prenota

Anno 1°

domenica, 24 gennaio 2021 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Cronaca

"Carabiniere assolto per prescrizione del reato: Giubilaro tuona contro stampa e social

lunedì, 30 novembre 2020, 19:34

di vinicia tesconi

Assolto per prescrizione del reato: Giubilaro tuona contro stampa e social per i commenti alla notizia dell’assoluzione di uno dei carabinieri di Aulla per un precedente caso. 

La sentenza, in effetti, non riguarda il corposo caso dei 37 carabinieri di Aulla che nel 2017 vennero incriminati per una serie di reati compresi tra la formulazione errata di verbali e le violenze contro le persone tratte in arresto, ma una vicenda avvenuta nel 2011 e che aveva come imputato il brigadiere Alessandro Fiorentino, coinvolto poi nel caso dei carabinieri di Aulla, tanto da essere arrestato e da aver passato un anno nel carcere militare in attesa della formalizzazione dell’accusa.

La storia del 2011 vedeva il brigadiere Fiorentino imputato per lesioni e minacce nei confronti di El Kil Laorch, pregiudicato colpevole di maltrattamenti e raggiunto da provvedimento di espulsione, che aveva però sporto denuncia contro il brigadiere che lo aveva tratto in arresto.

Una vicenda di molto precedente i fatti del caso dei carabinieri di Aulla, sebbene in qualche modo riconducibile ad essa soprattutto come casus belli della serie di accuse fatte da altri pregiudicati più volte arrestati, che stanno alla base della vicenda dei carabinieri di Aulla.

Dopo la condanna in primo grado per la vicenda del 2011, è arrivata la sentenza di assoluzione del brigadiere Fiorentino nel processo di appello che si è concluso la settimana scorsa, ma proprio questa sentenza e anche il modo in cui è arrivata sui media ha scatenato le ire dell’ex procuratore Aldo Giubilaro, a capo della Procura di Massa Carrara all’epoca del caso dei carabinieri di Aulla, che ha voluto intervenire per chiarire alcuni punti.

Giubilaro ha fatto riferimento proprio alla notizia dell’assoluzione di Fiorentino data dalla stampa e ai post sui social che l’hanno commentata e ha voluto, con un comunicato, innanzitutto ribadire che in primo grado l’ex brigadiere – che tuttavia è ancora in forza nell’Arma – “era stato riconosciuto colpevole e condannato e che l’assoluzione in appello non è stata pronunciata per essere stata accertata l’insussistenza del reato o la sua non commissione da parte del brigadiere, ma solo ed esclusivamente per prescrizione, in conseguenza cioè del solo decorso di anni sette e mesi sei dalla commissione del reato.”

“L’ex brigadiere Fiorentino non ha rinunziato a detta prescrizione, come la legge gli consentiva - ha spiegato il dottor Giubilaro - così mostrando di non volere che il giudice di appello si pronunziasse sulla liceità o meno della condotta da lui tenuta nei confronti dello straniero. Anzi, la prescrizione è stata espressamente chiesta dal difensore dello stesso ex brigadiere nonostante il giudice dovesse applicarla d’ufficio, evidentemente per il timore che questi procedesse a valutare la sua condotta e ne ribadisse la illiceità.”.

Giubilaro ha quindi ribadito forte e chiaro: “Di conseguenza non risponde al vero ed è supposizione che non ha la benché minima ragion d’essere che l’assoluzione dell’ex brigadiere Fiorentino dimostri la correttezza del suo operato o che la più ampia indagine su carabinieri della Lunigiana sia priva di fondamento, laddove la consapevole non rinunzia alla prescrizione e il timore di essere giudicato dimostrano, anzi, proprio “per bocca” dell’ex brigadiere Fiorentino esattamente il contrario.”.

Per queste ragioni il dottor Giubilaro ha voluto esprimere la più forte riprovazione nei confronti di chi dà alla stampa notizie che lasciano tendenziosamente credere come veri fatti in realtà radicalmente falsi e nei confronti di chi commenta sui social l’operato dell’epoca della Procura con post ridicoli e del tutto faziosi aggiungendo che tali commenti sono da considerare tanto più gravi ed inaccettabili se provenienti da appartenenti all’Arma dei carabinieri.


Questo articolo è stato letto volte.


prenota

prenota_spazio

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Altri articoli in Cronaca


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


domenica, 24 gennaio 2021, 16:24

Coronavirus, 31 nuovi contagi

All’ospedale Apuane 46 ricoverati, di cui nove in terapia intensiva. Nell’azienda USL Toscana nord ovest i nuovi positivi di oggi, 24 gennaio, sono 177.


domenica, 24 gennaio 2021, 15:45

Proloco: “La nostra Avenza trascurata, servono un piano strategico e una visione di insieme per il recupero e la valorizzazione”

Dopo lo smantellamento delle circoscrizioni e il tentativo, riuscito in parte ma comunque eliminato, dei consigli dei cittadini, non esistono praticamente più organismi territoriali intermediari fra la popolazione e il comune di Carrara: la Proloco di Avenza è l’unica realtà che nel nome dell’identità storica del quartiere, cura i rapporti...


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


domenica, 24 gennaio 2021, 14:37

Campocecina, un'impresa dell'Igiene urbana per riparare i danni di comportamenti sbagliati

A seguito di numerose segnalazioni e richieste, mercoledì mattina il servizio Igiene Urbana di Nausicaa ha organizzato un intervento di raccolta dei rifiuti a Campocecina, dove, a seguito dell'invasione di gente occorsa nel periodo natalizio, i cassonetti sono stati riempiti oltremisura


sabato, 23 gennaio 2021, 19:45

Coronavirus, 36 nuovi contagi e cinque decessi

All’ospedale Apuane 43 ricoverati, di cui 9 in terapia intensiva. Nell’azienda USL Toscana nord ovest i casi positivi di oggi, 23 gennaio, sono 181


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


sabato, 23 gennaio 2021, 19:30

Lavoro intenso sul territorio per contenere l’ondata di pioggia da parte degli uomini del Consorzio di Bonifica

Tutte le squadre operative sul territorio per il monitoraggio della rete dei canali e dei fiumi. Mare in burrasca e livelli in aumento richiedono l’attivazione delle stazioni fisse delle idrovore per aiutare l’acqua piovuta a defluire e alleggerire le zone a monte della costa evitando allagamenti


sabato, 23 gennaio 2021, 13:29

Trovato cadavere di donna sulla spiaggia

Alcuni passanti sulla spiaggia di Marina di Carrara hanno segnalato, nella prima mattinata, la presenza di un cadavere: immediatamente sono partite le segnalazioni alla capitaneria di porto, alla polizia municipale e alla polizia di stato che sta seguendo le indagini del caso


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara