prenota

massautosin
massauto

Anno 1°

mercoledì, 23 settembre 2020 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Cronaca

Un ricordo della strage di Bergiola

mercoledì, 16 settembre 2020, 13:35

di francesca vatteroni

Il 16 settembre del 1944, ebbe luogo l'ennesima strage compiuta da spietati assassini nell'ultimo tragico anno di guerra, con la stessa logica che ha caratterizzato tutte le stragi nazifasciste in Europa dal giugno al settembre del 1944, in una morsa di orrore.

Morte e distruzione si sono susseguite ininterrotte per tutta la zona operativa tra gli Appennini e le Apuane. Il Comune di Carrara fu particolarmente colpito da tali, terribili, eventi: Bergiola Foscalina, Avenza, Castelpoggio e Fontia furono tutti rastrellati e barbaramente trucidati.

Il 16 settembre 1944, intorno alle ore 14, è stato ritrovato cadavere, un militare germanico, nella località Foce nei pressi di Carrara. "Dieci italiani per un tedesco" diceva la legge della guerra imposta dai soldati dei Fuhrer ai 'traditori' italiani, ma quel giorno il prezzo da pagare per gli abitanti della comunità di Bergiola Foscalina fu assai maggiore.

Verso le ore 16 una squadra di venti SS naziste e reparti dei famigerati "Mai morti", le brigate nere repubblichine, raggiungevano Bergiola con automezzi militari. La notizia della spedizione tedesca a Bergiola si diffuse in fetta e gran parte degli uomini del paese e molte donne con i figli, si sparpagliarono nei boschi vicini in cerca di rifugio.

Ma furono moltissimi gli abitanti costretti a restare perché non ebbero il tempo o non poterono fuggire, sopratutto donne, bambini ed anziani. L'eccidio iniziò subito. Non appena scesi dal camion i nazifascisti radunarono i primi civili, donne, bambini ritrovati sul posto e iniziarono a sparare raffiche di mitragliatore contro quegli inermi, lanciando bombe dentro alle abitazioni, uccidendo senza pietà e con una ferocia disumana.

Tutto il paese fu rastrellato, devastato casa per casa. Aiutati dai cani riuscirono a scovare gli abitanti nei rifugi improvvisati e quelli che non trucidarono in seduta stante li radunarono nella scuola del paese. Un massacro indescrivibile.

Di tanto in tanto sparavano raffiche di mitraglia sugli inermi ammassati nelle poche stanze fino a completare questo massacro incendiando la scuola e, bruciando vivi con i lanciafiamme i sopravvissuti. Tra questi morì Vincenzo Giudice, il comandante della Brigata di Carrara che nel tentativo di salvare quegli innocenti, offrì la sua vita in cambio della loro.

I carnefici lo mitragliarono sulle scale della scuola senza pietà. Oggi ricorre il 76° anniversario della strage di Bergiola Foscalina, ed è un dovere morale e civile ricordare e onorare chi è morto per la libertà. Non vogliamo dimenticare il sacrificio di migliaia di esseri umani, caduti per la libertà nostra e delle future generazioni. 


Questo articolo è stato letto volte.


prenota

prenota_spazio

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Altri articoli in Cronaca


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


mercoledì, 23 settembre 2020, 10:36

25 Novembre: parte da Carrara campagna nazionale "Oltrepassare la violenza", l'iniziativa di Emma Castè per i comuni italiani

È l'ambizioso progetto di Emma Castè, vulcanica restauratrice e direttori artistico di molte manifestazioni culturali insieme all'ecclettico artista Gian Carlo Pardini, che metterà in connessione il 25 novembre, giornata nazionale contro la violenza sulle donne


martedì, 22 settembre 2020, 15:43

L’asilo Giampaoli va davanti al Comune: continua la protesta di docenti e genitori

Non è bastata l’accesa protesta dei genitori del Comitato Scuole di Villa Ceci che si è svolta giovedì scorso all’esterno della scuola elementare Anna Maria Menconi di Marina di Carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


martedì, 22 settembre 2020, 13:16

Polstrada, raffica di contravvenzioni per l'uso del cellulare alla guida

Nel corso della settimana, la Polstrada di Massa e Carrara, unitamente alla sottosezione di Pontremoli, ha effettuato 19 posti di controllo, rilevato 55 infrazioni riferibili al superamento dei limiti di velocità e controllato 190 veicoli


lunedì, 21 settembre 2020, 20:14

Covid, scuola allo sfascio ed è soltanto l'inizio

Azienda USL Toscana nord ovest: il punto sugli ultimi casi di positività al Covid accertati nelle scuole. Nonostante la bassa carica virale si spediscono a casa intere classi: ma chi paga per una generazione mandata al macello?


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


domenica, 20 settembre 2020, 16:15

Coronavirus, ancora 13 casi nell'area apuana

Nell’Azienda USL Toscana nord ovest i casi positivi di oggi, 20 settembre, sono 73, a cui ci sono da aggiungere 2 residenti fuori regione individuati grazie ai controlli attivati in porti e stazioni, nello specifico al porto di Livorno, con l’ordinanza numero 80 della Regione Toscana)


domenica, 20 settembre 2020, 11:39

Porta a porta: mister Baldini allenatore di "differenziata"

Partirà domani la nuova campagna pubblicitaria di Nausicaa Spa per il servizio porta a porta. Questa volta il protagonista sarà l'allenatore della Carrarese Silvio Baldini: "Ringrazio il mister e la società per la grande disponibilità"


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara