prenota

Anno VIII

sabato, 8 maggio 2021 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Cronaca

Giustizia è fatta per il Bull Terrier Boris

martedì, 4 maggio 2021, 19:26

Quella di Boris è una storia che risale a 5 anni fa e da allora LNDC non ha mai fatto un passo indietro per ottenere giustizia. Boris era un bull terrier affidato alla Sezione LNDC di Massa dopo essere stato sequestrato. Fino a quel momento, il cane aveva vissuto in una condizione di degrado totale, nella sporcizia, con una cuccia inadeguata che gli causava ferite e lesioni ed era affetto da una grave forma di dermatite. 

Nonostante le inconfutabili prove a carico dei suoi maltrattatori, la sentenza di primo grado era stata a loro favore assolvendoli perché – secondo il Giudice – non c'era la volontà di aggravare la salute del cane. LNDC però non si è data per vinta e ha presentato appello, sostenendo che invece la volontà evidentemente c'era in quanto i proprietari di Boris avevano ricevuto delle prescrizioni dalle Guardie Zoofile LNDC su quello che dovevano fare per migliorare la situazione del cane ma le avevano completamente ignorate. In ogni caso, LNDC ravvisava la violazione dell'art. 727 del Codice Penale per aver detenuto l'animale in condizioni incompatibili con la sua natura, provocandone la sofferenza.  

Finalmente, a distanza di tutti questi anni, è arrivata la condanna dalla Corte di Appello per i due imputati. "Non abbiamo ancora le motivazioni della sentenza, ma siamo già soddisfatti per aver ottenuto un po' di giustizia", fa sapere la Presidente Nazionale LNDC Piera Rosati. 

"Purtroppo non ci sarà una condanna detentiva, dato che il PM non ha presentato appello, ma solo un risarcimento. Quanto meno è stato finalmente riconosciuto il reato previsto dall'art. 727 del Codice Penale ed è sicuramente un segnale positivo. Ci consola soltanto sapere che Boris, che ora purtroppo non c'è più, ha trascorso qualche anno della sua vita in maniera serena, riacquistando salute, serenità e fiducia nell'uomo, grazie alle cure ricevute dagli attivisti LNDC dopo essere stato tolto ai suoi aguzzini. La nostra priorità è sempre stata il suo benessere e abbiamo lottato affinché chi lo ha maltrattato si assumesse le proprie responsabilità."  

 


Questo articolo è stato letto volte.


prenota

prenota_spazio

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Altri articoli in Cronaca


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


venerdì, 7 maggio 2021, 19:28

'Terra Scolpita': il turismo come volano di crescita per l'intero territorio apuano

Finalmente ci siamo, c'è l'ultimo tassello e adesso 'Terra Scolpita' può iniziare il suo percorso che vada oltre i confini comunali, il turismo balneare e la stagione estiva e che faccia del turismo un volano di crescita tout court per l'intero territorio apuano


venerdì, 7 maggio 2021, 16:01

Il Parco eroga contributi per gli eventi nell'area protetta

Il Parco delle Apuane pubblica il tradizionale avviso pubblico per l'erogazione di contributi a favore di iniziative ed attività, senza scopo di lucro, capaci di valorizzare più interessi ambientali, culturali, turistici, sportivi, artistici, ricreativi e sociali delle Alpi Apuane


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


venerdì, 7 maggio 2021, 15:46

Massa Carrara: innovativo microscopio operatorio in oculistica

Un innovativo microscopio operatorio, che risulta essere il primo acquistato nel sistema sanitario nazionale in Toscana e uno dei pochi in Italia, è stato consegnato in questi giorni all'unità operativa complessa di oculistica di Massa e Carrara con sede al Centro polispecialistico Monterosso "Achille Sicari" di Carrara


giovedì, 6 maggio 2021, 18:51

Illeciti ambientali, operazione Onda Blu: a Massarosa la porcata più grossa

Si è appena conclusa, sotto il coordinamento della direzione marittima della Toscana, un’operazione complessa ambientale, iniziata il 7 aprile, denominata “Onda blu” che ha visto la partecipazione di tutti i comandi territoriali della Toscana


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


giovedì, 6 maggio 2021, 15:02

Arrestati i responsabili dei furti nelle scuole

Gli arrestati, V.A. – 39 enne – con numerosi precedenti specifici per reati contro il patrimonio e la sua compagna P.M. – 27 enne –, dal mese di febbraio scorso si erano introdotti in diversi istituti forzando porte e finestre mediante arnesi da scasso


mercoledì, 5 maggio 2021, 21:26

Marina, residenti allo stremo: Stefanini chiede al sindaco di ascoltare, una volta per tutte, il suo 'cahier des doléances'

Per il momento la situazione è tranquilla in zona movida a Marina di Carrara, ma la paura è che nel momento di una riapertura si scateni nuovamente l'inferno già visto l'estate scorsa. Da qui, l'esigenza di scrivere una pec al sindaco da parte di Gino Stefanini, presidente del Comitato Zona...


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara