prenota

Anno VIII

giovedì, 6 maggio 2021 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Cronaca

Vietato fare arte in tempo di Covid: multato un gruppo di giovani

giovedì, 15 aprile 2021, 15:19

di donatella beneventi

Le norme restrittive anti-covid, non solo stanno ammazzando il turismo, la ristorazione, il commercio e la libertà di ciascuno di noi, ma hanno dato anche un bel colpo di scure alla cultura e all'arte, almeno per quello che riguarda la sua fruizione: l'arte però non si ferma, gli artisti continuano a creare, cercando di leggere e interpretare la realtà attraverso i propri filtri.

Purtroppo, in questi tempi oscuri, succede che un gruppo di giovani artisti dell'Accademia, facenti parte del progetto "Up Ground 31" fondato nel 2018, venga multato per aver infranto le regole che vietano assembramento, in circostanze che vengono ampiamente spiegate dagli stessi in un comunicato: "Il progetto Up Ground 31, è in costante crescita e ha il fine di ravvivare il contesto culturale della città e di dare a tutti la possibilità di esprimersi. Lo stesso luogo espositivo è mutevole - spiegano - e si evolve tra spazi privati e pubblici, raccogliendo ciò che trova e trasformandosi a seconda delle necessità. Ad oggi sono sette le mostre che hanno saputo ospitare un totale di 45 giovani, con 93 opere". 

Circa tre settimane fa, esattamente il 26 marzo, i ragazzi, una ventina, si raccolgono esattamente come fanno ogni giorno in aula, in uno spazio privato in occasione dell'apertura della sesta edizione di "Up Ground 31. "Per adattarci alla situazione - spiegano i ragazzi- le modalità dell'iniziativa sono diventate private e non pubbliche, le inaugurazioni sono cambiate e si sono svolte esclusivamente a porte chiuse nel rispetto delle norme anticovid, con la partecipazione esclusiva dei diretti interessati, parte di un circuito stretto e solamente accademico. Il 26 marzo stesso alle ore 22.10 - continuano - dopo varie sollecitazioni da parte degli organizzatori a lasciare il luogo, quattro agenti di polizia sono entrati nello spazio, hanno chiesto le generalità di tutti i presenti per "un semplice controllo" e così, dopo uno dialogo rispettoso e maturo da entrambe le parti, lasciano il luogo assieme agli studenti, intenti rientrare nelle proprie abitazioni. A distanza di due settimane, però, alcuni di loro vengono invitati dal commissariato a presentarsi per firmare una multa per aver violato le prescirzioni atte al contenimento del rischio epidemiologico".

"Consapevoli del fatto di aver violato alcune norme nate per prevenire il contagio - affermano - ci chiediamo effettivamente come avremmo potuto, noi, essere un pericolo per noi stessi, dato che facciamo parte di uno stesso nucleo relazionale anche nelle nostre abitazioni private, essendo ognuno di noi il coinquilino di altri. Per quanto riguarda l'orario, ci trovavamo in procinto di abbandonare lo spazio espositivo, a dieci minuti dall'inizio del coprifuoco e ci chiediamo se questo può essere un motivo sufficiente per multarci. Concludiamo, dicendo che bisogna continuare ad essere esseri sensibili in modo tale da poter sensibilizzare, non solo perchè siamo studenti d'arte, ma anche individui".


Questo articolo è stato letto volte.


prenota

prenota_spazio

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Altri articoli in Cronaca


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


giovedì, 6 maggio 2021, 15:02

Arrestati i responsabili dei furti nelle scuole

Gli arrestati, V.A. – 39 enne – con numerosi precedenti specifici per reati contro il patrimonio e la sua compagna P.M. – 27 enne –, dal mese di febbraio scorso si erano introdotti in diversi istituti forzando porte e finestre mediante arnesi da scasso


mercoledì, 5 maggio 2021, 21:26

Marina, residenti allo stremo: Stefanini chiede al sindaco di ascoltare, una volta per tutte, il suo 'cahier des doléances'

Per il momento la situazione è tranquilla in zona movida a Marina di Carrara, ma la paura è che nel momento di una riapertura si scateni nuovamente l'inferno già visto l'estate scorsa. Da qui, l'esigenza di scrivere una pec al sindaco da parte di Gino Stefanini, presidente del Comitato Zona...


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


mercoledì, 5 maggio 2021, 21:16

Scuola Fossola Gentili in lutto: è morta improvvisamente la maestra Maria Teresa Provenzano

L'istituto comprensivo Fossola Gentili nella persona del dirigente scolastico dottoressa Silvestra Vinciguerra e di tutto il personale docente, comunica con grande dolore l'improvvisa e prematura scomparsa della maestra Maria Teresa Provenzano


mercoledì, 5 maggio 2021, 14:48

Aziende di Massa-Carrara al collasso: "Servono risposte urgenti dalle istituzioni"

Lunedì 10 maggio nuovo incontro tra Tni Italia, Regione Toscana e i comuni di Massa, Carrara e Montignoso. Appuntamento alle 14.30 al ristorante Il Baraccone a Massa


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


mercoledì, 5 maggio 2021, 13:04

Le prime sette botteghe storiche di Massa: assegnati i riconoscimenti

L’amministrazione comunale iscrive nell’Albo delle botteghe storiche le prime sette attività tra le più longeve della città


mercoledì, 5 maggio 2021, 11:25

Salute e benessere: due visite gratuite alla farmacia "La Prada" di Avenza

Proseguono i servizi gratuiti di Nausicaa Spa per la salute e il benessere dei cittadini. Il prossimo appuntamento sarà dedicato alla posturologia e ai disturbi dell'equilibrio. La dottoressa Antonella Principe sarà in farmacia per valutare l'appoggio del piede attraverso la pedana podobarostabilometrica e la cervicale con il Cervical Test


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara