Anno XI 
Martedì 29 Novembre 2022
 - GIORNALE NON VACCINATO
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie

Scritto da erika ansani
Massa
25 Novembre 2022

Visite: 301

E’ di questi giorni la storia del piccolo Andrea (nome di fantasia) che da un anno soffre di diabete infantile e che a soli cinque anni è costretto a scontrarsi con la burocrazia, la scarsa preparazione di chi lo dovrebbe aiutare e a vivere il diabete in un quadro pesante, nel quale l’unico a rimetterci, sembra essere proprio lui.

La mamma di Andrea, esasperata dalle mille difficoltà incontrate nella scuola frequentata da suo figlio, ha deciso di denunciare all’opinione pubblica il fatto che verrebbe negata al bambino in ipoglicemia l’immediata somministrazione di zucchero, costringendo i genitori a “correre” dal minore, ovunque si trovino, per somministrarlo. “Ma cosa succederebbe - si chiede la mamma – se per qualche motivo non riuscissi a raggiungere la scuola in tempo?”

l’ipoglicemia – fa sapere l’AGIDA (Associazione Giovani Diabetici Apuani) - “rappresenta l’episodio più grave a cui può andare incontro un bambino diabetico. Il continuo abbassarsi di zuccheri nel sangue, senza alcun intervento correttivo ( lo zucchero ), può produrre anche danni irreversibili alla salute e fino al coma diabetico”.

La dirigente scolastica dell’istituto frequentato da Andrea, appresa la denuncia della famiglia del bambino sugli organi di stampa, relativa quindi la scarsa collaborazione della scuola nella gestione del problema di salute dello studente, ha ritenuto opportuno precisare che da parte del personale scolastico c’è stata fin dall’inizio un’assoluta disponibilità nei confronti della famiglia e delle sue legittime richieste, ma che nelle competenze di un’istituzione scolastica non rientra l’ordinaria gestione sanitaria delle patologie.

Oggi, ad intervenire sulla spiacevole vicenda è l’Avvocato Massimiliano Paolicchi, presidente dell’ AGIDA (Associazione Giovani Diabetici Apuani), il quale a nome dell’Associazione e per tutelare la salute del piccolo ed il suo diritto a vivere la sua infanzia nel modo più spensierato possibile chiede al provveditorato agli studi ed alle autorità competenti in materia, di intervenire per fare chiarezza e accertare eventuali responsabilità.

Come associazione - fa sapere l’avvocato Paolicchi - ci occupiamo sul territorio, di assistere dal punto di vista, pratico i genitori di bambini con diabete, e ci occupiamo di tutte le problematiche connesse, tra le quali anche la scuola, che forse è anche la parte più delicata. Difatti un bambino con diabete ha bisogno di alcune attenzioni, sicuramente non gravose ma necessarie”.

Per questo motivo, ogni anno - continua Paolicchi – “grazie alla partecipazione di personale pediatrico specialistico del Mayer, organizziamo corsi di formazione per il personale scolastico di cui l’ultimo si è tenuto in data 26.10.2022, e a cui non ci risulta che nell’edizione di quest’anno abbia partecipato alcuna maestra della classe del minore. Eppure questo corso è partecipato ogni anno da più di 200 docenti solo per la provincia di Massa, a testimonianza dell’attualità del problema, e dell’attenzione che il problema suscita”.

Perché quindi, le maestre si rifiutano di somministrare al bambino il glucosio, già peraltro predosato, se nel corso della giornata, va eventualmente in ipoglicemia o iperglicemia (quando cioè il livello di zucchero nel sangue va sotto una certa soglia o sopra)? Perché davanti ad un bambino diabetico, promettono delle caramelle alla classe come premio se i bambini si comportano bene? E perché le maestre hanno deciso non fare più lo stick per la glicemia al bambino costringendo i familiari a tenere il bambino a casa per una settimana? E perchè nessun docente si è presentato al corso di formazione organizzato questo anno?

Oggi Andrea non frequenta più la scuola nella quale era iscritto. Le tensioni tra i genitori del piccolo e il corpo docenti per ovvi motivi sono diventate non più conciliabili e - commenta l’avvocato Paolicchi – “ quello che temiamo è che l’incontrollato evolversi della situazione, possa generare in Andrea un disagio psicologicamente rimarchevole. L’ultima cosa che infatti vogliamo che accada è che i bambini si sentano diversi. Quando succedono questi fatti, per imprudenza, imperizia o negligenza, ci si trova difronte al fallimento della scuola, che deve essere il primo laboratorio di uguaglianza sostanziale”.

Come associazione - conclude Paolicchi – “vorremmo (e diamo la nostra disponibilità in tal senso ) provare a riportare serenità fra l’istituzione e i genitori, facendo capire le reciproche difficoltà e necessità, nel superiore interesse del minore, che non deve neanche per sbaglio sentirsi emarginato, o malato”.

Pin It
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie

ULTIME NOTIZIE BREVI

Spazio disponibilie

Una panchina rossa per la Festa della Toscana: è quella che si inaugura mercoledì 30 novembre, in occasione della…

La maggior parte delle violenze avviene fra le mura di casa. Ed è lì che bisogna intervenire, rompere il muro…

Spazio disponibilie

Debutterà giovedì 15 dicembre alle ore 21.15, c/o Sala Dante (Via Ugo Bassi 4,  La Spezia), con il patrocinio…

Buone notizie per i dipendenti del comparto della ASL Toscana nord ovest. E’ stato, infatti, firmato il contratto integrativo tra…

Spazio disponibilie
Spazio disponibilie

Anche quest'anno l'amministrazione comunale raggiunge un obiettivo importante sia nel settore scuola sia a livello sociale."Questo intervento si va…

La biblioteca civica “Lodovici” in piazza Gramsci a Carrara riapre al pubblico tutte le sue sale, da martedì 29 novembre.

I giovani democratici di Carrara unitamente al circolo Pd Avenza, da tempo attenti alle problematiche riguardanti la logistica della…

Ieri pomeriggio la giunta comunale, su proposta dell’assessore ai servizi educativi e scolastici Nadia Marnica ha rinnovato un importante progetto…

Spazio disponibilie

Era nell’aria ormai da giorni, ma ieri è arrivata la certezza. L’Unione sindacale di base…

Dal 28 al 30 novembre al Garibaldi Carrara un viaggio attraverso i capolavori del Maestro racchiusi in quel Museo a…

Spazio disponibilie

RICERCA NEL SITO

Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie