prenota

Anno VIII

venerdì, 3 dicembre 2021 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Cronaca

L’Arma in prima linea contro la violenza sulle donne

giovedì, 25 novembre 2021, 10:41

Sempre maggiore è l’impegno che anno dopo anno l’Arma dei carabinieri pone nel contrasto a tutti quei comportamenti che ledono le donne fisicamente, psicologicamente e nella loro dignità. In occasione della Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne l’Arma vuole sottolineare il proprio quotidiano agire con una serie di simboliche iniziative che aiutino tutte le donne, ed in particolare quelle che vivono momenti di difficoltà, a comprendere che il primo passo per tornare libere dalle violenze è quella di denunciare. Uomini e donne insieme all’Arma dei Carabinieri sono gli attori principali per poter vincere questa battaglia, che sempre più incide e si insinua nella nostra società. L’obiettivo è quello di diminuire il numero dei reati sommersi, ovvero tutti quei comportamenti perseguibili che ledono le donne e che, concretizzandosi molto spesso all’interno delle mura domestiche, sono difficilmente individuabili. Tale fenomeno, aggravatosi nel periodo di “convivenza forzata”, conseguente alla diffusione del Covid-19, è stato definito dalle Nazioni Unite una seconda “pandemia nell’ombra”. Il significato della campagna di sensibilizzazione avviata anche sul web ed i social, le numerose caserme illuminate di arancione in adesione al progetto “Orange the World”, sono alcuni segnali tangibili dell’assoluta attenzione e priorità dell’Arma a invogliare le donne vittime di violenze a denunciare. Il successo istituzionale è quello di dare coraggio alle vittime, che si vedono imbrigliate in situazioni apparentemente senza uscita.

Gli strumenti specifici di cui si è dotata la Benemerita e su cui può fare affidamento chi gli si rivolge, sono vari. A partire dalla Sezione Atti Persecutori - collocata nell’ambito del Raggruppamento Carabinieri Investigazioni Scientifiche – e che da oltre dieci anni svolge attività di studio e analisi del fenomeno, elaborando valutazioni sui “fattori di rischio” in favore dei reparti operanti, e programmi di formazione del personale. A questo si aggiunge, sin dal 2014, la “Rete nazionale di monitoraggio sul fenomeno della violenza di genere”, strutturata su ufficiali di polizia giudiziaria - Marescialli e Brigadieri - inseriti nell’ambito delle articolazioni investigative territoriali e formati presso l’Istituto Superiore di Tecniche Investigative, con specifici corsi. Ad oggi ne sono stati svolti complessivamente 19, che hanno consentito di formare oltre 400 unità, operanti sul territorio nazionale. Inoltre il 25 novembre 2016, in occasione della Giornata Internazionale contro la Violenza sulle Donne, è stato sottoscritto un ulteriore Accordo tra i Ministri della Difesa e per le Pari Opportunità, cui è seguito il rinnovo della collaborazione tra il D.P.O. e l’Arma che ha portato la Sezione Atti Persecutori allo sviluppo di attività di ricerca e analisi, alla formazione del personale della Presidenza del Consiglio dei Ministri e degli operatori del numero di pubblica utilità “1522”, nonché a svolgere attività di sensibilizzazione in favore delle scuole, attraverso un ciclo di 40 giornate di educazione. Inoltre su richiesta del D.P.O. è stata effettuata la mappatura dei Centri Antiviolenza presenti sul territorio nazionale, al fine di verificare l’effettiva esistenza ed operatività delle strutture attive nell’ambito dell’assistenza alle vittime. L’Arma ha anche collaborato, quale rappresentante del Ministero della Difesa: - al Tavolo Interministeriale, istituito nel 2013, per l’elaborazione del “Piano d’azione straordinario contro la violenza sessuale e di genere”, adottato nel luglio 2015 dalla P.C.M.; - all’Osservatorio Nazionale sulla violenza, i cui lavori hanno portato alla redazione del “Piano Strategico Nazionale sulla violenza maschile contro le donne (2017-2020)”, approvato nella riunione del Consiglio dei Ministri del 23 novembre 2017, e delle “Linee guida nazionali per le aziende sanitarie e ospedaliere in tema di soccorso e assistenza socio - sanitaria” alle donne vittime di violenza, adottate con D.P.C.M. del 24 novembre 2017. Sul piano delle collaborazioni interistituzionali, sul territorio nazionale sono state siglate numerose intese tra Procure della Repubblica, Prefetture, Forze di polizia, Ospedali e Centri antiviolenza, che vedono tutte la partecipazione dell’Arma. Si sottolinea inoltre il progetto avviato con Soroptimist International d’Italia, denominato “Una stanza tutta per sé”, consistente nell’allestimento, all’interno delle strutture dell’Arma, di locali idonei all’ascolto protetto di donne vittime di violenza.

Per dare un segno tangibile di tale impegno, anche quest’anno la caserma “Plava”, sede del Comando Provinciale dei Carabinieri di Massa Carrara, che ospita al suo interno una di quelle “stanze”, per tutta la giornata del 25 novembre si colorerà di arancione.

I Carabinieri, nel territorio di questa provincia, stanno dando una risposta forte in tema di contrasto al particolare fenomeno, su cui vi è la massima sensibilità da parte soprattutto delle Stazioni che costituiscono per i cittadini i principali “front-office” a cui rivolgersi in questi casi, anche nei piccoli centri. I Comandanti di Stazione sono poi supportati da una rete di militari specializzati nello specifico settore (inseriti nella “Rete nazionale di monitoraggio sul fenomeno della violenza di genere”) che possono essere attivati in qualsiasi momento dai colleghi delle Stazioni, a seconda delle necessità e delle esigenze concrete, come accaduto in alcuni casi anche in questi ultimi giorni.

Il pensiero va ai casi più recenti che sono stati trattati dai reparti dell’Arma in questa Provincia: il fatto più eclatante è avvenuto nei giorni scorsi a Carrara dove un uomo armato di un martello ha inseguito l’ex moglie fino alla caserma sede della Compagnia, dove la donna aveva appena fatto in tempo ad arrivare, sventando per poco le malevoli intenzioni del compagno.

A volte non sono sufficienti neppure le misure adottate a seguito di gravi episodi, come nel caso accaduto proprio ieri, sempre a Carrara, dove un 45enne è stato sottoposto agli arresti domiciliari perché aveva ripetutamente violato le prescrizioni imposte dal Giudice che nel mese di ottobre scorso gli aveva comminato il divieto di dimora nel comune di Carrara e il divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla ex moglie, vittima di atti persecutori.


Questo articolo è stato letto volte.


prenota

prenota_spazio

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Altri articoli in Cronaca


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


giovedì, 2 dicembre 2021, 18:43

Eventi natalizi, Del Nero: «Grazie a chi si è impegnato per rendere ancora più accogliente la nostra città»

L’assessore al Commercio Daniele Del Nero ha illustrato oggi alla commissione 5 presieduta da Mario Lancioni il cartellone di appuntamenti organizzato dall’amministrazione comunale in collaborazione con associazioni di categoria e privati in occasione delle feste natalizie


giovedì, 2 dicembre 2021, 18:41

Per le festività nel centro di Massa tornano la Fiera di Natale, artigiani, operatori non professionisti ed associazioni del territorio

Domenica 5, 12 e 19 dicembre in centro a Massa arriva la Fiera di Natale: i tradizionali banchetti saranno, per l’occasione, posizionati nella parte lato mare di Largo Matteotti e lungo la corsia di viale E. Chiesa in direzione mare


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


giovedì, 2 dicembre 2021, 18:37

Ospedali al fianco delle donne: premio Bollini Rosa agli ospedali dell’Azienda USL Toscana nord ovest

Salgono a 354 gli ospedali italiani impegnati nella promozione della medicina di genere che si distinguono per l’offerta di servizi dedicati alla prevenzione, diagnosi e cura delle principali patologie che riguardano l'universo femminile ma anche quelle che riguardano trasversalmente uomini e donne in ottica di genere


giovedì, 2 dicembre 2021, 18:32

Non si ferma all’alt degli agenti: trasportava cocaina, arrestato marocchino

Nel corso dell’ultimo mese la polizia ha potenziato il servizio di capillare controllo del territorio nella frazione Marina di Carrara, con particolare riguardo alla prevenzione e al contrasto del traffico stupefacenti mediante l’impiego delle Squadre Volanti del commissariato


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


giovedì, 2 dicembre 2021, 13:41

Inaugura il “Largo donne del marmo” in località Tarnone a Carrara

Venerdì 3 dicembre alle ore 10:30 si terrà la cerimonia di intitolazione del “Largo Donne del Marmo” nei pressi dell’ex Stazione della Ferrovia Marmifera in località Tarnone a Carrara, alla presenza delle autorità locali


giovedì, 2 dicembre 2021, 10:14

I Supereroi Acrobatici arrivano dal cielo e fanno tappa all’Ospedale del Cuore di Massa

Decorare l’«Albero del Cuore» insieme ai supereroi preferiti, per strappare un sorriso ai piccoli degenti: un invito per tutti i bambini della città


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara