prenota

Anno VIII

giovedì, 6 maggio 2021 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Cronaca

"Io, Michele Castaldi, cittadino di serie B, vi racconto la mia storia"

sabato, 17 aprile 2021, 09:44

di donatella beneventi

Storie di persone invisibili, che non fanno numero, che non compaiono mai sulle prime pagine dei giornali: malattia, disagio, povertà e siamo a Carrara, la città dalle tante contraddizioni, dove a volte certe cose non si vogliono vedere e in questi tempi così complicati, il distanziamento sociale si coniuga con egoismo, chiusura, diffidenza.

La storia che la Gazzetta di Massa Carrara raccoglie e pubblica ha come protagonista proprio un uomo invisibile, Michele Castaldi, 62 anni, di Carrara, che in una lettera, scritta di getto, in maniera semplice e diretta, vuole gridare la sua disperazione e che rispettosamente si pubblica per intero, perché questa è la vita vera, sperando che chi di dovere possa aiutare Michele:
"Ho cominciato a lavorare dall'età di 14 anni e purtroppo ho dovuto smettere per problemi fisici preoccupanti nel 2009: il primo problema è stata un vena gonfia all'altezza del rene destro, che mi impedì di continuare a fare il mio lavoro, per cui ne ho poi cercato un altro,ma gli anni passavano ed arrivò il secondo stop fisico: una bella ischemia o ictus con due emboli cerebrali , che mi causò una invalidità del 75% e una pensioncina, con la quale dovevo vivere io e la mia famiglia di tre persone, in una casa, che per fortuna, mi ero costruito con le mie mani".

Michele cerca di trovare ascolto dall'amministrazione allora in carica, chiedendo un appuntamento con il sindaco di allora, Angelo Zubbani: "Non fui mai ricevuto - dice - per cui spostai il mio problema verso i media .giornali, video poi mandati in varie emittenti e su siti giornalistici: dopodichè, dopo tanti tentativi, mi ricevettero in comune la signora Fambrini e l'allora dirigente del sociale la signora Tommasini, che mi pagarono le bollette arretrate e diedero la borsa lavoro a mia moglie.

Veniamo ad oggi - continua - il 22 ottobre 2020 fui trasportato urgentemente all'ospedale di Lucca avevo preso il covid ,fui subito intubato e messo in coma ventisei giorni e poi risvegliato, poi ho rifatto altri trenta giorni per cure antibiotiche e alla fine il medico mi ha detto che sono un soggetto " sulla linea di confine", con molte poche speranze di farcela, ma alla fine vinsi io con la mia tenacia.

Sono tornato a casa , ho sofferto fisicamente tantissimo nel post covid e infatti dagli esami è risultato che la conseguenza è stata la spondilodiscite - prosegue - la quale oltre ai fortissimi dolori, mi ha spezzato due vertebre e quindi dopo un mese di nuovo ricovero al Noa , sono di nuovo a casa: gli assistenti sociali che mi son stati dati nell'ultimo periodo sono stati ben tre,, mi han tolto la borsa lavoro, mi danno buoni spesa ma non continui :insomma io come posso vivere? Tutt'oggi prendo 789 euro di RdC più 280 euro di pensione di invalidità, con una famiglia di quattro persone, ho fatto domanda per accompagnamento e prepensionamento ma non ho avuto alcun esito in merito. Non ce la faccio più".


Questo articolo è stato letto volte.


prenota

prenota_spazio

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Altri articoli in Cronaca


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


giovedì, 6 maggio 2021, 15:02

Arrestati i responsabili dei furti nelle scuole

Gli arrestati, V.A. – 39 enne – con numerosi precedenti specifici per reati contro il patrimonio e la sua compagna P.M. – 27 enne –, dal mese di febbraio scorso si erano introdotti in diversi istituti forzando porte e finestre mediante arnesi da scasso


mercoledì, 5 maggio 2021, 21:26

Marina, residenti allo stremo: Stefanini chiede al sindaco di ascoltare, una volta per tutte, il suo 'cahier des doléances'

Per il momento la situazione è tranquilla in zona movida a Marina di Carrara, ma la paura è che nel momento di una riapertura si scateni nuovamente l'inferno già visto l'estate scorsa. Da qui, l'esigenza di scrivere una pec al sindaco da parte di Gino Stefanini, presidente del Comitato Zona...


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


mercoledì, 5 maggio 2021, 21:16

Scuola Fossola Gentili in lutto: è morta improvvisamente la maestra Maria Teresa Provenzano

L'istituto comprensivo Fossola Gentili nella persona del dirigente scolastico dottoressa Silvestra Vinciguerra e di tutto il personale docente, comunica con grande dolore l'improvvisa e prematura scomparsa della maestra Maria Teresa Provenzano


mercoledì, 5 maggio 2021, 14:48

Aziende di Massa-Carrara al collasso: "Servono risposte urgenti dalle istituzioni"

Lunedì 10 maggio nuovo incontro tra Tni Italia, Regione Toscana e i comuni di Massa, Carrara e Montignoso. Appuntamento alle 14.30 al ristorante Il Baraccone a Massa


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


mercoledì, 5 maggio 2021, 13:04

Le prime sette botteghe storiche di Massa: assegnati i riconoscimenti

L’amministrazione comunale iscrive nell’Albo delle botteghe storiche le prime sette attività tra le più longeve della città


mercoledì, 5 maggio 2021, 11:25

Salute e benessere: due visite gratuite alla farmacia "La Prada" di Avenza

Proseguono i servizi gratuiti di Nausicaa Spa per la salute e il benessere dei cittadini. Il prossimo appuntamento sarà dedicato alla posturologia e ai disturbi dell'equilibrio. La dottoressa Antonella Principe sarà in farmacia per valutare l'appoggio del piede attraverso la pedana podobarostabilometrica e la cervicale con il Cervical Test


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara