prenota

Anno VIII

sabato, 23 ottobre 2021 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Cronaca

Green Pass obbligatorio, la grande vergogna e il diritto-dovere di resistere e ribellarsi

giovedì, 14 ottobre 2021, 19:27

di aldo grandi

Prendete una persona, prima non fatela uscire di casa e impeditele di lavorare per mesi; poi, non contenti, datele la possibilità di uscire e di tornare a lavorare, ma obbligatela a vaccinarsi altrimenti niente da fare. E se quella non vuole perché si sente libera e in grado di autodeterminarsi, costringetela in un angolo, non datele da mangiare, toglietele la socialità, annientatela psicologicamente, obbligatela a farsi un tampone ogni due giorni e, se anche è in smart working a casa, forzatela a scartavetrarsi il naso ugualmente come se fosse in ufficio o in fabbrica. 

Poi, se questa persona non ci sta se, giunta all'estremo delle proprie forze e della propria capacità di sopportazione, si ribella e scende in piazza per protestare magari anche gridando e non accettando di essere 'addomesticata', allora ecco, è diventata fascista, nazista, no vax, antidemocratica, magari anche da deportare e internare in qualche campo di contenimento-rieducazione-gulag. In sostanza, si porta la gente all'esasperazione e, poi, se quella si ribella, la si massacra senza pietà riducendola a una sorta di zombie senza più alcuna possibilità di vivere degnamente togliendole, appunto, l'unica cosa per la quale valga realmente la pena di vivere: la dignità, la coscienza di sé, il diritto all'autodeterminazione.

Ma la domanda è un'altra: perché, in strada a fronteggiare i lavoratori non vaccinati, i cosiddetti contestatori, chi vuole restare libero e non iniettarsi nelle vene questa specie di vaccino sperimentale, non va questa classe politica digerente che si avvale degli uomini in divisa per fare il 'lavoro sporco' anche nei confronti di manifestanti che tutto sono, salvo sparute minoranze, che ideologizzati e politicizzati?

Perché la Cgil e il sindacato in genere si lamenta e chiama in causa il fascismo di un secolo fa invece di spiegare per quale motivo difende solo i lavoratori che si vaccinano e non si cura degli altri, di coloro che, comunque, devono mangiare e dare da mangiare alla famiglia? Perché il sindacato trascura una fetta di dipendenti che hanno il diritto di vedersi rappresentati né più né meno degli altri che hanno scelto di vaccinarsi? 

Ogni violenza come quella che ha portato all'irruzione nella sede Cgil di Roma va condannata, senza se e senza ma, ma apostrofare la rabbia della gente come rigurgito di fascismo non solo non risolve il problema, ma nemmeno corrisponde alla realtà storica ed è come nascondere la testa sotto la sabbia. 

Tornando al 15 ottobre, il Governo Draghi appoggiato da Pd, Lega, 5Stelle ossia da chi, fino al giorno prima, se ne diceva di cotte e di crude, ha deciso di portare all'estremo una politica sanitaria in materia Covid che non ha senso alcuno. I danni che causerà questa forzatura nelle persone saranno devastanti.

Noi siamo e staremo con coloro i quali non ci stanno ad essere costretti a vivere una vita indegna di essere vissuta. Invitiamo tutti coloro che vorranno a scriverci e a raccontarci le loro vicissitudini e le loro traversie a seguito di questo diktat. 

Durante il nazismo, gli ebrei non potevano entrare nei negozi né andare al cinema o nei ristoranti, né lavorare. Erano banditi da tutto e, ogni volta, confidavano nella propria capacità di sopportazione dicendo e sperando che si poteva rinunciare a tutto. Sappiamo tutti come è andata a finire.

Ecco, stiamo per essere costretti a rinunciare a tutto e questa non è più l'applicazione di una misura sanitaria, ma una imposizione e una prova di forza tra il Potere e gli organismi sovranazionali che ne sono espressione e una grossa fetta di quel popolo italiano che non vuole essere gregge e non si fida di chi, da sempre o quasi, ha dimostrato di essere inaffidabile, per nulla credibile, capace solo di proteggere e incrementare i propri interessi e privilegi.

Il 15 ottobre dovrà essere ricordato come il Giorno della Vergogna. 


Questo articolo è stato letto volte.


prenota

prenota_spazio

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Altri articoli in Cronaca


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


venerdì, 22 ottobre 2021, 12:42

Asmiu apre infopoint a Villa Cuturi

ASMIU comunica che dal 27 ottobre al 6 novembre sarà aperto un Infopoint presso Villa Cuturi, Viale Vespucci n. 24 a Marina di Massa per la distribuzione dell’attrezzatura per la raccolta differenziata domiciliare, rivolto alle utenze domestiche della Zona Puliche


venerdì, 22 ottobre 2021, 12:36

Operazione “Ultimo giorno” della polizia: dieci arresti per droga

Operazione antidroga (denominata “Ultimo Giorno”) condotta dagli uomini della polizia, che ha portato all’arresto, per violazione della legge sugli stupefacenti, di dieci cittadini, quasi tutti di origine nordafricana ed una cittadina italiana, residenti tra Massa, Carrara, Avenza ed Aulla


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


venerdì, 22 ottobre 2021, 12:00

Giulio Milani: "Non sono un criminale, sono un editore e padre di famiglia che si batte per diritti e comunità"

Rimbalza sui social e sui giornali la notizia dell'iscrizione sul registro degli indagati di Giulio Milani, uno dei portavoce di Rivoluzione Allegra, e la solidarietà del movimento non tarda ad arrivare con un comunicato teso a spiegare la situazione


venerdì, 22 ottobre 2021, 10:42

Sanità, proclamati scioperi da parte di Fisi e Swu

È stato proclamato uno sciopero ad oltranza fino a domenica 31 ottobre 2021, indetto dall’Associazione sindacale Fisi (Federazione Italiana Sindacati Intercategoriali). Lo sciopero ha portata nazionale e coinvolgerà più settori, pubblici e privati, con possibili ripercussioni anche sui servizi esternalizzati o in appalto


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


venerdì, 22 ottobre 2021, 10:18

Apuane Libere: "Al Passo della Focolaccia commessi 16 reati penali"

L’associazione Apuane Libere ha denunciato alla magistratura il gravissimo danno ambientale e paesaggistico che si sta consumando sulla catena montuosa delle Alpi Apuane al Passo della Focolaccia a 1650 metri sul livello del mare e ricadente nei territori dei comuni di Minucciano e di Massa


venerdì, 22 ottobre 2021, 09:57

Convegno bilinguismo infantile

Marina di Carrara, si terrà il Convegno sul Bilinguismo Infantile organizzato dalle Scuole Bilingue di Massa Carrara, con il patrocinio del MIUR - Ufficio IX dell’ambito territoriale di Lucca e Massa Carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara