prenota

Anno 1°

giovedì, 18 gennaio 2018 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

prenota

Cultura

Apre ed emoziona la mostra di Andrea Zanetti

sabato, 15 luglio 2017, 08:41

di vinicia tesconi

Simbolica, evocativa, densa di significati e dispensatrice di imput alla riflessione: una mostra parlante come è nello stile dei percorsi artistici studiati da Andrea Zanetti, ex candidato sindaco e organizzatore ed anima del progetto artistico #comunity che ha già prodotto mostre collettive di grande impatto e che adesso ha dato il via a “ Compagni - Relazioni Contemporanee”.

Tutto in questa mostra ha un significato a partire dal luogo – un capannone dismesso della ditta Giannotti edilizia - che ha trovato proprio con la mostra ideata da Andrea Zanetti la sua dimensione di area espositiva finalizzata a creare un nuovo polo artistico cittadino. “La location corrisponde alla nostra idea di ambientare la mostra in un luogo di lavoro ormai abbandonato e siamo grati a Giannotti per averci concesso l’uso del capannone che è stato appositamente risistemato per lo scopo. Gli spazi dell’esposizione hanno ispirato in molti casi gli artisti che hanno aderito all’iniziativa e che hanno prodotto tutti opere inedite create esclusivamente per questa esposizione– ha spiegato Zanetti – che ha preso l’avvio dalla mia volontà di spingere ognuno a riflettere e a declinare secondo la loro personalità e sensibilità artistica tutti i significati della parola compagni. Il progetto di questa mostra è iniziato più di un anno fa all’interno del gruppo di comunity. A tutti gli artisti ho chiesto di ragionare sulla parola compagni per arrivare ad una riflessione a 360 gradi sul suo significato che ha toccato l’aspetto politico, quello affettivo, quello relazionale e tutta la gamma delle situazioni in cui ci si definisce compagni. Ho cercato e poi trovato nella Cgil di Massa Carrara il giusto compagno di viaggio per questa iniziativa perché non si sono limitati alla produzione dell’evento ma hanno anche condiviso totalmente il tema sposando, quindi, un nuovo modo di trattare argomenti e valori che sono la base su cui si fonda il sindacato. La mostra infatti verrà proposta anche in altri spazi e in altri eventi della Cgil.” Presente all’anteprima della mostra Compagni il presidente provinciale della Cgil Paolo Gozzani: “Quando Andrea ci ha proposto di collaborare a questo progetto ci siamo letteralmente illuminati perché noi della Cgil veniamo sempre più spesso percepiti come figure di un’epoca passata, quella delle grandi battaglie sociali del ‘900, che oggi ha lasciato il posto ad un individualismo sfrenato nel quale sembrerebbe non esserci più spazio per valori come la solidarietà, l’assistenzialismo, la fratellanza tra i più deboli e i più forti che sono la base del nostro pensiero. Il tema della mostra è quanto di più importante esista per la nostra visione della realtà: la parola compagni evoca l’affettività e spinge alla parte più intima di ognuno di noi e spesso è connessa con la sofferenza condivisa che favorisce la nascita del sentimento di solidarietà. Per questo abbiamo supportato con entusiasmo il progetto che proporremo anche nella prossima festa della Cgil.”

Zanetti ha illustrato tutte le opere e i percorsi degli artisti, molti dei quali erano presenti stamani al Polo Artistico San Martino. Installazioni audiovisive, opere che hanno sfruttato i più svariati materiali e le più innovative forme: dai piatti dipinti e in parte rotti di Enrica Pizzicori che ha parlato di quando si è compagni in una relazione amorosa fatta di quotidiani dissensi, contrasti, riavvicinamenti e qualche volta anche piatti che vanno in frantumi alla raffinata visione delle immagini in controluce della passeggiata sul molo di Marina realizzate da Stefano Siani che attraverso una stilizzazione estrema racconta la storia di chi è un compagno anche solo occasionale di un frammento di vita; o ancora ai Red Gloves di Francesco Siani, otto guantoni ( otto perché è il simbolo dell’infinito) da lavoro chiusi a pugno e dipinti di rosso disposti su un piano a specchio che replica all’infinito il concetto di compagni di lavoro e di battaglie politiche; oppure alla suggestione del mosaico di impronte su fogli di carta di pane – interpretazione etimologica di compagni: cum panis, quelli con cui si divide il pane - tenute insieme da un filo rosso che arriva fino a pagnotte di pane vero nella visione simbolica del legame che unisce tutti nella vita di Carolina Barbieri; alla riproduzione- interpretazione di una lettera dal carcere dell’anarchico Lucetti proposta da Melissa Mariotti che in tre quadri arriva a dichiarare la vicinanza delle lotte di Lucetti, suo parente, alle sue per la tutela della Alpi Apuane fino alla toccante interpretazione del valore ludico della parola compagni nell’opera di Paolo Fiorellini “Parco giochi ad Aleppo” che troneggia al centro dell’esposizione con un’altalena in legno e corde a cui sono appese morse in ferro a forma di teste di bambini. Accanto a queste altre opere di uguale suggestione comunicativa e uno schermo sul quale si può vedere la versione integrale del filmato girato negli anni sessanta che documenta la costruzione della Casa del Popolo di Sorgnano.
La mostra sarà aperta dal 15 luglio al 20 agosto il venerdì, sabato e domenica dalle 15,30 alle 19,30. E’ possibile prenotare visite su appuntamento al : 334 12 83128


Questo articolo è stato letto volte.


esedra-liceo-internazionale


prenota


prenota


Banca dinamica Carismi


Franco Mare


prenota


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Altri articoli in Cultura


lagazzetta spazio pubblicità


giovedì, 18 gennaio 2018, 13:27

A Palazzo Ducale “L’irreale realtà ” di Bart Herreman

Da sabato 20 gennaio – vernissage alle ore 17 – fino al 4 marzo 2018  le sale del Palazzo Ducale di Massa (Ms), ospitano la mostra di fotografia di Bart Herreman dal titolo “L’Irreale Realtà”, prima mostra del nuovo ciclo espositivo 2018 sulla “comunicazione dell’arte contemporanea”


giovedì, 18 gennaio 2018, 09:51

24 scrittori in erba alla scuola elementare Livio Galanti di Arpiola di Mulazzo

Sabato 13 gennaio ha preso avvio il progetto del Programma Operativo Nazionale (PON), con il primo di una serie di dieci incontri che coinvolgeranno 24 alunni, “apprendisti scrittori”,   della Scuola Primaria “Livio Galanti” d’Arpiola di Mulazzo


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


mercoledì, 17 gennaio 2018, 10:07

“Uno, nessuno e centomila” con Enrico Lo Verso esalta il pubblico del Garibaldi

Enrico Lo Verso regge stupendamente il one man show che l’autrice e regista dell’adattamento di  Uno nessuno e centomila, Alessandra Pizzi, gli ha costruito su misura per lui, come ha ammesso nella conferenza stampa pre-spettacolo di ieri pomeriggio


mercoledì, 17 gennaio 2018, 00:08

Newton "fra scienza e chimica" al planetario di Carrara

Venerdì 19 gennaio alle 21.15, appuntamento pubblico presso il planetario comunale "A. Masani" di via Bassagrande a Marina di Carrara. Spunto di partenza sarà la figura di Newton, personaggio sotto molti aspetti interessante e talvolta contraddittorio, grande matematico e padre della legge della gravitazione universale


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


martedì, 16 gennaio 2018, 17:28

Enrico Lo Verso a Carrara fra teatro e cinema

Il popolare attore ha parlato dello spettacolo inaugurale della stagione teatrale 2018 della Sala Garibaldi, Uno nessuno centomila di Pirandello, e del film di Sky con Magnitudo Film, Michelangelo Infinito, di cui è protagonista, girato nelle cave di Carrara


lunedì, 15 gennaio 2018, 20:37

Al via la quarta giornata di "Scuola Aperta" all’Istituto Domenico Zaccagna

Il Polo di Istruzione Tecnica “Domenico Zaccagna” di Carrara comunica che il prossimo giovedì 18 gennaio, con orario 17.30-19.30, si terrà la quarta occasione per gli studenti delle classi terze degli Istituti Secondari di I grado e per le loro famiglie, per visitare entrambi i plessi dell’istituto allo scopo di...


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara