumo di suolo e di favorire il riuso dell’esistente»: ha sintetizzato Bruschi.

L’assessore all’Urbanistica ha spiegato che «gli studi geologici e idraulici hanno messo chiaramente in evidenza che Carrara ha pagato un caro prezzo in termini ambientali e merita di essere risarcita». Sulla base di questa riflessione, l’amministrazione ha messo a punto un Piano che punta a «prevenire i rischi tenendo conto del cambiamento climatico, a riallacciare i nodi del sistema ambientale, a ridurre le situazioni di degrado e innalzare la qualità della vita dei residenti, il tutto anche mediante misure di compensazione e di mitigazione ambientale». Il piano abbandona quindi i grandi progetti, le grandi operazioni immobiliari e punta piuttosto su processi diffusi di riqualificazione da effettuarsi con investimenti contenuti, contenendo il consumo di suolo e puntando sulla valorizzazione e il recupero dell’esistente.

Tra gli interventi simbolo del Piano Operativo, Villa Ceci, San Martino, Avenza Stazione e l’area ex Enichem.

«Su villa Ceci abbiamo deciso di disinnescare il processo perequativo per Villa Ceci e di passare attraverso l’esproprio di una quota consistente del parco pubblico, per realizzare, quell’area per il tempo libero, lo svago, lo sport, di cui la città non può più fare a meno». L’amministrazione De Pasquale dunque ha messo una pietra definitiva sul vecchio progetto di perequazione che prevedeva attorno a villa Ceci l’edificazione di 91mila metri quadri, «un intervento che avrebbe ridotto il parco a una sorta di cortile condominale»: a conferma del cambio di linea rispetto al passato basti pensare che la superficie edificabile prevista nel nuovo Poc è complessivamente di 80.290 metri quadri. Il totale del dimensionamento impegnato dal Piano Operativo corrisponde al 6,3% del totale di Piano Strutturale e nel territorio urbanizzato il dimensionamento per la residenza è pari al 5,7% del totale stabilito dal Piano Strutturale.

Salendo dal mare ai monti, il Poc prevede per Avenza, la realizzazione di un nuovo polo intermodale nei pressi della stazione ferroviaria con un grande parcheggio scambiatore collegato al tracciato della nuova marmifera: questa approderà nell’area di San Martino dove sarà realizzato un parco pubblico di 16mila metri quadri. «In questo caso abbiamo ascoltato e accolto le richieste dei cittadini, arrivate nel corso degli incontri pubblici» ha sottolineato Bruschi. Per quando riguarda le attività produttive e industriali, il Piano punta sull’area ex Enichem dove, una volta completata la bonifica, sarà realizzata «una vasta area attrezzata sia per l'insediamento di nuove attività produttive sia come area di atterraggio di impianti industriali ed artigianali esistenti collocati in contesti inidonei».

«Il piano presentato non antepone alla visione la pura conservazione, non auspica scenari ipotetici di un ritorno al passato o alla campagna. E’ un piano concreto e fattibile: la sua sfida è provare a reinventare un futuro del territorio attraverso le sue fragilità e contribuire così al rilancio socio-economico di Carrara. Segna un cambio di rotta radicale rispetto al passato: se sarà compreso e condiviso da chi trae il proprio reddito dal mondo dell’edilizia, potrà portare benefici economici – amplificati dagli strumenti attivati dal governo, quali l’ecobonus e il superbonus -  per la collettività nel suo insieme e per gli stessi addetti ai lavori. Se non ora, quando?» ha commentato Bruschi.

L’assessore all’Urbanistica ha concluso ringraziando a nome di tutta l’amministrazione comunale «i cittadini che attraverso i contributi pervenuti all’osservatorio e resi negli incontri pubblici hanno arricchito i contenuti del piano e permesso di definire alcune scelte strategiche per la città; i consiglieri per il lungo e prezioso lavoro delle commissioni, al garante del informazione per l’assistenza prestata agli incontri pubblici; i progettisti, per aver messo a punto una proposta di piano fortemente innovativa; il consorzio Zia nella figura di Norberto Petriccioli per la preziosa collaborazione; gli uffici che – ha concluso Bruschi - sono passati senza prendere respiro, in apnea,  dall’impegnativo lavoro sui Pabe alla predisposizione di tutti gli atti necessari all’adozione del Piano Operativo».


Questo articolo è stato letto volte.


prenota

prenota_spazio

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Altri articoli in Cronaca


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


venerdì, 25 settembre 2020, 16:06

Gaia spa cardio-protetta: 18 nuovi defibrillatori nelle sedi

18 nuovi dispositivi DAE (acronimo che sta per defibrillatore automatico esterno) sono stati installati in altrettante sedi e uffici del Gestore idrico GAIA S.p.A., tra cui anche tutti gli Sportelli al pubblico


venerdì, 25 settembre 2020, 15:39

Terza protesta per la Giampaoli: a scuola, ma con l’assunzione di responsabilità dei genitori

Sono tornati a protestare, ed è la terza volta, sotto al comune di Carrara. Hanno incontrato di nuovo il sindaco Francesco De Pasquale, hanno spiegato ancora una volta le difficoltà che stanno affrontando e che diventano sempre più grandi


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


giovedì, 24 settembre 2020, 19:27

Un fiocco rosa per la prevenzione del tumore mammario: al via le visite gratuite a cura di Lilt

Era il 1992 quando Evelyn Lauder a capo dell'omonimo colosso cosmetico mondiale, ideò la campagna 'Pink Ribbon", il fiocco rosa che è diventato il simbolo della lotta contro il tumore del seno e che viene celebrata ogni anno a ottobre


giovedì, 24 settembre 2020, 15:57

L’inaugurazione della Fontana per la “Scalinata Ritrovata” realizzata da Beatrice Taponecco

E’ in programma sabato 26 settembre, alle ore 17.30, la cerimonia di inaugurazione della Fontana per la “Scalinata Ritrovata”, presso la Scalinata Littorio tra Carrara e Codena: l’opera è stata realizzata da Beatrice Taponecco e la sezione di Carrara del Club Alpino Italiano ha deciso di farne dono al Comune


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


giovedì, 24 settembre 2020, 15:27

Olimpiadi di Matematica, De Pasquale incontra gli studenti del Liceo scientifico Marconi

Gli studenti del Liceo Marconi si distinguono nuovamente alle Olimpiadi di Matematica Nazionali. Presenti all’incontro con il sindaco de Pasquale la squadra vincitrice della Coppa Junior, la squadra prima classificata alla finale femminile nazionale e la squadra terza classificata alla finale assoluta nazionale


mercoledì, 23 settembre 2020, 13:13

Condannato per omicidio evade dai domiciliari e rapina la ex fidanzata: arrestato dalla polizia

Gli agenti del commissariato di Carrara sono intervenuti ieri notte a Marina di Carrara per la richiesta di una donna che riferiva di aver visto dalla finestra un uomo aggredire una giovane ragazza


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara